Entroterra sardo da visitare: luoghi speciali da scoprire

Borghi, monti e incredibili paesaggi dell'entroterra sardo da visitare durante un viaggio nel cuore dell'isola.

L’entroterra sardo è pieno di porti meravigliosi da visitare, tra splendidi borghetti e paesaggi naturali. Scopriamo, quindi, quali sono le destinazioni più interessanti da esplorare durante un viaggio nel cuore della Sardegna.

Entroterra sardo da visitare

L’isola della Sardegna è famosa soprattutto per la bellezza delle sue coste, bagnate da uno splendido mare cristallino.

Infatti, la regione sarda è un’ambita meta turistica soprattutto durante la stagione estiva, che richiama i viaggiatori presso le più belle località balneari.

Tuttavia, la vera essenza della Sardegna, tra le tradizioni e la cultura, si trova nel suo entroterra, tra i monti e i borghi più suggestivi d’Italia.

Vediamo, quindi, quali sono i luoghi più interessanti da esplorare nel cuore dell’isola, anche lontani dalle rotte turistiche.

Advertisements

Gola di Gorropu

La suggestiva gola di Gorropu è un profondo canyon situato nel Supramonte, e demarca il confine tra i comuni di Orgosolo e Urzulei. Nel dialetto locale Gorropu significa, infatti, dirupo o area scavata. La gola si è originata nei secoli grazie all’intensa azione erosiva provocata delle acque del Rio Flumineddu.

Gola di Gorropu

Orgosolo

Il piccolo comune di Orgosolo è famoso per la bellezza delle sue strade, colorate e decorate da splendidi murales. Il pittoresco paesino della Barbagia, infatti, conta ben 150 murales sparsi per la cittadina, divenuti un importante strumento di comunicazione e di protesta nella seconda metà del XX secolo.

Orgosolo

Bitti

Uno dei borghi più importanti della Barbagia settentrionale è Bitti, in cui l’allevamento del bestiame ha reso quest’area un importante centro di produzione lattiero-casearia. L’antico villaggio è diventato famoso per il suo tradizionale canto a tenore. L’importanza culturale di questo tipo di canto è stata riconosciuta a livello internazionale quando la tradizione è stata inclusa dall’Unesco tra i Patrimoni orali e immateriali dell’umanità.

Bitti

Fiume Cedrino

Tra i paesaggi naturali più incantevoli della Sardegna, da non perdere è quello del Fiume Cedrino, una delle maggiori attrazioni nell’entroterra dell’isola. Il fiume attraversa la provincia di Nuoro creando paesaggi incantevoli con le foreste che si riflettono sullo specchio dell’acqua. La vallata circostante è ricca di storia e archeologia con grotte, chiesette e rifugi millenari rimasti intatti nel tempo. Questo è il luogo perfetto per fare escursioni in kayak o in battello.

Fiume Cedrino

Grotta Su Marmuri

La Grotta Su Marmuri si trova nel territorio del comune di Ulassai, nella subregione barbaricina dell’Ogliastra, nella Sardegna centro-orientale. Questa suggestiva grotta è una delle più imponenti d’Europa e regala emozioni indimenticabili ai visitatori.

Grotta Su Marmuri

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dove si incontrano Mar Adriatico e Ionio: curiosità e differenze

Parco fluviale del Nera: trekking, attività e luoghi da visitare

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media