Cosa vedere in 1 giorno a Venezia, la città della laguna

Venezia è una città tutta da esplorare, che offre bellezze culturali, tutte da non perdere. Vi consigliamo le più interessanti, che in 1 giorno riuscirete a vedere.

Venezia è una delle città più belle d’Italia, dal fascino molto particolare: un villaggio galleggiante, fatto di scorci su canali, architetture impressionanti e tradizione in ogni angolo.

In inverno la città è splendida, un po’ fredda, quindi consigliamo di preparare bagagli con vestiti pesanti!

Cosa vedere in 1 giorno a Venezia, la città della laguna

Venezia, seppur non troppo grande, è una città tutta da esplorare, che offre moltissime attrazioni e bellezze culturali, tutte da non perdere.

Vi consigliamo le più belle e interessanti, che in 1 giorno riuscirete certamente a vedere.

Rialto

Per iniziare il tour di Venezia, consigliamo di iniziare da uno dei quartieri più famosi, Rialto: è sempre stato il cuore commerciale di Venezia e ancora oggi si trovano qui i mercati principali di frutta e pesce fresco, da visitare assolutamente! Potete trovare i mercati dal lunedì al sabato, tra le 7.30 e le 13.30.

Simbolo del quartiere è il Ponte Rialto, ideato nel 1591 da Antonio del Ponte, e che ancora oggi ammalia i visitatori con la sua architettura arcata, sontuosa e imponente. Da qui potrete scattare bellissime foto del canale, mentre le gondole viaggiano trasportate dalla corrente.

Piazza San Marco

L’unica piazza della città, simbolo indiscusso della Serenissima, è un tripudio di arte e storia, che si espande per 170 metri.

Ci sono diversi locali tutt’attorno sotto i portici suggestivi, che regalano l’emozione di bersi un caffè con vista sulla splendida Cattedrale di San Marco, con le sue decorazioni scintillanti e i mosaici onnipresenti, culminanti nella volta della cupola dell’Ascensione.

La chiesa è visitabile: il biglietto di ingresso costa 3€, gratis fino a 6 anni, e se volete accedere alla Pala d’oro c’é un supplemento di 5€ da tenere in considerazione. La Basilica è visitabile dalle 9.30 alle 17.15.

Ponte dei Sospiri

Poco più in là, appena usciti da Piazza San Marco, troverete uno dei ponti più conosciuti della città: il Ponte dei Sospiri.

Il nome proviene dal fatto che un tempo, sotto al ponte passavano scortati i reclusi dalle suddette prigioni agli uffici degli Inquisitori di Stato per essere giudicati.

Ponte dell’Accademia

Con i suoi 165 scalini, è un punto panoramico privilegiato su Venezia e sul via vai di gondole e barchette sul Canal Grande. Il luogo ideale per qualche foto da cartolina insomma.

Gallerie dell’Accademia

Per gli amanti dell’arte e della sua storia, Venezia è certamente il luogo adatto, vista la fama della scuola veneziana.

Le Gallerie dell’Accademia vi permetteranno di ammirare le più importanti opere pittoriche e scultoree veneziane create tra il XIV ed il XVIII secolo. Tra gli artisti presenti troviamo Giorgione, Tiziano, Mantegna, Bellini, Canaletto e Antonio Canova.

Il biglietto d’ingresso costa 12€ (gratuito fino a 18 anni) e gli orari di apertura sono: 8.15–19.15 martedí/domenica, 8.15–14 lunedí.

Ghetto ebraico

Un’area della città molto tranquilla e suggestiva, il ghetto di Venezia è il più antico di Europa (la presenza ebraica è già attestata qui prima dell’anno Mille) e si divide in ghetto vecchio e il ghetto nuovo.

Il ghetto vecchio, il cui nome è legato all’età della fonderia che era qui ubicata (infatti ghetto deriva da geto, parola veneziana che significa fonderia), è stato concesso agli ebrei nel 1541.

Il cuore del quartiere è il Campo del ghetto nuovo, un’ampia piazza su cui si affacciano le sinagoghe più antiche, il museo ebraico, banchi dei pegni e diverse abitazioni.

Libreria Acqua Alta

La Libreria Acqua Alta è stata classificata come una delle librerie più belle del mondo e possiamo dire che è un titolo meritato!

L’ambiente è molto particolare, perchè all’interno di questo edificio con le mura in pietra, che sa di antico, i libri non sono riposti solo su scaffali ma anche su gondole e canoe non più utilizzate.

Talmente tanti sono i libri che potete acquistare e sfogliare all’interno che le loro pile toccano i soffitti. Una location tutta da fotografare!

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le location del film “Qualcosa di nuovo”

Ponte del Diavolo, Rakotzbrucke: storia e leggende

Leggi anche
Contentsads.com