Mosaico più grande del mondo: un record italiano

Tutte le informazioni che servono per conoscere il mosaico più grande del mondo.

Il mosaico più grande del mondo si trova all’interno del territorio italiano, in un grazioso paesino che si trova in provincia di Arezzo. Si tratta di una meravigliosa opera d’arte, da non perdere assolutamente nel corso di una vacanza in Toscana.

Mosaico più grande del mondo

Durante un viaggio in Toscana è possibile ammirare splendidi capolavori artistici. All’interno della zona che fa capo alla provincia di Arezzo, nel borgo di Indicatore, si può vedere un magnifico mosaico. Si tratta del più grande che esista al mondo ed è possibile ammirarlo all’interno della chiesa dello Spirito Santo. L’artista Andreina Giorgia Carpenito è l’autrice di questa splendida opera d’arte, che prende il nome di La Visione di Ezechiele.

Advertisements

Insieme a lei, più di mille artisti provenienti da ogni parte del mondo hanno partecipato alla creazione di questo meraviglioso capolavoro. Si tratta di un’opera che già in passato aveva ottenuto il titolo di mosaico più grande d’Europa. Si tratta di un capolavoro da vedere assolutamente, durante un soggiorno nella provincia di Arezzo.

mosaico indicatore

La storia del mosaico

Il progetto del mosaico di Andreina Giorgia Carpenito nasce dall’intenzione di salvare la chiesa dello Spirito Santo di Indicatore dalla demolizione. Si tratta di una missione che ha spinto l’artista a impegnarsi a fondo durante gli anni della creazione del capolavoro artistico. La sua opera nasce anche grazie all’intento di far partecipare alla creazione artistica quanti più autori possibile. Più di mille artisti da tutto il mondo hanno preso parte all’intensa opera di creazione del mosaico nel corso degli anni.

Il capolavoro della Visione di Ezechiele ha alcune caratteristiche che lo rendono unico al mondo, oltre all’enorme dimensione dell’opera.

Caratteristiche del mosaico

Il bellissimo mosaico occupa una superficie di 900 metri quadri e riempie l’interno della chiesa, estendendosi anche nella piazza in cui si trova l’edificio di culto. L’espansione del mosaico è ancora in corso e la sua superficie totale potrà arrivare addirittura a occupare 3000 metri quadri.

La splendida creazione artistica rappresenta la visione di Ezechiele descritta nella Bibbia e si presenta come un’opera d’arte di incalcolabile valore artistico. Le tessere del mosaico sono in prevalenza donazioni e materiali di scarto, che sono stati inseriti nel mosaico con sapiente maestria. Si tratta di un’opera d’arte che ha dato e continua a conferire al borgo di Indicatore una nuova linfa. La creazione artistica attira ogni anno migliaia di visitatori, grazie alla sua incredibile bellezza e alla particolarità dell’opera.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calabria on the road in 5 giorni: il viaggio che non ti aspetti

Illegio: cosa vedere nel borgo friulano

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media