I 5 templi più belli di Bali: tra religione e architettura

Bali è un'isola dove viene data molta importanza all'aspetto religioso, tanto da essere conosciuta anche come "isola degli dei": ecco i 5 templi più belli.

Bali è una meta turistica che ogni anno viene scelta da tantissimi viaggiatori, per via dei luoghi suggestivi che la caratterizzano e per le sue spiagge bianche bagnate da un mare cristallino.

I 5 templi più belli di Bali

Bali è un’isola dove viene data molta importanza anche all’aspetto religioso, tanto da essere conosciuta anche come “isola degli dei”: pullula di templi dove il tempo sembra sospeso, per via dell’atmosfera solenne e sacra che si respira.

Vennero costruiti con una precisa funzione, ovvero quella di proteggere il luogo dagli spiriti maligni.

Le architetture sono maestose e suggestive, sicuramente da non perdere se vi trovate qui. Ecco i più belli che meritano di essere visitati!

Uluwatu

Uno dei templi più belli di tutta l’isola, situato su una scogliera a strapiombo sull’oceano, è dedicato al Siva Rudra Dio della tempesta.

Il momento migliore per visitarlo è sicuramente quello del tramonto, quando si tiene la rappresentazione della danza del fuoco kecak, davvero suggestiva ed emozionante.

Pura Besakih, il tempio Madre

E’ composto da un complesso di 23 templi, che lo rendono riconoscibile anche a lunga distanza: i tetti neri degli edifici sorgono imponenti toccando il cielo dell’isola, uno spettacolo più unico che raro!

Elemento centrale e simbolico sono le numerose scalinate, che rappresentano l’ascesa e la purificazione dell’anima umana.

Il tempio, suddiviso in tre zone, è dedicato a Shiva il distruttore, Brahma il creatore e Visnu il preservatore.

Qui si tengono alcune delle cerimonie più importanti di tutto il culto induista, a cui si può anche partecipare.

Tirta Empul

Questo tempio è caratterizzato da una vasca molto grande, situata al centro della struttura, dove i fedeli si immergono per purificare la loro anima: a mani giunte si bagnano dalle 13 fontane che decorano il bordo della piscina.

Anche i turisti possono partecipare alla cerimonia, l’importante è che abbiano l’autorizzazione dei responsabili del tempio.

Pura Goa Lawah

Nei pressi di questo tempio ci sono molti pipistrelli, cosa che gli ha fatto conquistare il soprannome di “grotta dei pipistrelli”: questi animali sono anche legati alla dea serpente Naga Basuki, a cui il tempio è dedicato, che si dice si cibasse proprio di loro.

Gli abitanti dell’isola ritengono che sotto Pura Goa Lawah ci siano dei tunnel lunghi kilometri, che portano fino al tempio Besakih.

Pura Lempuyang

Anche conosciuto come “porta del paradiso”, si tratta del tempio più conosciuto di tutta Bali e si trova in cima al Monte Lempuyang, da cui prende il nome, ad una altezza di circa 1175 metri sul livello del mare.

Raggiungerlo non è molto semplice, ma ne vale sicuramente la pena per scattare qualche foto memorabile!

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come si festeggia il Carnevale a Napoli: usanze e costumi

“La lunga notte- la caduta del duce”: le location

Leggi anche
Contentsads.com