Vacanze in Islanda 2021: le nuove regole per i turisti

La guida alle regole da rispettare per godersi delle piacevoli vacanze in Islanda per il 2021.

Tra i Paesi che si preparano alla riapertura per il 2021 c’è l’Islanda, meta ideale per vacanze da sogno, ma nel rispetto di alcune regole. Vediamo, quindi, quali sono i comportamenti da rispettare e le restrizioni previste per i viaggiatori.

Vacanze in Islanda 2021: le regole per turisti

L’Europa getta le basi per la ripartenza del turismo dopo il difficile anno appena passato. Tra le destinazioni da prendere in considerazione per i prossimi mesi c’è l’Islanda, pronta a riaprire le sue porte ai turisti.

Naturalmente sono previste regole per l’ingresso dei viaggiatori nel Paese, ma si allentano le restrizioni grazie alla campagna vaccinale e al calo del numero di contagi.

L’Islanda ha ufficialmente riaperto al turismo, permettendo ai viaggiatori di tutto il mondo di godere delle bellezze naturali di questo splendido Paese.

Infatti, l’emergenza sanitaria è ormai sotto controllo, e da marzo 2021 non si registrano né decessi né contagi.

Riaprono gli alberghi, i ristoranti, e tutto è pronto per una vera ripartenza. Ma vediamo quali sono le regole e le condizioni stabilite per permettere l’ingresso ai turisti in Islanda.

Turismo Islanda oggi

Vaccini e tamponi

L’Islanda ha deciso di aprire le porte ai viaggiatori, ma con alcune semplici condizioni. Infatti, è permesso l’ingresso ai vaccinati. I vaccini accettati sono Pfizer, AstraZeneca e Moderna, ed è richiesta una documentazione certificata dall’ente autorizzato. Il certificato può essere in formato cartaceo o elettronico. Sarà poi il controllo di frontiera a valutare se un certificato è valido. Il certificato dovrà essere scritto in inglese, islandese, danese, norvegese, svedese o francese, quindi deve essere accompagnato da una traduzione certificata.

Tra le informazioni richieste nella certificazione non devono mancare nome e cognome (come nei documenti di viaggio), data di nascita, nazionalità, numero di passaporto o del documento di viaggio e la data delle vaccinazioni eseguite.

Via libera anche a chi ha contratto e superato il Covid-19.

Invece, per gli altri viaggiatori sono previste maggiori restrizioni per l’ingresso nel Paese. Infatti, è richiesto un modulo online da inviare 72 ore prima dell’arrivo. Il modulo dovrà presentare i dati del viaggiatore ed il risultato del test Pcr negativo effettuato entro un massimo di 72 ore prima di imbarcarsi sul volo.

I controlli sono piuttosto rigidi presso l’aeroporto di Keflavik, ma i controlli non sono finiti qui.

Infatti, una volta arrivati in Islanda, i turisti dovranno effettuare un doppio tampone a distanza di 5 giorni, durante i quali bisogna restare in quarantena.

Tuttavia, a partire dal 1° maggio le regole d’ingresso dovrebbero essere alleggerite. Si potrà, infatti, evitare la quarantena anche per chi non ha gli anticorpi, purché il paese di provenienza sia del “colore giusto”.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vacanze alle Seychelles 2021: regole e riaperture al turismo

Vacanze a Phuket 2021: le regole da rispettare

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media