Notizie.it logo

Ho chi minh city: 10 cose da fare nella città vietnamita

ho chi minh city

Scopri Ho Chi Minh City e le bellezze che offre ai turisti di tutto il mondo.

Ho Chi Minh City è l’essenza del Vietnam all’ennesima potenza. La sensazione che si prova qui è quella della vertigine. Si tratta infatti di una città di alto livello quanto a commercio e cultura, che ha spinto il paese in avanti con la sua energia pulsante. I turisti che la visitano sono sempre più numerosi. Qui si viene avvolti in un vortice caotico. La città profuma di vita e la vitalità è un tratto dominante in tutti coloro che si stabiliscono qui. Di conseguenza anche i visitatori non possono fare a meno di essere trascinati da queste emozioni per tutta la durata del loro viaggio. Ho Chi Minh City è una città tutta da scoprire. Vediamo in modo più approfondito perché e siamo certi ti verrà voglia di partire subito.


Ho chi minh city

Dall’hotel più raffinato al più economico di pensioni, dai ristoranti più raffinati alle bancarelle più gustose, dalle boutique più esclusive alla mischia dei mercati, Ho Chi Minh City è una città di energia e scoperta.

I turisti possono passeggiare tra vicoli senza tempo e templi infusi di incenso. Anche lo shopping è indimenticabile. Si possono fare acquisti negli eleganti centri commerciali di design sotto eleganti grattacieli del XXI secolo. I fantasmi del passato vivono in edifici che una generazione fa hanno assistito a una città in tumulto. Ora però la vera bellezza del collage urbano dell’ex Saigon è la perfetta fusione di questi due mondi in un’unica massa eccitante.

10 cose da fare

1. Vedere le fotografie del museo dei resti della guerra

Ex museo dei crimini di guerra cinesi e americani, il museo dei resti della guerra è molto popolare tra i turisti occidentali. Pochi musei trasmettono gli effetti brutali della guerra sulle sue vittime civili in modo così potente. Molte delle atrocità documentate qui sono state ben pubblicizzate, ma raramente gli occidentali sentono le vittime delle azioni militari statunitensi raccontare le proprie storie. Molte delle fotografie più inquietanti che illustrano le atrocità degli Stati Uniti provengono da fonti statunitensi, incluse quelle del famigerato massacro di My Lai.

2. Partecipare alla preghiera alla Pagoda Giac Lam

Ritenuto il più antico tempio di Ho Chi Minh (1744), Giac Lam è un luogo straordinariamente suggestivo situato in un tranquillo giardino.

I caratteri cinesi che costituiscono il nome del tempio (覚 林寺) significano “Senti il tempio del bosco”. L’incombente albero della Bodhi (un fico nativo, sacro ai buddisti) nel giardino anteriore era il dono di un monaco dello Sri Lanka nel 1953. Le preghiere si svolgono tutti i giorni dalle 4 alle 5, dalle 11 alle 12, dalle 16 alle 17 e dalle 19 alle 21.

3. Vedere il Palazzo della Riunificazione

Circondato da palme reali, l’architettura dissonante degli anni Sessanta di questo edificio governativo e l’umore inquietante che accompagna una passeggiata attraverso le sue sale deserte lo rendono uno spettacolo intrigante. I primi carri armati comunisti arrivati a Saigon furono messi in azione qui il 30 aprile 1975 ed è come se il tempo si fosse fermato da allora. L’edificio è profondamente associato alla caduta della città nel 1975, tuttavia sono i dettagli kitch e i motivi d’epoca che rubano lo spettacolo.

4. Fare un salto alla Pagoda dell’Imperatore di Giada

Costruito nel 1909 in onore del dio taoista supremo (l’Imperatore di Giada o Re dei Cieli, Ngoc Hoang), questo è uno dei templi più spettacolari di Ho Chi Minh City.

Pieno di statue di divinità fantasmatiche ed eroi grotteschi, una visita qui vale davvero il viaggio. Il fumo pungente di incenso riempie l’aria, oscurando le meravigliose sculture in legno. Il suo tetto è incrostato di elaborate piastrelle e le statue del tempio, raffiguranti personaggi di entrambe le tradizioni buddista e taoista, sono realizzate in cartapesta rinforzata.

5. Visitare il Museo delle Belle Arti

Con i suoi corridoi ariosi e le sue verande, questo elegante edificio coloniale del 1929, giallo e bianco, è pieno di dettagli d’epoca; è pavimentato in modo esuberante dappertutto e ospita alcune belle vetrate (anche se deteriorate), nonché uno degli ascensori più vecchi di Saigon. Appesa alle pareti c’è un’imponente selezione di opere d’arte, compresi pezzi del periodo moderno. Oltre all’arte contemporanea, in gran parte (ovviamente) ispirata alla guerra, il museo espone pezzi storici risalenti al IV secolo.

6. Vedere Phuoc An Hoi Quan

Deliziosamente ombreggiata dal verde all’esterno, quando si entra si apre a un tripudio interno di rosso, oro, verde e giallo, questo è uno dei templi più mriccamente ornati della città, risalente al 1902.

Di particolare interesse sono gli ornamenti e le armi rituali in ottone elaborato, e la multa sculture in legno sugli altari, sulle pareti, sulle colonne, sulle lanterne pendenti e sulle bobine di incenso. Dall’esterno, si osservano le scene in ceramica, ciascuna contenente innumerevoli piccole statuette, che decorano il tetto.

7. Fare un tuffo nel passato al Museo di storia

Costruito nel 1929 dalla Société des Études Indochinoises, questo notevole museo sino-francese ospita una collezione di artefatti che illustrano l’evoluzione delle culture del Vietnam, dalla civiltà Dong Son dell’età del bronzo (emersa nel 2000 a C) e alla civiltà Funan ( Dal 1 ° al 6 ° secolo dC), al Cham, ai Khmer e ai vietnamiti. Il museo è appena all’interno del cancello principale dei giardini botanici e dello zoo della città.

8. Vedere la Cattedrale di Notre Dame

Costruita tra il 1877 e il 1883, la Cattedrale di Notre Dame anima il cuore del quartiere governativo di Ho Chi Minh City, di fronte a Dong Khoi. Una chiesa in mattoni in stile neo-romanico con torri quadrate alte 40 metri con punte di ferro, la cattedrale cattolica porta il nome della Vergine Maria.

Le pareti interne sono intarsiate con tavolette devozionali e alcune vetrate sono sopravvissute al passato. Il personale anglofono fornisce informazioni turistiche dalle 9:00 alle 11:00 dal lunedì al sabato. La messa è alle 9.30 di domenica.

9. Tour del Delta del Mekong da Ho Chi Minh City

Puoi decidere di viaggiare fino al cuore del delta del Mekong con un tour di gruppo piccolo ma avventuroso. La partenza è prevista da Ho Chi Minh City. Ti imbarcherai su una barca privata, sperimenterai la diversità dei corsi d’acqua del Mekong in prima persona mentre esplorerai allevamenti ittici, fattorie di frutta esotica e cenerai con il cibo tradizionale del Delta del Mekong.

La zona fertile e il fiume

Si parte da Saigon Opera House prima delle 8:00 e parti il tour dura 8 ore da Ho Chi Minh City in autobus con aria condizionata. Dopo un viaggio di due ore e mezza attraverso la campagna, si arriva a My Tho, una ex base navale che ora è una vivace città portuale nel delta del Mekong.

Il fiume Mekong, che si snoda attraverso sei paesi dal Tibet al Vietnam, si trova in una regione incredibilmente fertile, che produce circa la metà della produzione agricola totale del Vietnam e la vita ruota attorno al delta.

All’arrivo a My Tho, si sale a bordo di una barca privata a coda lunga per una crociera sul fiume Mekong. Durante il viaggio in barca, la tua guida locale approfondirà la storia della regione e ti guiderà verso un’isola con lussureggianti giardini tropicali. Assaggia la frutta tropicale prima di proseguire verso un’altra isola nel delta del Mekong, dove la tua guida condividerà storie dell’industria casearia della zona, caramelle al cocco.

Visitare la fabbrica di caramelle

Si può visitare una fabbrica di caramelle al cocco, dove ascolterai la storia dell’industria e osserverai come viene confezionata questa confezione. Mentre continui il tuo viaggio lungo il fiume, cogli l’occasione per fermarti nei villaggi locali e sperimentare più stili di vita, cultura e costumi tradizionali delle persone che hanno scelto il Delta come loro casa. Acquista souvenir fatti a mano mentre sperimenti il ​​ritmo più rilassato del Delta, in netto contrasto con le animate strade di Ho Chi Minh City.

Il trasferimento dalla tua barca a Xe Loi avviene con un carrello motorizzato che ti trasporta in una fattoria delle api, dove passerai a una barca a remi più piccola che ti permetterà di addentrarti più a fondo nei canali più piccoli del Delta. Assaggerai la cucina locale del Mekong presso il ristorante Diem Phuong, dove viene servito il pranzo. Dopo pranzo, si può salire di nuovo sull’aereo con l’aria condizionata per il viaggio di ritorno da My Tho a Ho Chi Minh City, dove vi ritroverete a Saigon Opera House. Nota bene: le ginocchia e le spalle devono essere sempre coperte.

10. Cu Chi Tunnels da Ho Chi Minh City

Scopri il mondo dei combattenti per la libertà di Cu Chi con una visita al loro famoso sistema di tunnel. Questa rete di oltre 200 chilometri di tunnel divenne leggendaria durante gli anni Sessanta, quando giocarono un ruolo fondamentale nella guerra americana, consentendo ai Viet Cong di controllare una vasta area rurale vicino a Ho Chi Minh City. Nel loro periodo di massimo splendore, i tunnel funzionavano nelle città sotterranee.
Lasciando alle spalle il trambusto di Ho Chi Minh City, fai un viaggio di due ore e mezzo verso ovest, verso il confine cambogiano diretto per i tunnel di Cu Chi.

La storia dei tunnel di Cu Chi

I tunnel di Cu Chi furono costruiti dai combattenti locali durante il conflitto in Indocina come base da cui i Viet Cong potevano operare da vicino alla capitale del Vietnam meridionale. La costruzione iniziale iniziò nel 1948, quando il Viet Minh aveva bisogno di un nascondiglio dagli attacchi aerei francesi e nel 1965 il tunnel del Cu Chi era stimato in 200 km di gallerie. Comprendeva ospedali, scuole, sale riunioni, cucine e alloggi per dormire. La vita era difficile per gli abitanti e per proteggersi da intrusi esterni. Le trappole di bobby venivano deposte in tutto il complesso ed erano molto efficaci. La tua guida locale ti porterà in un affascinante tour nei tunnel di Cu Chi, dove imparerai di più sulle condizioni in cui vivevano i vietnamiti, sulle difficoltà che hanno affrontato e sulla straordinaria ingegnosità utilizzata per mantenere la vita nei tunnel. Insomma una visita imperdibile a cui partecipare da soli o insieme ad altri, per scoprire la vera natura del luogo.

© Riproduzione riservata
Leggi anche