Cingoli: cosa vedere al “Balcone delle Marche”

Un borgo tutto da visitare per scoprire opere d'arte e natura, dove il lavoro della mano dell'uomo si è perfettamente inserita in maniera armoniosa. Ecco cosa vedere a Cingoli.

Cingoli, conosciuto anche come il “Balcone delle Marche”, è un grazioso borgo dal sapore medievale, fatto di viette e stradine antiche, tra le due città di Ancona e Macerata.

Un borgo tutto da visitare per scoprire opere d’arte e natura, dove il lavoro della mano dell’uomo si è perfettamente inserita in maniera armoniosa.

Cingoli: cosa vedere al “Balcone delle Marche”

Se volete fare una gita fuori porta e visitare un borgo italiano, di quelli dove il tempo sembra sospeso, dove il fascino della tradizione si sente fortemente e dove i panorami lasciano senza fiato, Cingoli è il posto adatto a voi! Scoprite cosa vedere in questo angolo di paradiso.

Il panorama dal Monte Circe

In prossimità del monte che sorveglia il borgo, il Monte Circe, c’è una terrazza da dove si può ammirare la distesa marchigiana, tra campi coltivati, città, fino addirittura al mare!

Il centro storico

Un centro storico che merita sicuramente una visita, dove ci si perde in antiche viette, scoprendo di tanto in tanto bellissimi scorci, e che è racchiuso da mura medievali affascinanti.

Da non perdere Porta Pia: è la porta d’accesso principale della città, costruita nel 1835 in onore di papa Pio VIII. Venne eretta in sostituzione dell’antica imponente Porta Montana, che si apriva tra due massicci torrioni, uno solo dei quali sopravvissuto ai lavori ottocenteschi.

Madonna del Rosario

Si tratta di uno dei capolavori del maestro Lorenzo Lotto, commissionata nella primavera del 1537 dai domenicani di Cingoli per l’altare maggiore della restaurata loro chiesa.

L’opera, dedicata al tema del Rosario, è davvero imponente: 389 x 264 cm sono le dimensioni del dipinto, che certamente vi lascerà a bocca aperta per la sua solennità.

Museo Archeologico Statale

All’interno del museo potrete ammirare i reperti del paleolitico inferiore, medio e superiore, industrie neolitiche ed eneolitiche. Tutto ciò testimonia la storicità e il peso culturale di questo splendido borgo.

Casa-Museo Papa Pio VIII Castiglioni

Il palazzo custodisce gli arredi e gli oggetti personali di Francesco Saverio Castiglioni, nato a Cingoli nel 1761 e che nel 1829 verrà eletto Papa, prendendo il nome di Pio VIII.

Grotta del Santuario di Santa Sperandia

Eretta sulle vestigia dell’antico tempio cristiano-longobardo dedicato a S. Michele, questa chiesa, conserva il corpo dell’omonima Santa Sperandia, monaca benedettina, morta a Cingoli nel 1276, patrona della città.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tutte le dolci location del film “Wonka”

Pozze del Diavolo, come arrivare: il sentiero

Leggi anche
Contentsads.com