Commissario Ricciardi: location più belle della serie

Le location più belle della nuova fiction di Rai 1, il Commissario Ricciardi.

La nuova fiction, il Commissario Ricciardi, arriva su Rai 1 con delle fantastiche location che faranno da sfondo alle vicende raccontate dai romanzi di Maurizio de Giovanni. Scopriamo, quindi, tutte le ambientazioni più importanti della nuova serie con Lino Guanciale.

Commissario Ricciardi: le location

La nuova fiction basata sui romanzi di Maurizio de Giovanni arriva su Rai 1, portando i telespettatori nella Napoli degli anni Trenta.

Lo show, suddiviso in sei puntate, è stato diretto da Alessandro D’Alatri e avrà come protagonista Lino Guanciale che interpreterà il ruolo del commissario-barone.

La fiction Rai approderà in tv a partire dal 25 gennaio 2021 e terrà con il fiato sospeso con le sue avventure.

Ma scopriamo quali sono i luoghi in cui è stata girata la fiction e le curiosità sullo show.

Napoli

Napoli degli anni Trenta

La fiction della Rai è ambientata nella Napoli degli anni Trenta, per cui sono diverse le strade e le piazze della città partenopea che appaiono nel corso delle puntate.

Tra i luoghi più belli che troveremo nella serie ci sarà il Teatro di San Carlo, un teatro lirico di Napoli, tra i più prestigiosi al mondo. Edificato nel 1737, è un gioiello della città, nonché una delle opere più importanti di questa tipologia.

Un altro luogo che lascia a bocca aperta è il Museo e Real Bosco di Capodimonte insieme alla Villa Pignatelli, un esempio di struttura monumentale situata lungo la Riviera di Chiaia.

Tra le location ci sarà anche il Complesso monumentale dell’Annunziata, di età medievale.

Non mancheranno, poi, le scene ambientate vicino al Palazzo Reale, ma anche allo storico Caffè Gambrinus e nella splendida Piazza Plebiscito.

Alcune scene sono state girate anche all’interno dell’ex base Nato di Bagnoli. Qui, infatti, sono state ricostruite le scenografie di Via Toledo e alcuni interni del Teatro San Carlo.

Altre scene della fiction Rai sono state realizzate invece in un rione collinare di Napoli, a Capodimonte. Questo luogo è caratterizzato dalla presenza di diverse ville nobiliari, una Reggia e un bosco. Capodimonte è anche conosciuto per la porcellana, apprezzata in un po’ tutto il mondo.

E, sempre in Campania, altre location utilizzate per la realizzazione della fiction sono state realizzate a Capua e a Castelvolturno, in provincia Caserta, oltre a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno.

Taranto

Il set della fiction non si è fermata a Napoli, ma i set sono stati allestiti anche in Puglia, a Taranto.

Le ambientazioni hanno interessato la città vecchia che hanno fatto da sfondo ad alcune scene tra le stradine e i vicoletti del centro storico di Taranto.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Monte Velino: sentieri ed escursioni, la guida

Museo della Deportazione di Prato: storia e visita

Leggi anche
  • musa museo subacqueo dell’arteYucatan: dove si trova, cosa vedere e come arrivarci

    Lo Yucatan rappresenta una meta ambita da turisti di tutto il mondo; la penisola separa il mar dei Caraibi dal golfo del Messico e regala paesaggi meravigliosi bagnati da mare cristallino e baciati dal sole. Per il vostro viaggio, non dovete dimenticare di ammirare le magiche rovine Maya, fare un bagno in un cenote e visitare una tipica fazenda del periodo coloniale.

  • Germanwings ProvenzaVolo Germanwings Dusseldorf Barcellona orari
  • Loading...
  • Immagine in evidenza predefinita ViaggiamoVocabolario essenziale inglese
  • spaccanapoli hdr by hanciong d6v5ll6Visita al quartiere storico di Napoli: Spaccanapoli
  • museomummieVisita al Museo delle Mummie a Ferentillo
Contents.media