Coronavirus: richiesta l’autorizzazione per andare in Sardegna

A causa del Coronavirus servirà l'autorizzazione per volare in Sardegna.

Le nuove misure per contrastare la diffusione del Coronaviru prevedono l’obbligo di una richiesta di autorizzazione per poter volare in Sardegna. L’isola si blinda per contenere il Covid-19 e preservare la salute dei suoi cittadini. Vediamo i dettagli su come richiedere l’autorizzazione e a quali soggetti è destinata.

Coronavirus: autorizzazione per volare in Sardegna

I voli nazionali e internazionali, su tutto il territorio italiano, hanno subito un enorme calo, riducendo gli spostamenti all’essenziale.

Queste sono le misure stabilite per contrastare la diffusione del Covid-19. Un’Europa ormai blindata, che elimina gli spostamenti non necessari per non diffondere ancora di più l’epidemia. Si tratta di misure necessarie, volte a non stressare ulteriormente il sistema sanitario già stremato.

Anche per volare in Sardegna ci sono delle novità per i viaggiatori. Infatti, serviràmousse di prosciutto cotto e pistacchi una autorizzazione preventiva di 48 ore sulla prevista partenza per i passeggeri a cui è concesso di entrare o uscire dalla Sardegna da porti e aeroporti fino al 25 marzo.

compagnie aeree voli cancellati coronavirus

Dettagli

La nuova disposizione è contenuta nell’ultima ordinanza del governatore Solinas, che attua il decreto del governo di chiusura degli scali sardi firmato su sua sollecitazione.

Si potrà, quindi, viaggiare fino all’isola sarda solo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, o per spostamenti per motivi di salute.

I viaggiatori, infatti, sono tenuti a presentare richiesta di autorizzazione preventiva con almeno 48 ore di anticipo sulla prevista partenza secondo il modello che sarà allegato all’ordinanza sotto la lettera “A”, da compilare ed inviare per via telematica.

Il file si può trovare nella sezione “Nuovo Coronavirus” della homepage del sito istituzionale della Regione Sardegna, insieme all’autocertificazione che attesta la condizione personale.

Inoltre, il Presidente della Regione, anche in qualità di Autorità sanitaria regionale, disporrà di un’apposita struttura presso la Direzione Generale della Protezione Civile.

L’istruttoria delle domande ed il rilascio delle autorizzazioni verranno comunicate esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica del richiedente entro 12 ore dalla partenza.

Il passeggero, quindi, dovrà presentare la copia dell’autorizzazione rilasciata insieme alla carta d’imbarco ed a un documento d’identità in corso di validità.

La compagnia di navigazione, con l’ausilio di addetti preposti dalla Regione, in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, verificherà prima del momento dell’imbarco, l’effettivo possesso delle giuste autorizzazioni necessarie per il viaggio.

Infine, gli autisti obbligati a viaggiare per esigenze di trasporto di genere e materiali di prima necessità, saranno obbligati a seguire le regole di protezione imposte dal governo e dai sindacati per tutte le categorie produttive.

Scritto da Ilenia Albanese

Scrivi un commento

1000

Avventure nel Mondo: viaggi in barca a vela, itinerari

L’Europa chiude le frontiere: stop ai viaggi

Leggi anche
  • Zoom TorinoZoom Torino, il primo parco bioimmersivo d’Italia

    Alla scoperta del primo ed unico parco bioimmersivo d’Italia: zoom Torino

  • zanna biancaZanna Bianca, il film che ti porta in Canada

    Per celebrare l’uscita del film Zanna Bianca, Alidays e Geo Travel in collaborazione con Adler Entertainment hanno organizzato un concorso a premi.

  • YulefestYulefest
  • Yosemite National Park: l'effetto delle cascate di fuoco al tramontoYosemite National Park: l’effetto delle cascate di fuoco al tramonto

    Nel mese di Febbraio le cascate del Yosemite National Park, le Horsetail Fall, sembrano far cadere della lava. Gli esperti: “è un’illusione ottica”.

  • 
    Loading...
  • yawarakan's cafe il bar dei pelucheYawarakan’s cafe: dove si trova il bar dei peluche?

    Tutte le informazioni e le curiosità sul Yawarakan’s cafe: il bar dei peluche.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.