Le location del film candidato all’Oscar, “Io capitano”

L'ambientazione di "Io capitano" è molto varia, si parte dal Senegal, passando per la Libia e per l'Italia: scoprite le location nel dettaglio!

“Io capitano”, film diretto dal regista italiano Matteo Garrone, si è candidato all’Oscar, emozionando tutti gli spettatori con la sua storia fatta di coraggio e speranza.

Il film racconta il viaggio di due giovani ragazzi, Seydou e Moussa, che partono dal loro villaggio natio, Dakar in Senegal, per rincorrere i loro sogni, verso un paese, l’Europa, che può aprirgli la strada a nuove possibilità e a un futuro migliore.

Il viaggio viene raccontato attraverso le sue difficoltà, via mare, via terra, attraverso le crudeltà delle persone: una tematica molto vicina al pubblico odierno, che troppo spesso genera notizie tristi e piene di ingiustizia.

Le location del film “Io capitano”

L’ambientazione di “Io capitano” è molto varia, si parte dal Senegal, passando per la Libia e per l‘Italia, tra deserti desolati, un mare impervio e grandi città.

Scoprite nell’articolo quali sono state le location scelte per ricreare una scenografia sorprendente!

Dakar, Senegal

Dakar, capitale del Senegal, è stata scelta dai registi per ambientare qui il villaggio in cui Seydou e Moussa nascono e crescono. Sono da subito entrati in sintonia con la popolazione locale, che ha prestato per le riprese le proprie umili dimore, permettendo la resa così veritiera della scenografia.

Casablanca, Marocco

Quando Seydou e Moussa arrivano in Libia, si vede la città di Tripoli, ma in realtà la location scelta per ricreare l’ambientazione è stato il Marocco, in particolare la città di Casablanca.

Qui il paesaggio ha colori più spenti rispetto a quelli del Senegal, l’ambiente è più polveroso e grigiastro: un passaggio che è in perfetta simbiosi con la situazione dei due ragazzi, che durante il viaggio diventa sempre più dura e tortuosa.

A Casablanca, in generale, si respira un’atmosfera europea, per via della sua architettura che conferisce alla città un aspetto piuttosto moderno, diverso dalle altre città marocchine.

Tuttavia, non mancano attrazioni storiche, che racchiudono tutto il fascino di questa splendida cultura: per esempio il quartiere della Medina è affascinante e molto più piccolo e facile da scoprire che altrove e la colossale moschea di Hassan II è imperdibile.

La costa di Bue Marino, Isola di Favignana

Infine, il toccante momento dello sbarco, ricco di emozioni e pathos: i due giovani finalmente trovano salvezza sulle coste della splendida costa di Bue Marino, una delle spiagge più belle di tutta Favignana.

Bue Marino è caratterizzata dalla presenza delle cave di tufo, color ocra e bianche, che creano un bellissimo contrasto col blu intenso del mare, completamente incontaminato e limpido.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Carnevale 2024 a Rio de Janeiro: come si festeggia?

La location del film “Black Box- La scatola nera”

Leggi anche
Contentsads.com