Notizie.it logo

Cosa vedere a Muro Lucano: tra monumenti e buon cibo

cosa vedere a muro lucano

Un'altra bellezza nascosta della Basilicata: parliamo di Muro Lucano, pittoresca e ricca di attrazioni.

Muro Lucano è un antico centro, situato in provincia di Potenza, in Basilicata e viene considerato uno dei 100 paesi più belli d’Italia che vanta di una vasta serie di paesaggi fiabeschi e artistici e allora che aspetti, scopri cosa vedere a Muro Lucano.

Cosa vedere a Muro Lucano

Muro Lucano è una città conosciuta anche come Borgo Presepe, grazie alla struttura urbanistica che presenta. È stata costruita sopra uno Sperone di roccia calcarea dove le abitazioni, disposte una dietro l’altra assomigliano a una suggestione scenografica.

Il quartiere più antico è di influenza Romana: il pianello. Mentre il punto più alto è la sede del monumentale Castello e dell’ex palazzo vescovile. Vi è inoltre la zona rinascimentale.

Visitando questa città si possono ammirare palazzi signorili circondati da piccole piazze e vicoli piuttosto ripidi. È abbellita inoltre da portali e archi.
Sono tanti i monumenti che si possono visitare in questa città, a partire dalla cattedrale di San Nicola e Camera.

La struttura si presenta a Croce Latina avente tre grosse cappelle e la parete destra della navata principale con coperture a tetto. All’interno di essa sono dipinti Santi e anime purganti.

La chiesa parrocchiale di Sant’Andrea Apostolo si presenta con un’aula con soffitto in legno a cassettoni dove all’interno tra le varie opere si può trovare la statua di Sant’Antonio di Padova. Il santuario di Santa Maria delle Grazie di Capo di Liano, si tratta di un edificio sacro dedicato alla Madonna delle Grazie dove tra le varie opere si può possono ammirare Tre Leoni in pietra e la Madonna delle Grazie, una scultura avente un altezza di 160 cm.

Invece nella chiesa parrocchiale di San Marco Evangelista all’interno si può trovare un quadro che raffigura la Gloria della Madonna. Vi sono poi la chiesa della ss. Trinità, l’oratorio di San Gerardo Maiella, la chiesa del Monte dei Morti (ex), la Cappella del Crocifisso, C.da Ponte Giacoia – chiesa di San Gerardo Maiella, la chiesa di Sant’Andrea Apostolo e Convento, convento di sant’Antonio, chiesa di Santa Maria delle Grazie o di Capodigiano, la chiesa di Santa Maria del Carmine, la Chiesa della Natività della B.V.

e convento, chiesa di Santa Maria di Capolisanti e la cappella del Crocifisso.

Muro Lucano è ricca anche di vasti spazi naturali come ad esempio le due grotte, conosciute anche come vucculi. Esse sono formati da colonne, stalagmiti, stalattiti e vele. Il Monte Paratiello è una risorsa naturale con molti boschi e ospita tantissime specie di fauna. È una meta molto ambita nella stagione estiva in quanto si possono ammirare esemplari di faggio molto grandi.

Qui vengono spesso organizzate delle manifestazioni a tema oppure delle emozionanti escursioni. La vasta quantità di chiese che la città ospita la rende molto spirituale.

Specialità gastronomiche

Questa città è anche conosciuta grazie ai suoi sapori. Il tartufo fa parte delle prelibatezze del paese ed è spesso utilizzato come protagonista della cucina mures: inconfondibile sono il suo profumo e il suo sapore che gli abitanti del paese inseriscono nei loro invitanti piatti e portate.

Non meno importante è la pasta fatta in casa, ad esempio lagane e fagioli, i tagliolini con il latte, i cavatelli con la mollica, patate e fagioli.

Per i più Golosi ci sono gustosi dolci con le castagne.

È una città che merita di essere visitata almeno una volta grazie a tutte le risorse che essa può offrire, sia per le persone amanti della natura e della spiritualità, sia per le persone più golose che vogliono provare nuovi gusti e prelibatezze.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche