Notizie.it logo

10 cose da fare a Dublino a marzo

10 cose da fare a Dublino a marzo

Dublino è una città che unisce un pronunciato fascino storico a un dinamismo giovane e coinvolgente.

Scopriamo insieme il decalogo delle 10 cose più interessanti da fare nella capitale irlandese a marzo.

Dublino è una meta che accoglie i turisti durante tutto l’anno, anche se l’inizio della primavera e la festa di San Patrizio rendono il mese di marzo un periodo particolarmente propizio per visitare la città. Il 17 marzo tutta l’Irlanda festeggia il suo patrono; a Dublino il St. Patrick’s day è celebrato con un festival che dura quattro giorni, caratterizzato da feste, danze, appuntamenti e eventi in tutta la città, culminando nella grandiosa parata del 17 marzo. Ogni anni il festival dedicato a San Patrizio attira migliaia di turisti da ogni angolo del mondo.



Con il mese di marzo si saluta anche l’arrivo della bella stagione: il tempo clemente consente ai turisti di godere al meglio delle attrazioni all’aria aperta che la capitale irlandese offre. Abbiamo selezionato per voi alcune proposte; il Phoenix Park è uno dei parchi più grandi d’Europa, è visitabile a piedi o è possibile affittare le biciclette per percorrere i suoi viali.

Il parco ospita lo zoo cittadino; si tratta di una gita ideale per famiglie e bambini.

Se le giornate si preannunciano miti e soleggiate- eventualità non troppo rara a marzo- potrete approfittarne per scoprire un lato inedito dell’Irlanda. Dal centro città, infatti, parte la Dart (Dublin Area Rapid Transport), un servizio di treni elettrici che collega Dublino con diversi luoghi della Dublin Bay: durante gli orari di punta i treni sono affollati dai pendolari che si recano a lavoro, ma nel resto della giornata i turisti possono usufruire del servizio per scoprire la costa occidentale Howth e gli splendidi panorami a picco sul mare, arrivando fino a Bray, a sud della capitale.

Per gli appassionati di shopping, una giornata di sole rimanda automaticamente ai mercatini all’aria aperta che affollano il centro città. L’Ha Penny Flea Market di Lower Liffey Street è un mercatino delle pulci dove divertirsi a cercare tra le numerose bancarelle gli oggetti più disparati: gioielli e vestiti vintage, vinili di vecchie band irlandesi, antiquariato e opere d’arte di artisti locali.

Una passeggiata alla scoperta dei cortili e dei viali della più antica università di’Irlanda è d’obbligo.

Il Trinity College è una meta che attrae sempre molti giovani, intellettuali o anche solo i curiosi: qui, infatti, hanno studiato personaggi del calibro di Oscar Wilde e Jonathan Swift. All’interno, non perdetevi la visita all’Old Libary, che raccoglie oltre 200.000 testi antichi.

Considerato che il mese di marzo, pur sancendo l’inizio della primavera, spesso è caratterizzato da un tempo instabile, con frequenti ricadute nel freddo invernale, abbiamo deciso di proporvi una serie di attività a cui potrete dedicarvi anche in caso di giornate piovose e fredde. Dublino è famosa, oltre che per aver ospitato la prima università irlandese, per aver dato i natali a scrittori e poeti illustri, come Oscar Wilde, Samuel Beckett, James Joyce… Il Dublin Writers Museum celebra gli scrittori irlandesi più apprezzati, raccogliendo la storia della letteratura irlandese. Consigliamo a tutti gli amanti della letteratura di non perdersi una visita al museo, per ammirare i cimeli e le curiosità delle maggiori personalità letterarie irlandesi.

Un altro autore irlandese, la cui fama è giunta inalterata sino ai giorni nostri, è Bram Stoker, il padre del temuto Conte Dracula.

Oggi, nella città natale dello scrittore, il Bram Stoker Dracula Experience è un museo dedicato alla storia del vampiro più celebre di tutti i tempi, con aneddoti e curiosità relative alla stesura del romanzo, in un’atmosfera decisamente gotica.

Se amate i musei, ma non siete dei patiti di vampiri e di romanzi noir, la Biblioteca Nazionale e il Museo Nazionale d’Irlanda sono più adatti ai vostri gusti! Il Museo Nazionale è il più grande museo d’Irlanda e rappresenta ancora oggi una delle istituzioni culturali più importanti del paese.

Infine, per rifocillarvi dopo un faticoso city tour, vi consigliamo due opzioni: o la degustazione di whisky presso la Jameson Old Distillery, una distilleria storica e tradizione, oppure una gustosa merenda a base di e torta (assaggiate la blackberry and apple tart, con mele e mirtilli) al Bewley’s Cafè, un locale tranquillo e molto amato dai giovani.

© Riproduzione riservata
Leggi anche