Piccole città russe dal fascino fiabesco

La Russia conquista i turisti con il fascino delle sue piccole città, gioielli immersi nella natura, incontaminati e quasi magici!

La Russia è un paese enorme. Attraversando 11 fusi orari, dall’Europa e l’enclave baltica di Kaliningrad, fino alla parte più orientale dell’Asia, questo vasto continente comprende repubbliche, stati autonomi, soggetti federali e regioni con culture, lingue ed etnie diverse.

Però, potete trovare anche piccole città russe, ricche di fascino che paiono essere uscite da una fiaba.

Piccole città russe

E anche se ci sono molti candidati per le cittadine più scenografiche della Russia – nascoste sulle colline, sedute in pianure infinite di erba, addormentate accanto ai fiumi – eccone alcune che sicuramente rientrano nella lista.

Suzdal

Questa è una delle più antiche – e un tempo più importanti – città della Russia, risalente all’XI secolo.

Nel XII secolo divenne la capitale del Principato di Vladimir-Suzdal, mentre Mosca era solo una città satellite minore. Come tale ci sono molti monumenti storici in questa piccola città – c’è il Cremlino medievale di Suzdal e la sua Cattedrale della Natività, per nominarne solo un paio.

Con i suoi campi verdi e il suo fiume pigro, Suzdal è probabilmente la gemma scintillante del famoso Anello d’Oro della Russia, come qualcosa da una favola russa.

Kargopol

Una volta questa era una delle città più ricche della Russia, cresciuta soprattutto a metà del XVI secolo; è situata su un’antica rotta commerciale del fiume Onega tra Mosca e la capitale dell’oblast Arkhangelsk (l’unico porto per Mosca a quel tempo). Ricordata per la prima volta nel 1146, Kargopol è ora un’affascinante e sonnolenta città sul fiume con apparentemente più chiese che persone – ce ne sono dozzine tra cui scegliere, la maggior parte vecchie di secoli e che sfoggiano sculture in pietra uniche.

Esso

Con un’intera natura selvaggia alle sue porte, la piccola e deliziosa Esso fu fondata dagli Evenki che migravano da Sakha nel 19° secolo. Oggi è una delle migliori destinazioni per i viaggiatori indipendenti nella lontana e selvaggia penisola della Kamchatka: i sentieri escursionistici si estendono nel circostante parco nazionale Bystrinsky, con percorsi per l’equitazione e le slitte trainate dai cani nelle vicinanze.

Abbondano anche le sorgenti di acqua calda, che sono anche usate per riscaldare le case. In città c’è un museo degli orsi. Questa tranquilla città di casette di legno, conosciuta come “la Svizzera della Kamchatka“, è tanto pulita e curata quanto calda e accogliente.

Vyatskoye

Risalente al 1502, questo villaggio a 300 chilometri da Mosca è ufficialmente uno dei più bei villaggi della Russia. Questo è probabilmente dovuto all’intervento molto gentile nel 2007 dell’uomo d’affari Oleg Zharov, il cui investimento ha contribuito a rinnovare gran parte degli edifici della città.

Ora colorata e incontaminata, la piccola Vyatskoye vanta molti musei e attrazioni nelle sue strade storiche. Infatti, il suo soprannome è “un villaggio che voleva essere una città” a causa della quantità di cose da ammirare in città.

Plyos

La serenità di Plyos è stata celebrata dal pittore di “paesaggi d’atmosfera” Isaac Levitan, che ha usato spesso la città come soggetto. Fondata nel XII secolo, fu distrutta dai mongoli predoni nel 1238, poi fortificata come posto di frontiera di Mosca nel 1410.

La parte più antica della città è giù lungo il fiume Volga a Torgovaya Ploschad (“Piazza Torgovaya”), dove vedrai i bastioni del vecchio forte, la splendida e splendente Chiesa della Resurrezione, recentemente rinnovata, e le vecchie bancarelle del mercato. C’è anche una splendida chiesa di legno in città, che è stata costruita nel 1699 – e, naturalmente, troverete un museo dedicato a tutto ciò che riguarda Isaac Levitan.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Paesi dell’est Europa da visitare: tappe imperdibili

Città da visitare in Russia: destinazioni imperdibili

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media