Scorrano, la “principessa del Salento”: cosa vedere

Scorrano, la "principessa del Salento", una magnifica località pugliese, che ha visto diverse dominazioni. Scopriamo insieme cosa vedere.

Scorrano, anche detta “principessa del Salento“, è una magnifica località pugliese, vicino Lecce. E’ conosciuta soprattutto per le sue luminarie, particolarmente sfarzose e luminose, che si accendono nel periodo di luglio, in occasione della Festa di Santa Domenica.

Scorrano, la “principessa del Salento”: cosa vedere

Scorrano ha tanto da offrire, specialmente per il fatto che ha visto diverse dominazioni, ognuna delle quali ha arricchito il paese a modo suo.

Oggi sono testimonianza di questa varietà culturale, monumenti ed edifici storici, tutti da non perdere!

Palazzo Frisari

L’ultima casta che ha governato la città, quella dei Frisari, ha fatto erigere un palazzo, che si sviluppa su due piani e all’entrata possiede una maestosa scalinata.

E’ formidabile come l’edificio sia imponente ed elegante, con tante stanze e salotti grandi quanto appartamenti.

Chiesa di Santa Domenica

La chiesa è costituita da due parti cronologicamente diverse: una del XVI e un’altra del XVII secolo. Presenta una facciata in conci di carparo a vista, scandita da quattro paraste e caratterizzata da un portale principale con l’architrave dominato dalla statua di Santa Domenica affiancata da San Nicola e San Gennaro.

L’edificio è un bellissimo esempio dello stile barocco, particolarmente ricco dal punto di vista delle decorazioni. Al suo interno è custodita una tavola del salernitano Vincenzo De Rogata raffigurante la Madonna tra San Matteo e San Marco, datata 1498.

Porta Terra

Porta Terra è l’unica testimonianza ancora esistente dell’antica cinta muraria che proteggeva la città medievale.

La porta risale al XV secolo e fu costruita su una porta o torre ancora più antica. E’ un reperto molto prezioso anche dal punto di vista artistico: infatti al centro della porta vi è un incasso con un affresco del quale si vedono solo due angeli che reggono una corona, ma la figura centrale che riceve il copricapo non è visibile.

Torre dell’Orologio

La Torre dell’Orologio è costituita da tre ordini: venne costruita nel 1819 e nel primo ordine è inserito lo stemma di Scorrano con la data 1749, nel secondo ordine trova posto il quadrante dell’orologio e infine la struttura termina con le campane.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le location del film “Cose nostre- Malavita”: quali sono?

Quante linee di metropolitana ha Milano

Leggi anche
Contentsads.com