Palermo: cosa vedere in un giorno

Riuscire a visitare in poche ore una delle città italiane più sorprendenti è impossibile, ma si può scegliere cosa vedere (correndo) a Palermo in 1 giorno

Quando il tempo dei viaggi è tiranno, e un solo giorno per vedere Palermo è senza dubbio troppo poco, occorre fare scelte, magari privilegiando i luoghi più genuini della città, e che raccontano la Sicilia e chi la abita in modo spontaneo e lontano dalle solite rotte turistiche.

Cosa vedere a Palermo in un giorno: il Teatro Politeama

Cosa vedere a Palermo in un giorno: il Teatro Politeama

Impossibile non accorgersi di questo imponente edificio in stile pompeiano progettato con grande armonia dall’architetto Giuseppe Damiani Almejda nel XIX secolo, quando il fervore culturale della nuova borghesia palermitana si fece portatore di nuove esigenze in città, tra cui grandi spazi da destinare a teatro.

Una vocazione poi abbandonata nell’immediato secondo dopoguerra, quando il Politeama diventa un cinema, per poi tornare a offrire i suoi meravigliosi interni alle compagnie nazionali e internazionali, riaprendo dal 1974 l’originaria destinazione di luogo teatrale e concertistico.

Tuttora uno dei simboli di Palermo, oggi il teatro Politeama Garibaldi è la sede della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, una delle maggiori orchestre sinfoniche nazionali, e questo nonostante l’architettura patisca l’età e i mancati interventi, soprattutto negli interni.

Ed è un peccato, sebbene la scarsa attenzione alla manutenzione e al decoro degli ambienti regali al Politeama un fascino nostalgico e decadente che lo fanno metà privilegiata per i visitatori più bohémien. Fateci un giro, anche solo uno sguardo agli esterni dell’edificio varrà la visita.

Cosa vedere a Palermo in un giorno: i suoi mercati

Cosa vedere a Palermo in un giorno i suoi mercati

Palermo, come tutta la Sicilia, è terra di tradizioni che non scompaiono con il passare degli anni, di immagini e storie che si ripetono e narrano la città di oggi come se fosse quella di cento anni fa.

Tra i luoghi più autentici e portatori di sicilianità ci sono senz’altro i mercati rionali: chiassosi, colorati e multiculturali, i mercati palermitani sono tanti, in ogni quartiere, e tra i più conosciuti non si possono tralasciare Ballarò, Vucciria e mercato del Capo.

Sarà fondamentale andarci al mattino presto, quando ancora alcuni banchi sono in allestimento, per ascoltare le voci più genuine ed evitare la folla delle ore centrali, oppure alla chiusura, per fare gli ultimi affari della giornata, tra frutta, verdura, pesce, carne e oggettistica per la casa.

Scritto da Chiara Alboni
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Verona, la guida completa: cosa vedere in due giorni

Cuba: come raggiungere il Paese in sicurezza

Leggi anche
  • Weekend gourmet a Ogliastra in SardegnaWeekend gourmet a Ogliastra in Sardegna
  • Weekend vendemmia FranciacortaWeekend di vendemmia in Franciacorta
  • Loading...
  • vacanza in salentoVivere appieno la propria vacanza in Salento

    Il Salento vanta una ricchezza impareggiabile di spiagge bellissime, ma anche di patrimoni culturali, di buona cucina e tradizione.

  • RomaVisitare Roma in una giornata: cosa vedere assolutamente

    Roma in 24 ore: ecco cosa non si deve assolutamente perdere anche se si hanno solo poche ore a disposizione nell’incantevole capitale italiana.

  • Visitare FirenzeVisitare Firenze in un giorno

    Viaggiare a Firenze: un breve itinerario che illustra le principali e le più belle tappe da percorrere e da scoprire nel capoluogo toscano, considerata una delle più belle città di Italia e del mondo.

Contents.media