Notizie.it logo

Il Marocco da scoprire: guida e consigli per il viaggio

marocco

Guida alla scoperta del Marocco. Rabat, la capitale Marocco con le sue spiagge e monumenti. Casablanca Marocco, metropoli marocchina e città moderna.

Tra Mediterraneo ed Oceano Atlantico. Questo è il Marocco, Paese del Nord Africa, meta di moltissimi turisti italiani in tutti i periodi dell’anno. Il Marocco è forse una delle nazioni più europeizzate del continente africano, specialmente nell’area bagnata dal Mediterraneo. Da sempre sente l’influenza della vicina Spagna.

Rabat

Sono diverse le bellezze naturali che si possono visitare e, sopratutto, esplorare. Natura, storia e cultura. Questi sono i punti chiave del “turismo marocchino”. Moschee, palazzi, siti archeologici. Dai villaggi costieri di pescatori sul mare alle più grosse città del Paese. Dalle spiagge mediterranee ed atlantico, passando per le montagne della catena montuosa dell’Atlante, fino all’immenso Deserto del Sahara. Questo è il Marocco, terra da scoprire.

Rabat è la capitale di questo Paese, governato da una monarchia costituzionale. Situata sulla costa, si affaccia sull’Oceano Atlantico ed è la sede del governo. Nonostante la posizione, è una città decisamente moderna che rispecchia tutti i parametri che deve avere una località turistica.

Per un Paese che basa gran parte della propria economia sul turismo, non poteva che essere altrimenti. Modernità, ma anche tradizione. Da una parte la cucina, dall’altra l’architettura. Proprio quest’ultimo è un punto molto importante per la capitale marocchina. Sono diverse le opere storiche ed architettoniche da vedere.

Rabat è considerata una città moderna anche per la presenza di una discreta rete pubblica. Due sono le stazioni ferroviarie, oltre all’aeroporto di Rabat-Salè ed alla presenza di una linea tranviaria. Quest’ultima la prima rete tranviaria realizzata in Marocco e composta da due linee.

Il Marocco da scoprire: guida e consigli per il viaggio Rabat

Abbiamo parlato di un’altissima presenza di monumenti storici da visitare nella capitale marocchina. Andiamo a scoprirli in dettaglio, in modo da offrirvi una piccola guida per un possibile viaggio al di là del Mediterraneo. Partiamo dai monumenti. Ce ne sono di tutti i tipi. Sia arabi, che romani e fenici. Nel corso della sua lunga storia, Rabat ha subito più dominazioni.

Il Dâr-al-Makhzen è il Palazzo Reale, la residenza ufficiale dei sovrani del Marocco.

Un’opera costruita nel diciottesimo secolo, quando la città venne scelta come residenza del sultano. Presenta uno stile completamente islamico, con molti motivi geometrici islamici. Una volta entrati si trova un’ampia piazza d’armi, con la presenza di una moschea pubblica.

Altra imponente opera in stile arabo – andaluso è il Mausoleo di Mohammed V. In poche parole la tomba reale situata sul piazzale della torre di Hassan. E’ la casa del sultano Muhammad V di Marocco e dei suoi due figli. E’ uno dei patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. La già citata Torre di Hassan è invece un minareto incompleto. La sua storia vuole che nel 1200 venisse costruita una moschea che diventasse la più grande del mondo. Inizialmente prevista come torre di 88 metri, la costruzione si fermò alla morte del sultano che la ordinò. Tutt’ora l’altezza è di circa quarantaquattro metri.

marocco

Importante monumento da visitare per gli appassionati di archeologia è Chella. Un sito archeologico situato a nord della capitale. Si tratta di una delle testimonianze della presenza di Fenici e Cartaginesi, oltre che dei Romani. Il posto si trova su una bassa collina ricca di vegetazione, che nel periodo della riproduzione è rifugio delle cicogne. E’ quindi anche un’oasi con importanza naturalistica.

Chella era un importante agglomerato cittadino, al punto che sono ancora conservate le vestigia di un centro abitato romano. Si può vedere infatti anche un Decumano Massimo, un foro, una fontana monumentale ed un arco di trionfo. Tutti reperti che riportano alla presenza romana.

Infine la Kasba degli Oudaïa, un’area fortificata che domina tutta l’area. Dall’alto si può avere uno stupendo quadro della zona tra Oceano Atlantico e la città di Salè.

Le spiagge di Rabat

Sono due le spiagge più famose di Rabat. La spiaggia di Temara e la spiaggia di Skhirat.

La prima è famosa per la presenza di onde lunghe che, in determinate situazioni, possono essere sfruttate per il surf. La seconda è una delle spiagge più belle ed attrezzata della zona. Una zona realizzata per le famiglie, dove possono rilassarsi e praticare sport.

marocco

Casablanca

Ancor prima di Rabat, la città più famosa e grande del Marocco è Casablanca. Sono ben tre milioni gli abitanti di questa metropoli che anch’essa si affaccia sull’Oceano Atlantico. Diversamente dalla capitale, è una città senza importante patrimonio storico – artistico – culturale.

marocco

E’ decisamente più moderna ancora di Rabat, con grattacieli e palazzi in stile occidentale. Casablanca è la capitale economica del Marocco, in particolare per il suo porto, importante nodo commerciale internazionale. Non a caso presenta anch’essa una rete tranviaria, oltre a tre stazioni ferroviarie ed un aeroporto. E’ in fase di costruzione anche una linea metropolitana.

Oltre alla moschea di Hassan, terza al mondo per dimensioni, presenta due opere cattoliche. La prima è la Chiesa di Notre Dame de Lourdes famosa per le immense vetrate con temi mariani. La seconda la Cattedrale del Sacro Cuore, ora sconsacrata e trasformata in museo.

© Riproduzione riservata
Leggi anche