Notizie.it logo

Terme libere in Italia: come raggiungerle e le migliori

Terme libere in Italia: come raggiungerle e le migliori

In Italia non è sempre necessario pagare per avere un po' di relax. Ecco 5 terme naturali con accesso gratuito per tutti gli amanti del benessere.

Le migliori terme naturali in Italia. Secondo il sito di Snapitaly è possibile stilare una classifica delle aree termali più belle che la penisola ha da offrire, con il valore aggiunto di essere ad accesso completamente gratuito. Si tratta di terme conosciute in particolare ai cittadini residenti vicino ad esse, magari oscurate da terme a pagamento più famose e situate a poca distanza da quelle naturali, messe così inevitabilmente in ombra.

Le terme libere d’Italia

Non sempre bisogna pagare per andare alle terme. In Italia esiste una piccola ma importante rosa di aree termali naturali ad accesso gratuito, capaci di rivaleggiare con quelle a pagamento. Per gli amanti del relax non saranno certo sconosciute le terme di Bormio. Queste ultime si sono fatte rapidamente un nome nel settore per la loro bellezza e invidiabile atmosfera. Purtroppo – o per fortuna – la presenza delle terme di Bormio ha nascosto per pochissimi la conoscenza di un’area termale naturale, posta a pochi metri di distanza.

Quest’ultima porta il nome di Pozza di Leonardo da Vinci ed è in grado di offrire un momento di relax a una temperatura in acqua di circa 36 gradi.

La Pozza è solo la punta dell’iceberg. Spostandosi in Val d’Orcia, in provincia di Siena, i turisti potranno imbattersi in un’area termale ribattezzata con il nome di Balena Bianca. Un soprannome particolare, ma per nulla fuori contesto. Il riferimento al cetaceo reso celebre dal romanzo di Herman Melville è rivolto a una particolare forma delle cascate vicino ai Bagni di San Filippo, che danno l’impressione di trovarsi di fronte a una balena bianca.

Le altre mete

La lista prosegue con le Terme di Saturnia, di Viterbo e di Segesta. Le prime si sono fatte strada grazie alle “Cascatelle”, conosciute anche come cascate del Mulino. Queste ultime offrono la possibilità di immergersi nelle acque sulfuree derivate dal torrente del Gorello a una temperatura di circa 37 gradi.

Le terme di Viterbo offrono agli amanti del relax le piscine Carletti, visitabili tutto l’anno, anche durante la stagione invernale, grazie a una temperatura che si aggira tra i 30 e i 60 gradi centigradi. La colonnina di mercurio non rischia di scndere, grazie al continuo ricambio tra le pozze. Chiudono la classifica le terme di Segesta con le Polle del Crimiso. Per queste ultime, il vero protagonista è il contesto in cui si trovano. Infatti, le polle sono immerse nel mezzo della campagna siciliana, con un continuo ricambio dell’acqua, grazie all’intervento del fiume Crimiso che garantisce agli ospiti una temperatura di circa 47 gradi. I turisti possono approfittare delle anse riparate lungo il corso del fiume, per godere pienamente del tepore offerto dall’acqua termale. Un’ottima idea per le vacanze di Pasqua 2019.

© Riproduzione riservata
Leggi anche