Le location del film “Un amore a 5 stelle”, tra equivoci e bugie

Tutte le scene di "Un amore a 5 stelle" sono ambientate a New York, ma in realtà le riprese sono avvenute nel Bronx. Scopriamo di più sulle location!

“Un amore a 5 stelle” vede protagonista Jennifer Lopez, nei panni di Marisa, una giovane donna del Bronx che lavora come donna delle pulizie in un lussuoso hotel di New York.

Un giorno, per gioco, mentre sta pulendo la stanza di una donna ricca, si prova un suo abito e per sbaglio incontrerà un affascinante candidato repubblicano al Senato, Cristopher, che si invaghisce di lei.

Ormai incuriosito dalla donna, Cristopher fa di tutto per trovarla, non consapevole che la vita di Marisa nel Bronx è ben lontana dal lusso di New York.

Da qui inizieranno una serie di bugie ed equivoci divertenti, che tengono lo spettatore incollato alla tv.

Le location del film “Un amore a 5 stelle”

Tutte le scene del film sono ambientate a New York, ma in realtà le riprese sono avvenute nel Bronx, un quartiere di New York noto per la malavita e il poco benessere che vi circola.

Il Bronx

Si tratta del quartiere più a nord di New York City, oltre ad essere l’unico posizionato principalmente sulla terraferma. L’area in origine apparteneva alla popolazione indiana dei Lenape e poi divenne nel corso dei secoli dimora di immigrati olandesi, svedesi e inglesi, a cui si aggiunsero nel Novecento migranti provenienti dall’Africa dell’Ovest, dai territori caraibici e da altre parti dell’Europa.

Oggi il Bronx anche se vanta un numero significativo di attrazioni, la sua reputazione non ne ha certo valorizzato la crescita dal punto di vista turistico.

Infatti la cattiva reputazione del quartiere risale tra la fine Ottocento e inizio nel primo Novecento, e in particolare negli anni del Proibizionismo (1920-1933), quando cominciò a diventare tristemente famoso per malavita organizzata, criminalità e immigrazione illegale.

Dalla fine degli anni Ottanta, però, nel quartiere si registrò una svolta significativa, grazie a un piano di risanamento abitativo e all’apertura di nuove imprese e negozi. Questo processo di rinascita viene riconosciuto istituzionalmente nel 1997, con l’assegnazione del premio All American City alla sua comunità da parte della National Civic League, un premio all’impegno per la risoluzione di problemi sociali.

Ciò non toglie che il Bronx rimanga un quartiere molto più rischioso di altre zone di New York City, nonostante i miglioramenti siano costanti e ravvisabili quasi ovunque.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le location di “Habemus Papam”, un film emozionante e delicato

Campeggi a 5 stelle in Croazia: una vacanza indimenticabile

Leggi anche
Contentsads.com