Notizie.it logo

Come contrattare un prezzo durante un viaggio

Come contrattare un prezzo durante un viaggio

Che ci piaccia o no, saper come contrattare un prezzo è molto importante durante un viaggio. La contrattazione è parte della cultura di molti paesi.

Se volete fare acquisti, prenotare una notte presso l’hotel, prenotare un taxi o un’autobus, o anche al ristorante, saper contrattare è una qualità importante. Permette non solo di risparmiare denaro, ma eviterete diventare l’anatroccolo da pizzicare quando ci si trova in una zona turistica. Pertanto ecco di seguito un elenco di tecniche, create dalla mia esperienza, di come si impara a contrattare un prezzo e come ottenere la miglior tariffa!

Come utilizzare gli occhi

Generalmente i commercianti cominciano dandovi prezzi irrealistici, non appena ti vedono solo guardare un oggetto. Il trucco per evitare questo problema è quello di indossare occhiali da sole. In questo modo i venditori strada non sapranno quale oggetto state osservando.

Anche evitare di fermarsi di fronte ad un oggetto che interessa è una buona tecnica. Io preferisco passare piuttosto lentamente e guardare.

Evitare di puntare il dito verso tutto quello che si desidera, altrimenti si rischia di influenzare il venditori per caricare il prezzo.

Se siete due persone meglio andare avanti separatamente per rendere più difficile al venditore capire cosa state osservando.

Come negoziare un prezzo in strada

Naturalmente le regole sono diverse secondo il posto. Ma se si vuole essere sicuri che il prezzo ricevuto corrisponde al prezzo “normale” basta cercare su internet il cambio del paese che stai visitando.

Ad esempio, in India, nei negozi per le strade, non si dovrebbe mai pagare più della metà del prezzo che il negoziante ha detto.

Quello che faccio di solito è iniziare la contrattazione partendo dalla metà del prezzo pubblicizzato, e poi vado indietro leggermente se necessario.

Non dare mai il tuo prezzo

A volte i mercanti vi chiederanno di dire il vostro prezzo. La cosa peggiore da fare è rispondere, soprattutto quando non si conosce il valore di un oggetto. In questo modo si potrebbe dare loro un prezzo più elevato di quanto si aspettano. Da lì ti diranno che sei a posto con un sorriso molto grande. Lasciate sempre che sia il rivenditore a darvi un prezzo di partenza, dividere per due (almeno) e partire da lì con la contrattazione.

Attenzione

Fare attenzione a non proporre un prezzo troppo ridicolo, il venditore può sentirsi insultato.

Mio cugino è un eccellente esempio. Durante un viaggio, ha proposto un prezzo così basso che il venditore si è poi rifiutato di vendere qualsiasi cosa nel suo negozio.

Continuare sempre a sorridere

La cosa più importante quando si contratta un prezzo è di continuare a sorridere. Vedetelo come un gioco. Fate attenzione a non rendere la situazione più spiacevole, poichè si può anche finire nei guai.

La maggior parte delle volte i venditori raddoppiano i loro prezzi perché molti turisti non sanno contrattare.

Ricordate che le monetine che risparmi possono rappresentare una certa somma nel paese in cui sei, così non essere avaro quando la contrattazione diventa difficile!

Il top 5 suggerimenti per ottenere un buon affare:

  1. Sembrare sorpreso quando si ha un prezzo, ridere e dire che è davvero tanto costoso.
  2. Cominciare ad allontanarsi, o ancora meglio iniziare proprio ad andare via nel mezzo della discussione, per mostrare una totale indifferenza per l’oggetto.
  3. Essere il primo cliente del giorno! Durante lo shopping della mattina, ci sono più probabilità di avere buoni prezzi, perché sarà il segno di una giornata produttiva e piena di fortuna.
  4. Essere l’ultimo cliente della giornata pure è meglio, perché i prezzi di chiusura potrebbe scendere visto che non si ha più tempo.
  5. Concentrare gli acquisti verso la fine del soggiorno, vi darà una migliore conoscenza dei prezzi nel paese.

Spero che questi suggerimenti vi siano utili!

E voi ne avete di consigli da condividere? Non esitate!

© Riproduzione riservata
Leggi anche