Notizie.it logo

Sagra del tartufo in provincia di Ferrara: tutte le info

Sagra del tartufo in provincia di Ferrara: tutte le info

Una tappa imperdibile di questo autunno è la sagra del tartufo in provincia di Ferrara.

Se si parla di sagra del tartufo in provincia di Ferrara, viene subito in mente quella che si tiene a Sant’Agostino, piccola località che dal 2009 fa parte dell’Associazione Nazionale Città del Tartufo, anzi per essere precisi è stata la prima dell’Emilia Romagna.

Sagra del tartufo in provincia di Ferrara

La manifestazione di Sant’Agostino si tiene durante l’autunno e il pregiato tubero si sposa alla perfezione con le tradizionali ricette emiliane, basti pensare alle lasagne, ai tortellini o alle tagliatelle.
Data la grande affluenza di visitatori, si consiglia di prenotare un tavolo al ristorante appositamente allestito per l’occasione.

In più, chi lo desidera, potrà diventare cercatore di tartufi per un giorno, in quanto verrà organizzata una caccia all’interno del Bosco della Panfilia.
Questa suggestiva area verde si estende per circa ottanta ettari e grazie alla sua conformazione territoriale e climatica, favorisce la crescita e lo sviluppo dei tartufi.

Sant’Agostino è famosa per due tipologie di tartufi, ossia:

  • il Tartufo Nero Liscio: è un prodotto di nicchia tipico della suddetta località, che cresce abbondantemente nella zona.
    Oltre ad avvicinarsi alle peculiarità di quello bianco, è in assoluto quello più saporito e aromatico.
    Per quanto riguarda il suo aspetto esteriore, è doveroso segnalare che la sua forma è bitorzoluta, mentre la sua superficie è appunto liscia.
    Proprio ad esso viene dedicata la Sagra del Tartufo di Sant’Agostino.
  • Tartufo Bianco Pregiato: questo prodotto non ha bisogno di molte presentazioni, in quanto il suo nome dice già molto.

    Si caratterizza per l’aroma molto intenso e per la presenza di numerosi bitorzoli sulla superficie. Anch’esso cresce con grande facilità nel Bosco della Panfilia.

Oltre agli appuntamenti culinari, vale la pena visitare le seguenti attrazioni del territorio:

  • Oratorio Ghisilieri e Chiesa Vecchia di San Carlo: edifici risalenti al Seicento in stile barocco, dove è possibile ammirare la composizione del compianto di Cristo morto realizzata in cotto;
  • Museo Ferruccio Lamborghini: luogo capace di attirare migliaia di visitatori da tutto il mondo, questo museo consente di conoscere le origini dello storico marchio automobilistico.

Bosco della Panfilia

Sagra del Tartufo a Bondeno

La Sagra del Tartufo di Bondeno, che si tiene nel mese di ottobre, prevede ben sei giorni all’insegna di questa delizia, che viene aggiunta a molte altre tipiche della zona come lo zafferano di Ferrara.
Quest’evento ha la peculiarità di essere gestito da autentici tartufai che preparano portate a base di vero tartufo, per esempio:

  • bianchetto;
  • bianco;
  • tartufo delle Terre di Bondeno garantito IGP;
  • tartufo nero.

I tartufi vengono aggiunti proprio a tutte le pietanze, dagli antipasti ai dolci come il tiramisù, la cheesecake o la semplice coppetta al mascarpone.
Le specialità possono essere gustate presso un locale coperto e riscaldato situato nei pressi della piazza di Bondeno. Per assicurarsi un tavolo, si consiglia vivamente la prenotazione chiamando il numero indicato sul sito ufficiale dell’evento.

La manifestazione è gestita ed organizzata dall’Associazione Tartufai al Ramiol, denominazione dialettale dello strumento impiegato dai tartufai per l’estrazione dei tuberi.
In italiano è conosciuto come vanghetta o vanghella.

I principali scopi dell’associazione sono la valorizzazione del territorio e la sua salvaguardia, i quali possono avvenire grazie al contributo economico di tutti i partecipanti alla sagra.

Con la raccolta fondi è infatti stato possibile realizzare il Bosco di Mel, ossia un bosco permanente di cinque ettari nel pressi del Panaro.
Qui sono stati inoltre piantati degli arbusti e degli alberi per arricchire ancora di più la zona verde.

tartufo bianchetto

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche