Bagnaia, Siena: cosa vedere nella frazione di Murlo

Cosa vedere a Bagnaia, il piccolo borgo nella provincia di Siena, in Toscana.

La piccola frazione di Bagnaia, nella provincia di Siena, è un piccolo gioiello della Toscana pieno di monumenti storici da scoprire, ma cosa vedere? La guida ai luoghi interessanti da esplorare nel borghetto della comune di Murlo.

Bagnaia, Siena: cosa vedere

Il piccolo borgo di Bagnaia è un gioiello della Toscana che rappresenta uno dei paesaggi tipici della regione.

Situato nel comune di Murlo, il borghetto della provincia di Siena raccoglie alcuni dei monumenti più suggestivi del comune. Murlo è una terra di gente etrusca, e testimonianze delle origini etrusche del comune si possono ammirare presso il locale Museo “Antiquarium di Poggio Civitate” situato nel centro storico. Dal 1189 al 1778 fu sede dell’omonimo Feudo vescovile, signoria ecclesiastica retta dal vescovo di Siena, di cui rimane il palazzo e l’attigua pieve di San Fortunato dove celebrava i riti religiosi.

Le sue stradine e i suoi vicoletti la rendono la meta ideale per una gita fuori porta tra i borghi della Toscana. Ma vediamo quali sono i luoghi d’interesse da visitare.

Murlo

Chiesa dei Santi Vincenzo e Anastasio

Tra i monumenti storici di maggiore interesse troviamo la Chiesa dei Santi Vincenzo e Anastasio. Già citata durante il XII secolo, la chiesa mantiene ancora oggi la sua struttura tipica dell’epoca romanica, con un tetto a capanna ed un portale sormontato da un arco a tutto sesto.

L’interno presenta una navata unica e vi sono tre altari finemente decorati. Tra le opere d’arte custodite al suo interno troviamo la tela del Transito di San Giuseppe, risalente al Settecento.

Ma non solo. Meritevole di nota è anche la Madonna col Bambino del Cinquecento, contenuta in un tabernacolo intagliato e dorato. Un’opera molto venerata dagli abitanti di Murlo.

Anche le acquasantiere sono di epoche antiche, risalenti una al Cinquecento e la seconda al Settecento.

Antiquarium di Poggio Civitate

A Murlo, uno dei luoghi storici più caratteristici che cattura l’attenzione dei viaggiatori è l’Antiquarium di Poggio Civitate, che ospita numerosi reperti archeologici provenienti dal territorio circostante. Tra i più importanti e famosi troviamo l’antico abitato di Poggio Civitate e dalla necropoli di Poggio Aguzzo.

Si tratta di un museo davvero notevole se si considera l’importanza di certi reperti che vi sono esposti e conservati. Tra i reperti di Poggio Civitate, si possono ammirare numerosi elementi provenienti da un grande palazzo signorile risalente al VII-VI secolo a.C..

Chiesa di San Fortunato

La chiesa di San Fortunato è una chiesa cattolica che si trova a Vescovado di Murlo, nel comune di Murlo. La chiesa fu costruita agli inizi degli anni settanta del XX secolo, al posto di un precedente edificio, e consacrata nel 1972. Pur essendo una chiesa “nuova”, al suo interno sono custodite opere antiche e arredi del XVIII secolo.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sierra della Laguna: cosa vedere nella California del Sud

Villa delle Streghe di Cortenova: perché (non) visitarla

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.