Notizie.it logo

Accessori per Interrail: come viaggiare comodi in treno

Treno Trenitalia

L'Interrail viene scelto da migliaia di viaggiatori ogni anno. Famoso per la flessibilità e lo spirito di avventura, l'Interrail può essere organizzato all'interno di un solo paese europeo, o attraversando varie nazioni. Importante è, quando si viaggia in treno, avere gli oggetti essenziali sempre con sé, come uno zaino comodo e leggero, una guida completa ed un cuscino che permetta di riposarsi duranti gli spostamenti.

L’Interrail viene scelto da migliaia di viaggiatori ogni anno. Famoso per la flessibilità e lo spirito di avventura, l’Interrail può essere organizzato all’interno di un solo paese europeo, o attraversando varie nazioni. Importante è, quando si viaggia in treno, avere gli oggetti essenziali sempre con sé, come uno zaino comodo e leggero, una guida completa ed un cuscino che permetta di riposarsi duranti gli spostamenti.

Che cos’è l’Interrail

L’Interrail è un ottimo modo per organizzare un viaggio flessibile in giro per l’Europa; precisamente, l’Interrail è un biglietto ferroviario aperto, utilizzabile dai residenti in Europa, che permette di avere un numero di viaggi spendibili in un determinato lasso di tempo su treni di tutti i paesi europei aderenti. L’Interrail nasce nel 1972, con il programma riservato ai viaggiatori con meno di 21 anni. Esso comprendeva possibilità di viaggio in 21 paesi. Nel 1991, con la fine dell’Unione Sovietica, viene esteso il numero di paesi europei aderenti all’iniziativa, arrivando a 30 paesi partecipanti nel 1994.

Finalmente nel 1998 viene anche abbattuto il limite anagrafico ed il biglietto diviene utilizzabile ad ogni età con diverse tariffe. Inoltre, vengono stabilite 8 zone di viaggio, ma dal 2007 questa suddivisione non esiste più, lasciando flessibilità ai viaggiatori. Dal 2015 i bambini fino agli 11 anni non pagano, purché accompagnati da un adulto, ed ogni adulto ha la possibilità di accompagnare 2 bambini.

Itinerari Interrail Italia ed Europa

Da quando è stata cancellato il limite di età e la divisione in zone, è possibile acquistare una tipologia di biglietti confacenti alle proprie tasche ed ai propri progetti di viaggio. Si può acquistare un biglietto per una sola nazione, chiamato One Country Pass, come ad esempio lo Spagna Pass, tra i più gettonati; altrimenti si può acquistare il Global Pass, che permette lo spostamento in tutte le nazioni aderenti all’iniziativa. I paesi in cui può essere usato il Global Pass sono: Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Repubblica Ceca, Austria, Finlandia, Francia, Grecia, Germania, Italia, Ungheria, Irlanda, Lussemburgo, Macedonia, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovacchia, Spagna, Svizzera, Regno Unito, Slovenia, Svezia e Turchia.

Nel biglietto sono inclusi anche gli spostamenti in traghetto da Patrasso ad Igoumenitsa e da Ancona a Bari. La durata del Pass varia dai 10 ai 30 giorni.
Come detto prima, con il One Country Pass, invece, si può viaggiare all’interno di un solo paese, per una durata massima di un mese. Il pacchetto più costoso è quello che permette di viaggiare in Francia, Germania o Regno Unito. A seguire ci sono l’Austria, la Norvegia, la Spagna e la Svezia, proseguendo con Italia, Grecia, Croazia, fino ad arrivare alle tratte meno costose, in paesi come Slovenia, Macedonia e Turchia.

Consigli per viaggiare in treno

Il primo e forse più importante consiglio è quello di viaggiare leggeri. Ciò che bisogna evitare sono trolley o zaini ingombranti; avere un bagaglio maneggevole è fondamentale per adattarsi a tutte le situazioni. Ricordatevi che ci si può trovare in situazioni precarie, come un treno super affollato, ed avere l’ingombro di bagagli troppo grandi e pesanti potrebbe risultare negativo.

Abbiate sempre una felpa a portata di mano, spesso l’attesa nelle stazioni può risultare lunga e la notte potreste incontrare temperature piuttosto basse. Viaggiare in treno di notte potrebbe essere una buona soluzione per risparmiare sul costo di ostelli o campeggi; non è indispensabile prenotare una cuccetta, ma basta adattarsi e cercare un giaciglio sui sedili! Certo, ci sono degli oggetti che in treno non possono mancare, per viaggiare più comodi e per godersi momenti di relax.

Cosa portare in treno

Ci sono degli oggetti che non possono mancare per rendere più semplice epiacevole il vostro viaggio in treno in giro per l’Europa.
Se siete in procinto di partire per un viaggio all’avventura, non potete dimenticare i travel mug, ovvero le tazze da viaggio; potrete riempirle con thè caldi o caffè bollenti,oppure per tenere fresca il più a lungo possibile l’acqua. Esistono diversi tipi di travel mug. Colorate o a tinta unita, con il manico o senza, in vari materiali, dall’alluminio al silicone, con beccuccio o con una semplice apertura sul tappo per sorseggiare la propria bevanda in qualsiasi momento.

Un perfetto incrocio tra thermos e tazza termica da viaggio.

A prova di perdita e, visto il prezzo, anche a prova di tasche!

Un viaggio non è tale senza una guida; per prendere spunto per itinerari, luoghi da visitare e consigli su ostelli e ristoranti. La Lonely Planet è sinonimo di qualità, e questa guida che raccoglie itinerari da tutta Europa è perfetta per un Interrail all’avventura. Potrete studiarla e consultarla nei tratti di viaggio in treno, per passare le ore in maniera produttiva e stimolante.

Passando molte ore a bordo di treni, può essere indispensabile un asciugamano. Questo Cocoon Towel Light è perfetto perché si asciuga facilmente, così da poter essere velocemente riposto nello zaino.

Come abbiamo già detto, in treno è sempre meglio viaggiare comodi e leggeri. Uno zaino è quindi il bagaglio perfetto per un Interrail. Questo della Foregoer è salvaspazio; nylon ultraleggero ed idrorepellente; 30 litri, per portare mappa, passaporto, vestiti, bottiglie, occhiali, fotocamera, snack e con tasche per tablet e cellulare.

Cuscino cervicale

Per rilassarsi e dormire in treno, anche se non si viaggia in cuccetta, può risultare indispensabile un cuscino per cervicale.

Un buon cuscino deve essere indeformabile, quindi è consigliabile acquistarne uno in lattice; questo materiale consente di adattarsi al collo senza perdere la propria forma. La forma che li contraddistingue è “a doppia onda”, ovvero più alti ai lati e più bassi al centro. Si trovano in commercio anche cuscini non in lattice, ma con un’anima centrale indeformabile in poliestere o poliuretano. Di seguito modelli di cuscini per cervicale da viaggio, comodi e pratici.

Questo cuscino è gonfiabile, munito anche di tappi e mascherina. Un kit perfetto per dormire in treno. Facile da lavare, regolabile e confortevole.

Questo cuscino a forma di U ha lobi sollevati sui lati per permettere al collo ed alla testa di ottenere una comoda posizione. In schiuma Memory, facile da lavare; i materiali consentono la traspirazione, per lasciare sempre il collo asciutto e fresco.

Questo cuscino da viaggio vi regalerà confort e relax anche nelle situazioni più scomode. Aiuta a prevenire la spondilosi cervicale cronica. E’ gonfiabile, leggerissimo e con fondo antiscivolo.

Dopo questi consigli di viaggio, non ci resta che augurarvi buona avventura!

© Riproduzione riservata
Leggi anche