Carnevale 2024 a Rio de Janeiro: come si festeggia?

La tradizione che c'è dietro il Carnevale di Rio, è lunga e antica, fatta di storia e di costumi: scoprite come si festeggia e le sue origini.

Il Carnevale a Rio de Janeiro e in Brasile in generale, è uno dei momenti più attesi di tutto l’anno, per via dei grandi festeggiamenti che contraddistinguono il paese: costumi coloratissimi, musica, danza, divertimento è tutto quello che troverete se vi parteciperete!

Carnevale 2024 a Rio de Janeiro: come si festeggia?

La tradizione che c’è dietro i festeggiamenti del Carnevale di Rio, è lunga e antica, fatta di storia e di costumi che si tramandano di generazione, in generazione.

Scoprite le origini di questa splendida festa nel nostro articolo!

La storia e le origini del Carnevale a Rio

La nascita del Carnevale a Rio è si interseca con i colonizzatori portoghesi, quando il traffico di schiavi era ancora un’assurda usanza.

I colonizzatori portarono molti schiavi provenienti dall’Africa in Brasile, che poco a poco, col tempo, si stanziarono qui.

Inevitabilmente questi uomini e donne portarono con sè le loro tradizioni, creandone di nuove: in particolare, l’utilizzo delle maschere piumate, con ossa e pietre usate come decori, richiamavano le maschere utilizzate in Africa per invocare gli dèi e allontanare gli spiriti maligni.

Anche il ballo tipico del Carnevale, la coloratissima e festosa samba, proviene proprio dall’Africa: gli schiavi infatti si consolavano con questo tipo di musica nei periodi di avversità, per tirarsi su di morale e per trovare qualcosa che li rendesse uniti.

Con l’abolizione della schiavitù, molti di questi schiavi si trasferirono nel sud del paese, a Rio, e si stabilirono in luoghi come Praça Onze e Cidade Nova, che divennero i più importanti centri di musica e danza samba.

Da qui nacquero le prime associazioni di samba, fino ad arrivare alla più grande manifestazione di tutto il paese, ovvero la gara al Sambodromo di Rio.

Il Carnevale oggi

Il Carnevale di Rio oggi si celebra nei cinque giorni dal venerdì al martedì seguente, conosciuto come Martedì Grasso, il giorno prima della Quaresima.

Tutta la città è un teatro a cielo aperto, fatto di spettacoli, danze popolari e ovviamente costumi sbalorditivi. Si organizzano parate, le cosiddette “cordões”, con persone che marciano in fila ballando e cantando per i quartieri della città, che mantengono una differenziazione per “blocos” (quartieri): ciascuno festeggia con i propri colori e travestimenti tipici.

I festeggiamenti delle parete culminano col ritrovo al Sambodromo, lo stadio dove le scuole di samba del paese si esibiscono per vincere il concorso.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il Mare del Diavolo in Giappone: curiosità e misteri

Le location del film candidato all’Oscar, “Io capitano”

Leggi anche
Contentsads.com