Notizie.it logo

Runtur,:la grande festa dei bar di Reykjavik

Runtur,:la grande festa dei bar di Reykjavik

Ti piace fare festa ed andare fuori a divertirti? Hai già visitato tutti i locali della tua città? Andrete a scoprire anche quelli di altri posti? Dovete sapere che a Reykjavik, il QUARTIERE, con le lettere maiuscole, per queste cose si chiama Runtur o la via dei bar. E’ un posto giovane pur conservando un impronta tipicamente islandese. qui ci si diverte molto nelle notti di Reykjavik. Un Quartiere che non ha fine e che lo impressiona per tutto ciò che offre. noi però vogliamo scoprire il suo segreto. Prima di partire verso Islanda ho ricercato un po’ sulla rete e scoperto con sorpresa che Reykjavik è delle città con più bar di tutta Europa. Si potrebbe anche chiamare, in modo un po’ esagerato “ la Ibiza del Nord europa“.

Dopo aver letto queste informazioni non mi restava altra scelta che andare a visitarla per verificarle di persona. Ma andiamo per gradi. Iniziamo spiegando un po’ questa tradizione del Runtur, il grande festival di Reykjavik. . Che cosa è il Runtur?
Su un’isola con un clima molto rigido e popolazioni così piccole e sparse, pare che il massimo divertimento sia andare nella capitale per trascorrere un fine settimana alla grande poiché durante la settimana non si esce e non è soliti bere alcool. I giovani aprono la marcia il venerdì pomeriggio e la domenica. dato che gli alcoolici nei bar è molto costoso in Islanda, essi acquistano le bevande in Vín completo, che sono dei locali che vendono alcolici legalmente e soggiornarno in case dove cominciano a bere risparmiando in tal modo molto denaro.

Più tardi, già con il” motore caldo”, arriva il momento di andare dritti nelle discoteche in per godersi le ultime ore del mattino.

Per questo può essere che trovi un sabato mezzogiorno persone addormentate perle strade di Reykjavik completamente ubriache pronte però a passare nello stesso modo il pomeriggio e la sera che arrivano. Non allarmatevi, è cosa normale qui, ma è curioso vedere giovani vagare sbandati ed incontrollati. La paura mi ha un pò preso, così ho deciso di organizzarmi bene per affrontare quello che avrei trovato di notte.
Per comprendere bene tutto quello che può succedere in una notte vi suggeriamo di leggere attentamente The Grapevine Reykjavik. Qui vi spiegano e vi suggeriscono i migliori posti d’arte, di musica, i bar, le discoteche, i ristoranti, i musei, i negozi ….

Dove andare

Di Bar a Reykjavík c’è ne sono tantissimi di ogni tipo e condizione: molti pub irlandesi aprono già mezzogiorno.

I bar, discoteche con DJ, affascinanti e tranquilli caffè la notte si trasformano. Alcuni di loro locali più famosi di Reykjavik sono:

Gaukur un Stong
E’il pub più antico della città),
Pravda,
NASA, la discoteca più grande della città,
Dubliner, Boston
Oliver caffè.
Ma a noi quello che che più ci è piaciuto ed impressionato è stato Austur,
Situato nella strada austurstraeti, è un locale vivace e molto ben arredato con persone super e molto ben organizzato. Durante il giorno è un ristorante dall’atmosfera rilassata, ma la notte si trasforma in una locale dove si può ascoltare la musica più bella di Reykjavik con volume altissimo e DJ internazionali.
A pochi passi abbiamo fatto un po’ di coda e ancora non so come ci hanno lasciato entrare con la pinta di Jesús Calleja in mano, che avevamo appena preso ed in più con un vestito da da escursionista, che non è certo l’abito migliore per andare in una discoteca.

La notte era lunga, animato ed in parte deprecabile” perché tutte le persone che avevamo accanto cercavano strane sensazioni bevendo e sprecando in questo tutta la loro energia.

Cosi che, se un giorno andrete a Reykjavik e si vorrete fare festa, sicuro che queste informazioni vi saranno molto utili per sopravvivere e restare sobri.

Il grande partito islandese: 1.
Non fate come loro, perché se iniziate a bere il venerdì pomeriggio non sfrutterete il runtur. Anche se gli islandesi sono duri e hanno una grande capacità di resistenza all’alcool. ma la quantità è esagerata ed alla fine anche loro crollano.

2. Ti piace ballare e pensate di poterlo fare comodamente? Nulla di più sbagliato. perché qui i posti sono talmente pieni che si passa il tempo a sgomitarsi e le risse sono all’ordine del giorno. Qui danza è una parvenza. si salta tutti insieme con un sorriso e dandosi grandi spintoni.

La costruzione fisica di islandese, aiuta molto in questo, e coloro che cercano di ballare normalmente al loro fianco vengono costantemente travolti come se gli spintoni fossero parte del loro divertimento.

3. L’ età minima per bere alcolici in Islanda è di 20 anni.

4 I ragazzi arrivano con le tasche ben piene di bottiglie da casa poichè qui l’alcool è molto caro. Un weekend di festa può iniziare da un locale ma spesso termina nelle loro case.Se non si hanno contanti non c’e’ nessun problema. Qui pagare con carte è molto comune.

5. Non essere preoccuparvi per la Viking sicurezza delle porte dei loro locali sono guardie dallo sguardo che sembra ostile ma che realmente sono sono molto educate fino a prova contraria. Abbiamo visto lasciar fuori molte persone, anche con metodi rudi.

6. L’ abbigliamento per entrare al loro locale è importante e tutto il mondo si organizza. Lasciarci entrare così vestiti.

7. Ci sono locali che durante il giorno servono caffè e cibo, notte diventare autentico Club pieno di persone desiderose di ballare.

8) Le ragazze islandesi sono molto belle, soprattutto quelle che lavorano nei locali. Così come la serata prosegue diventano un pò piu cordiali ne dopo le 2 si posso pasare con loro momenti piacevoli.

9. In alcuni locali si deve pagare un biglietto d’ ingresso, in altri è libero ma qui ci sono enormi code per entrare.

10. La maggior parte dei locali chiude fra le 4 e le 5 del mattino. Almeno per noi.,Infatto molta gente continua a rimanere come se nulla fosse e cercando per alcune altre forme di divertimento.

In fine, posso dire dopo la mia esperienza al Runtur che è una festa un po’ pazza e antiquata, ma che parte di questa cultura così curiosa e unica come è quella islandese.
Se un giorno tu vorrai recarti a Reykjavik il fine settimana, ricorda sempre il mio consiglio e così potrai ritornare a casa sano e salvo pronto per raccontare la tua esperienza.
Skal (salute).
-Ulteriori informazioni su Islanda sul mio blog.

© Riproduzione riservata

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
0 Commentatori
più recenti più vecchi
Islanda: periodo migliore per vedere l'aurora boreale

[…] città, lontano dalle luci dell’illuminazione pubblica, come c’è a Reykjavik per esempio. Se vuoi rimanere in centro puoi vedere l’aurora boreale, ma non sarà […]

Leggi anche
Leggi anche