Terra dei Ciclopi: dove si trova, il mito e la leggenda

Dove si trova la Terra dei Ciclopi, un luogo leggendario che regala scenari spettacolari formati milioni di anni fa.

La terra dei Ciclopi è un luogo leggendario, nominato nell’Odissea, ma dove si trova? Un paradiso tutto da scoprire che unisce mito e realtà in un panorama naturale incredibile.

Terra dei Ciclopi: dove si trova

Omero narra, nell’importante poema epico, che Ulisse, durante il suo lungo viaggio di ritorno dalla guerra di Troia, sbarca nella misteriosa Terra dei Ciclopi.

Da lì, Ulisse, spinto dalla curiosità raggiunge la grotta del più terribile di tutti, Polifemo, dove lui e i suoi compagni vengono catturati dal gigante.

Non tutti sanno, tuttavia, che questo luogo esiste davvero e stupisce turisti e visitatori con la sua incomparabile bellezza selvaggia e indomabile.

Scopriamo, quindi, qual è il mito legato alla Terra dei Ciclopi e dove bisogna andare per visitare questo luogo incredibile.

Aci

Questa famosa terra a cui si riferiscono poeti e artisti sono le isole Ciclopi, un piccolo arcipelago della Sicilia in provincia di Catania. Le isole Ciclopi si trovano di fronte alla spiaggia di Aci Trezza, nel territorio comunale di Aci Castello, nella città metropolitana di Catania. La riserva naturale è costituita dall’isola Lachea, la più grande dell’arcipelago, tre Faraglioni e 4 scogli. I faraglioni sono: il Faraglione grande, il Faraglione piccolo e il Faraglione degli Uccelli.

Istituita nel 1989, l’area marina protetta “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi” prende il nome dal mitologico incontro tra Ulisse e il ciclope Polifemo, episodio fondativo dell’intero arcipelago.

Il mito

L’antica leggenda narra che la Terra dei Ciclopi è il luogo dove Ulisse incontrò Polifemo, celebrando l’arguta intelligenza sulla violenza. Questa terra è, inoltre, il luogo in cui la natura conserva i segni della rabbia del rozzo Ciclope mentre scaglia grossi macigni contro il fuggitivo ed astuto navigante.

Omero, Euripide e Virgilio cantano le lodi di questa fascia costiera, ma anche i grandi pittori europei si sono interessati di questa terra, molte opere sono conservate nel museo di Weimar o alla National Gallery di Londra.

Ma non è l’unica leggenda legata a questa terra. Una seconda versione, infatti, racconta di Polifemo, ciclope innamorato non corrisposto della ninfa Galatea che, invece, amava il giovane ed aitante pastore Aci. Il Ciclope corteggiava senza successo la Ninfa e la sua gelosia esplose in rabbia distruttiva quando vide la sua amata tra le braccia del bel pastore Aci. Polifemo, roso dall’ira, scagliò una roccia contro Aci colpendolo a morte ma Galatea, in un ultimo sforzo per tenerlo in vita, trasformò il sangue del suo amato in fresca acqua di sorgente, trasformandolo, in tal modo, in un dio fluviale.

faragioni

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La selezione delle spiagge più belle di Benidorm

Cala di Gesso dell’Argentario: come arrivare allo scenario da favola

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.