Programma il tuo viaggio

Come andare in Turchia: documenti per l’ingresso

Cosa serve per entrare in Turchia? Scopriamo i documenti necessari per andare

L’estate si avvicina e stai pianificando le vacanze? Se tra le tue idee come prossima destinazione di viaggio c’è la Turchia leggi questo articolo per sapere quali sono i documenti per andare.

Turchia: quali sono i documenti necessari per andare

La Turchia si distingue da altre mete per i suoi incredibili paesaggi, il mix di culture e la diversità dei monumenti e attrazioni. Questo paese, che unisce Oriente e Occidente, vede unirsi la storia antica, paesaggi sorprendenti e una cultura vibrante. Se il tuo programma è un bel viaggio in Turchia, ecco quali documenti servono per andare e viaggiare in Turchia.

Passaporto e visto: i cittadini italiani avranno bisogno di un passaporto valido per entrare in Turchia.

A partire dal 2024, per soggiorni di breve durata, potrebbe essere necessario un visto elettronico, facilmente ottenibile tramite il sito web ufficiale del visto elettronico (e-Visa) per la Turchia. Controlla sempre la validità del tuo passaporto.

Procedura visto elettronico (e-Visa): dovrai compilare un modulo online e pagare la tariffa corrispondente. Una volta approvato, il tuo visto elettronico (e-Visa) sarà collegato elettronicamente al tuo passaporto.

Documentazione aggiuntiva: a seconda dello scopo del tuo viaggio, potrebbero essere richiesti documenti aggiuntivi.

Tieni a portata di mano questi documenti durante il tuo viaggio.

Assicurarti di avere tutta la documentazione necessaria è essenziale nella tua lista di ciò di cui hai bisogno per viaggiare in Turchia, garantendo un ingresso senza problemi e un soggiorno piacevole.

Visitare la Turchia: i documenti e le regole da conoscere

Per visitare la Turchia, come detto nel paragrafo precedente, è necessario il passaporto o la carta di identità valida per l’espatrio, con almeno cinque mesi di validità. E’ consentito l’ingresso in Turchia anche con la sola carta di identità valida per l’espatrio, cartacea o elettronica, in condizioni di perfetta integrità e con una validità residua di almeno 5 mesi, per coloro che:

Entrano in Turchia attraverso tutte le frontiere, per via aerea e marittima; entrano in Turchia, dal confine greco e bulgaro, per via ferroviaria e per via terra.

E’ invece assolutamente necessario il passaporto, in condizioni di perfetta integrità e con una validità residua di almeno 5 mesi, per coloro che entrano nel Paese, per via terra e ferroviaria, dai confini del sud-est ed est della Turchia, ovvero dalle frontiere con la Georgia, l’Azerbaigian – exclave del Nakhicevan, l’Iran, l’Iraq e la Siria.

Infine, il visto d’ingresso non è necessario per motivi turistici per soggiorni inferiori a 90 giorni. Ricordate invece che per viaggi con finalità diverse dal turismo e comunque per rimanere più di 90 giorni in Turchia nell’arco di 180 giorni rimane l’obbligo del visto.

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

Cosa vedere a Barcellona in crociera: migliori attrazioni e cosa fare

I 10 posti più belli della Spagna: guida completa

Leggi anche
Contentsads.com