Casa di Raffaello, Urbino: informazioni sulla visita

Tutte le informazioni sulla visita alla casa natale di Raffaello nella città di Urbino.

La casa natale di Raffaello, ad Urbino, è una casa-museo imperdibile da visitare durante un viaggio nella città marchigiana. Un luogo ricco di storia che racconta gli anni della gioventù dell’artista. Vediamo, quindi, quali sono le informazioni da conoscere per la visita.

Casa di Raffaello, Urbino

Casa Santi è un museo storico di Urbino, tappa imperdibile durante un viaggio nella storica città marchigiana. Infatti, all’interno del museo si ammirano i luoghi che hanno ispirato e cresciuto un giovane artista che ha rivoluzionato il mondo dell’arte: Raffaello Sanzio.

Il famoso artista nacque il 28 marzo del 1483, proprio ad Urbino, in questa dimora, oggi diventata meta turistica famosissima e molto popolare.

La casa venne costruita nel XIV secolo e dal 1460 vi visse Giovanni Santi, padre del celebre pittore, a sua volta pittore professionista ed anche poeta.

Advertisements

Nel 1637 l’edificio, dopo vari passaggi, acquisizioni e divisioni, venne acquistato e riunito da Muzio Oddi, architetto locale. Poi, nel 1837 divenne sede dell’Accademia Raffaello, fondata nel 1869 da Pompeo Gherardi e promotrice di numerose iniziative e studi sul Sanzio.

Qui il giovane pittore, Raffaello Sanzio, visse i primi anni della sua formazione artistica alla scuola del padre Giovanni.

Negli anni la casa si è arricchita di numerose opere d’arte, frutto della generosa collaborazione di privati cittadini e di pubbliche Istituzioni.

Infatti, al suo interno sono ora esposti dipinti, sculture, ceramiche e arredi lignei. Alcuni di questi oggetti sono strettamente connessi a Raffaello, come alcune copie di suoi dipinti, bozzetti per il suo monumento e omaggi di altri artisti al Pittore.

Vediamo, adesso, tutte le informazioni per la visita alla casa-museo.

Raffaello

La struttura

Il primo piano è stato arredato con mobilio d’epoca, che dà l’idea della casa-museo. Poi, nel salone principale vi è un pregevole soffitto ligneo policromo a cassettoni e vi sono stati collocati dei dipinti di Giovanni Santi. Nelle stanze adiacenti vi sono altri dipinti, riproduzioni di tavole dello stesso Raffaello e la cucina com’era al tempo.

Spicca tra tutte la stanza da letto dove forse il pittore nacque, con la Madonna di Casa Santi, una Madonna col Bambino attribuita al giovanissimo Raffaello, che inizierebbe la sua famosa serie di Madonne.

Sempre al primo piano si trova un cortiletto tipico urbinate. Annesso al cortiletto vi è un pozzo e la pietra dove la tradizione vuole si macinassero le pietre per i colori della bottega, situata al piano terra.

Orari della visita

Gli orari di apertura al pubblico della casa museo dal 2 novembre al 28 febbraio vanno dal lunedì al sabato: 09:00 – 14:00. La domenica e festivi, invece, sono: 10:00 – 13:00 e 15:00 – 18:00.

Dal primo marzo al primo novembre, invece, dal lunedì al sabato: 09:00 – 13:00 e 15:00 – 19:00. La domenica e festivi: 10:00 – 13:00 e 15:00 – 18:00.

L’ingresso non è consentito negli ultimi 30 minuti. Invece, i giorni di chiusura sono il 25 dicembre ed il primo gennaio.

Per visitare la biblioteca, gli orari delle visite sono il martedì dalle 15 alle 18.

Prezzi dei biglietti

Il prezzo dei biglietti per la visita è di 3,50 euro a persona, 1 euro per i ragazzi fino ai 18 anni e per studenti. Per i gruppi di almeno 15 membri, il prezzo è di 2,50 euro.

Inoltre, sul sito ufficiale del museo è possibile avere accesso al tour virtuale della casa-museo di Raffaello.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Torino sotterranea: tour tra misteri e luoghi nascosti

Urbino: cosa vedere nei dintorni, i luoghi più interessanti

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.