Cosa vedere a Riga in 3 giorni: cose da non perdere

Riga, la capitale lettone è una piacevole scoperta!

Riga è una città difficile da descrivere. Capitale della Lettonia ed incastonata nel cuore dell’Europa orientale, rimane una meta ancora non molto turistica, ma ricca di sorprese da offrire ai suoi visitatori. Riga, infatti, è un ibrido di culture ed influenze differenti che si sono susseguite durante il secolo passato.

Il risultato è un mix perfetto fra tradizioni locali e rivisitazioni provenienti da altri paesi. In particolare, la città vecchia offre ai turisti angoli tutti da scoprire, lasciando i viaggiatori di tutto il mondo incantati per le sue viuzze e i vecchi negozi che si affacciano sulle strade. La città nuova invece, è il cuore della moderna anima del Paese, che guarda ad un futuro di investimenti e crescita economica. Si tratta a ben vedere di due facce della stessa medaglia, che continuano ad affascinare migliaia di visitatori ogni anno.

Il punto di forza della capitale della Lettonia, infatti, risiede nel fatto di essere costituita da contraddizioni tutte da scoprire! Ma andiamo con ordine e cerchiamo di delineare un breve itinerario per decidere cosa vede a Riga in 3 giorni nella sua suggestiva tradizione! Fra cultura culinaria, musica, arte e affascinanti panorami non manca proprio niente per rendere il vostro viaggio assolutamente indimenticabile!

Cosa vedere a Riga in 3 giorni

Giorno 1

Qualunque sia il vostro punto di partenza, vi ritroverete prima o poi nella piazza principale della città, sede del Municipio, Ratslaukums. Lasciatevi incantare dall’ edificio colorato ed imponente e concedetevi qualche minuto di fronte alla particolarità di uno stile architettonico tanto diverso da quello a cui siamo abituati.

La vostra attenzione verrà sicuramente catturata dalla Casa delle Teste Nere, oggi sede degli uffici del turismo, bombardata durante la Seconda Guerra Mondiale e ristrutturata come simbolo della capitale e del suo passato glorioso.

Inizialmente costruita nel Trecento, è stata per secoli la sede della confraternita di mercanti omonima, la quale rappresentava il fulcro della vita economica e produttiva della Lettonia.

Molto interessante è anche la statua che domina il centro della piazza. Si tratta dell‘eroe cavalleresco Rolando, difensore degli accusati e dei più deboli. Dopo aver scattato qualche foto, godetevi un bel pranzetto in uno dei tanti ristoranti di cucina tipica che animano la zona. Fate scorte di energie, perché vi saranno utili nel pomeriggio!

Riga infatti è stata scelta come capitale della cultura 2014 non a caso! Essa vanta la più importante collezione di edifici in stile Art Nouveau che vi sarà mai capitato di vedere in una singola cittadina europea! A 15 minuti a piedi dal centro storico potrete immergervi nel quartiere più famoso della capitale, lasciandovi incantare dalle facciate più belle e suggestive. Se siete appassionati d’arte, fate un salto al museo Centro Art Nouveau!

Giorno 2

Il secondo giorno sarà dedicato alla visita della città vecchia. Partite da una bella passeggiata lungo la costa del fiume Daugava e raggiungete il Duomo, la cattedrale medievale più grande del Baltico. Lasciatevi quindi guidare dal lungofiume e fermatevi a riposare un po’ presso l’Esplanade, un grande parco pubblico che circonda la città vecchia.

Inoltre, se avete voglia di mangiare qualcosa di tipico, vi consigliamo di fermarvi in uno dei ristorantini caratteristici di questo quartiere per saziarvi con un piatto “povero” a base di rupjmaize, un pane fatto con farina di segale, molto popolare nella cucina lettone. Nel pomeriggio dedicatevi alla visita di qualche museo. Fra i più interessanti vi consigliamo proprio il museo etnografico, capace di mettere in luce i tratti salienti della tradizione storica della bella Riga!

Giorno 3

Per chiudere in bellezza, l’ultimo giorno vi consigliamo di fare un salto nel quartiere hipster e giovanile di Miera Iela, in grado di rappresentare il volto moderno e proiettato al futuro della capitale lettone.

Immergetevi nelle strade piene di negozietti vintage, musica, libri e gallerie d’arte indipendenti. Godetevi un pranzetto radical chic e comprate qualche souvenirs originale, perché siamo certi che questa magica città vi mancherà!

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Corsi di inglese in Inghilterra: i benefici per gli studenti e per l’apprendimento

Cosa vedere a Tallinn in due giorni: cose da non perdere

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.