Mistery Breaks, Nuova Zelanda: viaggi a sorpresa

Tutte le informazioni che riguardano Mistery Breaks, un'iniziativa turistica lanciata dalla Nuova Zelanda.

La Nuova Zelanda ha lanciato un’interessante iniziativa turistica che prende il curioso nome di Mistery Breaks. Si tratta di pacchetti che permettono di fare splendidi viaggi. La questione particolare è data dal fatto che il viaggiatore apprende quale sarà la destinazione solo 48 ore prima della partenza.

Mistery Breaks, Nuova Zelanda

Il mondo del turismo sta rispondendo alla battuta di arresto causata dal covid-19 in modi sorprendenti e innovativi. All’interno di vari Paesi sta nascendo un nuovo modo di viaggiare, che prevede iniziative dal carattere decisamente particolare. Uno degli esempi che desta maggiormente l’interesse è dato dall’iniziativa della Nuova Zelanda. Se infatti durante il 2020 i viaggi al di fuori del confine di uno Stato può risultare difficile, muoversi all’interno del proprio Paese è un’opzione più semplice da considerare.

Advertisements

Al fine di mantenere saldo il mercato delle compagnie aeree e di preservare il settore turistico da un momento di possibile disagio, la compagnia Air New Zeland ha lanciato un’interessante iniziativa nota con il nome di Mistery Breaks.

nuova zelanda

Mistery Breaks: come funziona

L’iniziativa Mistery Breaks permette di acquistare un viaggio dalle caratteristiche uniche. In Nuova Zelanda si ha l’occasione di prenotare un pacchetto che comprende un volo, il pernottamento in hotel e persino un’auto a noleggio. La caratteristica che rappresenta l’innovazione dell’iniziativa si trova nella destinazione del viaggio. Il viaggiatore viene a conoscenza della destinazione della vacanza solamente due giorni prima della data fissata per la partenza.

Le mete di viaggio possibili sono in totale venti e corrispondono alle destinazioni nazionali della compagnia Air New Zeland. L’utente ha la possibilità di escludere una delle venti località, senza tuttavia conoscere in alcun modo la destinazione che gli toccherà in sorte. Il prezzo di un viaggio per un weekend parte da circa 350 euro e varia in base al pacchetto che si sceglie. Si può optare per il pacchetto Great o per quello Deluxe.

Inoltre, prenotando il pacchetto Luxury si accede a pernottamenti in hotel a 5 stelle e al noleggio di un’auto di lusso.

L’esempio della Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda compare nella lista dei Paesi che stanno affrontando meglio la pandemia del covid-19. Tra le misure previste per incentivare gli spostamenti all’interno del territorio nazionale, si prevede una card di 200 dollari per ogni cittadino neozelandese. Si tratta di un possibile bonus da spendere per recarsi in alberghi o presso attrazioni turistiche. Oltre a questa possibile iniziativa, la Nuova Zelanda si dimostra ricca di soluzioni creative per implementare il turismo all’interno dei suoi confini. L’iniziativa Mistery Breaks è un esempio eclatante dello spirito innovativo del Paese e delle aziende che si trovano nel territorio neozelandese.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lahti, Capitale verde 2021: tutti i dettagli

Parco nazionale dei Tatra, Slovacchia: tutte le informazioni

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media