Relitti sommersi della seconda guerra mondiale: dove sono?

Dove si trovano i relitti sommersi della seconda guerra mondiale più noti della storia.

Quali sono i relitti sommersi della seconda guerra mondiale più suggestivi e famosi della storia? Una selezione dei tesori custoditi dal mare, pieni di storie che raccontano un passato difficile e mai dimenticato.

Relitti sommersi della seconda guerra mondiale

Affondamenti di imbarcazioni e oggetti gettati nelle acque che riecheggiano sul fondo dei mari come tesori incustoditi.

Luoghi ricchi di fascino e di storie, che raccontano un passato mai dimenticato.

Secondo l’Unesco, vi sono oltre 3 milioni di relitti di navi disseminati sui fondali di tutto il mondo. L’Italia è una delle patrie mondiali delle immersioni subacquee in siti che risultano di grande valore storico o archeologico proprio per la presenza di navi affondate.

Ma vediamo quali sono i relitti più famosi della seconda guerra mondiale.

relitto

Advertisements

Valfiorita

A Mortelle, una frazione di Messina, si trova il relitto della motonave italiana Valfiorita: si tratta di una testimonianza storica molto importante della Seconda Guerra Mondiale. Questo relitto giace a una profondità di 55-70 metri. Questa nave mercantile da 6.200 tonnellate fu riconvertita per una destinazione d’uso militare durante il conflitto e fu usata per trasportare rifornimenti sotto forma di munizioni e automezzi per le truppe italiane al fronte.

Bettolina di Cervo

Il cargo armato, o bettolina, era una nave tedesca affondata al largo di Capo Cervo, tra Andora e San Bartolomeo al mare, in provincia di Imperia, dopo essere stato silurato nell’autunno del 1943 da un sommergibile inglese. La nave misura 9 metri in larghezza e lungo 70, e oggi si trova in assetto di navigazione su un fondale di sabbia e fango a 47 metri di profondità.

Il relitto è ancora piuttosto integro, a parte il crollo della base circolare a grimagliera tra le due stive che supportava la mitragliera. L’elica si trova sul fondale, nascosta dal timone in asse, mentre il ponte a prua è in parte coperto. A poppa, invece, si trova l’officina, ancora con le chiavi appese, e la sala macchine che ospita due argani e al centro il motore.

Nave dei Fantasmi

Nel Mar Baltico, poi, si trova il relitto chiamato la Nave dei Fantasmi.

La nave è stata scoperta nel 2003 da un equipaggio in cerca di un aereo svedese abbattuto durante la Seconda Guerra Mondiale. Ricerche ulteriori hanno confermato che la nave è stata costruita attorno al 1650. Si tratta di un relitto ancora molto ben conservato, e molto suggestivo.

Umbria

Il relitto Umbria si trova nel Mar Rosso ed è visitabile, oltre ad essere considerato un vero e proprio pezzo di storia. Nato come nave da crociera all’inizio del ‘900, durante la Seconda Guerra Mondiale venne usato come nave da guerra e fu affondato con ben 360.000 bombe a bordo. Il contenuto non è mai stato ritrovato.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Avventure nel mondo: viaggi in moto, la guida

Viaggio in solitaria in Thailandia: dove riscoprire sé stessi

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.