Le migliori gallerie d’arte contemporanea di Bogotà

Soprannominata l'Atene del Sud America per le sue biblioteche, la capitale della Colombia ospita anche una pletora di gallerie d'arte e musei!

Accanto alle tradizionali gallerie d’arte contemporanea di Bogotà, molti curatori cercano di distinguersi da altre attività culturali o da particolari specializzazioni. Ecco quali gallerie dovreste assolutamente visitare.

Le migliori gallerie d’arte contemporanea di Bogotà

Neebex

Thierry Harribey, un francese appassionato d’arte, ha deciso di restaurare la sua vecchia casa coloniale per trasformarla in una piccola galleria d’arte indipendente.

Pochi mesi dopo, nel febbraio 2012, Neebex ha aperto le sue porte. Situata nel quartiere storico della Candelaria e circondata da quattro università, una biblioteca e numerosi musei, Neebex ha sviluppato un’atmosfera accademica, culturale e turistica. La galleria ospita con orgoglio tutti i tipi di opere artistiche, dai video alle performance, e pone un’enfasi particolare sulla promozione di giovani artisti colombiani di talento ancora sconosciuti al grande pubblico.

Cero Galería

Situata in un’area commerciale, la Cero Galería presenta opere di arte visiva, plastica, multimediale e architettonica, ma è specializzata in videoarte. Secondo la sua direttrice, Leonor Uribe Joseph, la galleria è anche una piattaforma per la gestione e l’ideazione di progetti socio-culturali, spesso attraverso collaborazioni con organizzazioni pubbliche e private. La Cero Galería è stata inaugurata nell’ottobre 2007 e ha incentrato le sue prime mostre sulla videoarte.

Tra l’altro, perfino i mercati di Bogotà sono delle opere d’arte, ricchi di cultura e tradizione da immortalare.

Galleria Baobab

La Galería Baobab è stata inaugurata nel 2002 con l’obiettivo di sostenere artisti affermati, ma anche di esporre e vendere il lavoro di giovani artisti colombiani emergenti. Senza alcuna particolare specializzazione o preferenza limitante, Baobab accoglie tutti i tipi di arte visiva. Intende svolgere un ruolo sulla scena nazionale e internazionale, per questo ha partecipato a importanti fiere internazionali, come la MIA di Miami, la prima edizione della fiera Art Naples nel 2011 e la Next Art Fair di Chicago nel 2010.

migliori gallerie d'arte contemporanea di Bogotà

La Peluquería

In parte salone di parrucchieri, in parte galleria, La Peluquería si definisce come uno spazio sociale per l’arte emergente e l’acconciatura artistica. Nel 2008, Melissa Pérez e Maritza Alvarez hanno acquistato una vecchia casa a La Candelaria e l’hanno ristrutturata per creare un’atmosfera unica. Una cornice d’oro vuota appesa a una parete decorata con un grande disegno in bianco e nero, una sedia in pelle di mucca al centro della stanza e altri oggetti decorativi vintage, come un grande e vistoso frigorifero rosso della Coca Cola.

Questo “spazio alternativo” è oggi la sede delle Peluqueras asesinas, nove donne legate da una visione dell’acconciatura come pratica artistica. Insomma, è sicuramente una delle migliori cose da vedere a Bogotà.

Le altre migliori gallerie d’arte contemporanea di Bogotà

  • Lalocalidad
  • El Parqueadero
  • AlcorrienteARTE
  • Galleria MÜ
  • Galleria El Garaje
Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I capolavori della Città del Vaticano da vedere assolutamente

Importanti cose che non sapevate sul Foro Romano: curiosità e storia

Leggi anche
  • Weekend romantico a Cesky Krumiov in Repubblica CecaWeekend romantico a Cesky Krumlov in Repubblica Ceca
  • Weekend a Palermo la migliore guida turisticaWeekend a Palermo: la migliore guida turistica

    Da Piazza Pretoria sino al Duomo di Monreale, Palermo offre tantissimo da vedere in un weekend.

  • Loading...
  • castello estenseVisitare Castello estense Ferrara con bambini
  • castello gropparelloVisitare Castello di Gropparello con bambini
  • Basilica di Santa Maria Novella di FirenzeVisita e informazioni sulla Basilica di Santa Maria Novella di Firenze

    Tutte le informazioni sulla famosa Basilica di Santa Maria Novella di Firenze, quando visitarla e cosa vedere.

Contents.media