Alhambra, Granada: storia e informazioni

Tutte le informazioni per conoscere l'Alhambra di Granada e la sua storia.

Durante un viaggio in Andalusia, una delle mete da visitare assolutamente è l’Alhambra di Granada, un monumento ricco di storia.

Alhambra, Granada: storia

L’Andalusia è una regione della Spagna ricca di mete splendide da visitare durante una vacanza. Una delle più belle città del territorio è la località di Granada.

Al suo interno si trovano meravigliose attrattive da vedere nel corso di un viaggio. Uno dei simboli più importanti di questa magnifica città spagnola è l’Alhambra. Si tratta di un monumento ricco di storia, nonché uno dei più grandi capolavori dell’arte araba. Si tratta di una maestosa cittadella fortificata, che era già nota durante il IX secolo. L’Alhambra funzionava in modo autonomo rispetto alla città di Granada già durante il XIV secolo.

Advertisements

Il nome della fortificazione significa Fortezza Rossa, probabilmente a causa del colore rossastro delle sue mura. La storia del complesso è molto affascinante e inizia con la sua fondazione a opera di Muhammad ibn Nasr.

alhambra-3689

Alhambra dalle origini a oggi

Dopo la sua fondazione, il dominio dell’Alhambra passò a Muhammad II, figlio di Muhammand ibn Nasr. La fortificazione vide il suo periodo di massimo splendore durante il XIV secolo, sotto il dominio di Yusuf I e Mohammad V. Furono infatti queste due figure a far erigere molti dei palazzi e delle torri che si possono visitare attualmente. Sono stati invece i Re Cattolici a permettere la visita di questo maestoso monumento.

Ciò accadde a partire dal 1492, dopo la loro conquista della cittadella e di Granada. Carlo V fece poi erigere un nuovo palazzo e abbellì ulteriormente il magnifico complesso dell’Alhambra. Durante il 1812 la fortificazione rischiò la distruzione a opera dei francesi. Durante il 1984 il maestoso monumento divenne parte del Patrimonio Culturale dell’Umanità dell’UNESCO.

Visita dell’Alhambra

Durante un viaggio in Andalusia, l’Alhambra è una meta da visitare assolutamente.

Per accedere occorre munirsi di un biglietto, che è valido solo per la giornata prenotata. Durante la visita è possibile accedere ai magnifici palazzi del complesso e ammirare le splendide strutture che si trovano al suo interno. Per godersi nel migliore dei modi il giro del complesso di edifici è bene impiegare almeno 3 ore. All’interno dell’Alhambra è possibile usufruire di splendide visite guidate. Le guide, durante la visita, forniscono informazioni dettagliate sui palazzi nasridi e sugli altri edifici che sorgono nel magnifico complesso strutturale della fortificazione. Si tratta di un’esperienza fondamentale da fare nell’ambito di uno splendido viaggio nella bellissima città di Granada.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Al Pairi Daiza Resort in Belgio: l’hotel all’interno dello zoo

Risparmia e vai in vacanza a Settembre: le migliori mete

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media