Bali: i 5 templi da visitare durante un viaggio qui

Non solo la porta del paradiso, a Bali sono tanti i templi da vedere, per immergersi nella spiritualità del luogo.

Ti stai chiedendo cosa fare a Bali durante una vacanza? Che ne dici di visitare i 5 migliori templi? Alcuni dicono che la vacanza a Bali non è completa se non visiti almeno uno dei suoi templi più famosi. Inoltre, molti viaggiatori pensano che visitare il tempio è una delle cose migliori da fare qui.

Bali: templi da vedere

Nessuna visita a Bali sarebbe completa senza un viaggio per vedere almeno uno dei suoi templi. Ci sono più di 20.000 Pura (tempio in balinese), non è necessario vederli tutti, ma almeno i più importanti, sì!

Pura Besakih

Il più sacro di tutti i templi di Bali, il “Tempio Madre” di Pura Besakih si trova a circa 3.000 piedi sul Gunung Agung a Bali Est.

Questo complesso tentacolare consolida 23 templi separati, alcuni risalenti al 10° secolo. L’asse principale del tempio è allineato con la cima del Gunung Agung, la montagna più alta e il sito più sacro di tutta Bali.

Pura Besakih è sfuggito per un pelo alla distruzione nel 1963, quando il flusso di lava dell’eruzione assassina del Gunung Agung ha mancato il tempio di pochi metri. Oggi, Pura Besakih è una delle principali attrazioni per i turisti e per i devoti balinesi.

Tirta Empul

La sorgente sacra che alimenta Tirta Empul fornisce acqua santa per i sacerdoti e bagni per i balinesi comuni, che credono che un tuffo qui possa portare fortuna e salute. Un’offerta deve essere fatta al tempio prima di poter salire nella lunga piscina principale per fare il bagno e meditare.

La leggenda vuole che il dio Indra abbia creato la sorgente Tampaksiring (omonima della vicina città) come antidoto a una sorgente velenosa creata da un re demone malvagio.

In realtà, Tirta Empul fu probabilmente costruita nel 926 d.C. durante la dinastia balinese Warmadewa. Un complesso di ville nelle vicinanze ospita i VIP del governo; è stato originariamente costruito per l’ex presidente Sukarno negli anni ’50

Pura Luhur Lempuyang

Oscurità a parte, il tempio di Pura Luhur Lempuyang è uno dei luoghi religiosi più importanti di Bali: è uno dei sei sad kahyangan (“templi del mondo”) dedicati a Sang Hyang Widi Wasa (il dio supremo), ed è anche uno dei nove templi direzionali dell’isola che “protegge” i balinesi dagli spiriti maligni.

Il tempio presenta una sfida interessante per i visitatori: raggiungere la cima significa conquistare 1.700 gradini tagliati nella giungla di montagna, che richiedono circa un’ora e mezza di seria scalata. I balinesi comuni salgono le scale per chiedere l’assistenza divina in caso di problemi o per richiedere benedizioni dall’alto.

Il tempio in cima offre una vista impressionante del Gunung Agung, incorniciato dalla porta del tempio. Cerca di visitarlo il giovedì dopo Galungan, per vedere Lempuyang durante il suo odalan.

Goa Gajah

Conosciuta come la “Grotta dell’Elefante“, Goa Gajah sembra stranamente priva di elefanti finché non ci si rende conto che prende il nome dalla sua vicinanza al fiume Elephant. (Che è anche stranamente privo di elefanti).

L’attrazione chiave di Goa Gajah è il minaccioso ingresso della grotta – la roccia circostante è stata scolpita in un volto, con la bocca aperta.

L’interno della grotta presenta una statua del dio indù Ganesha e un’area di culto dedicata al dio indù Shiva. Goa Gajah risale probabilmente all’XI secolo ed è menzionata in un poema che risale al 1300.

Pura Tanah Lot

Tanah Lot si trova su una roccia a una certa distanza dalla riva, a picco sul mare. L’accesso al tempio è limitato alla bassa marea; anche così, questo pittoresco tempio è assediato dai visitatori.

La costruzione del tempio fu presumibilmente ispirata dal sacerdote Nirartha nel XV secolo; dopo aver trascorso la notte sullo sperone di roccia dove ora sorge il tempio, egli istruì i pescatori locali a costruire un tempio su quel sito. Oggi, Tanah Lot è considerato uno dei templi direzionali più importanti di Bali. Uno sforzo di restauro multimilionario negli anni ’90 ha salvato Tanah Lot dalla caduta in mare.

Essendo uno dei templi più popolari di Bali, Tanah Lot è circondato da folle e venditori. Non visitatelo se cercate la pace e la tranquillità, ma venite se cercate una bella vista del tramonto.

Leggi anche: Viaggio in solitaria a Bali: come vivere l’Asia

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Siem Reap: i templi da visitare in questo centro spirituale

Bangkok: cosa fare e vedere nella capitale tailandese

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media