Notizie.it logo

Prossimo viaggio: foresta nera e Monaco di Baviera (Germania)

Prossimo viaggio: foresta nera e Monaco di Baviera (Germania)

E così siamo arrivati all’ estate ed è il momento di organizzare un nuovo viaggio. Questa volta pero’ con tutta la famiglia, perché anche noi viaggiatori meritiamo una pausa. Abbiamo dovuto scegliere fra molte opzioni per questo viaggio con i bambini: Norvegia, Irlanda e Svezia, ma alla fine, per questa occasione abbiamo deciso di andare nella Germania del sud. Precisamente abbiamo scelto una parte che da sempre ho voluto visitare e che mai ho avuto il piacere di conoscere: la Foresta Nera e Monaco di Baviera. Abbiamo scelto fondamentalmente questa zona d’Europa perché ci sono voli diretti da Malaga, che tra l’altro non durano molto, e perché offre una moltitudine di possibilità per i bambini e dove troveremo delle buone temperature in modo che così anche i bambini potranno divertirsi. Se devo fare una confessione anche perché si mangia molto bene e si può bere tantissima birra.
Siamo partiti in due famiglie con bambini ed abbiamo cercato una sistemazione sufficientemente accettabile, anche perché con i bambini piccoli mi piace andare sul sicuro.

Il nostro viaggio inizierà a Malaga, con un volo diretto a Basilea città al confine con la Germania dove abbiamo prenotato un camper per muoversi nella zona. I prezzi del noleggio sono davvero bassi. la prima tappa sarà la foresta nera, il massiccio montuoso coperto da boschi di abeti e prati, oggi diventata una delle attrazioni turistiche più importanti della Germania.
Foresta nera
Dopo aver ricercato in rete ho scoperto che questa zona è piena di alloggi ideali per la famiglia: dagli Hotel di montagna alle fattorie con moltissimi animali, dai campeggi agli appartamenti rurali situati in lungo e in largo di questa parte meridionale della Germania. Ce n’e’ per tutti i gusti in questa zona della Germania, ma siccome in luglio ed agosto è alta stagione e molti tedeschi vengono qui a trascorrere le loro vacanze, bisogna prenotarli in tempo!
Quando si viaggia con bambini si deve sempre portare un kit completo di viaggio che evita molte fermate indesiderate, ed ovviamente, e’ indispensabile una cartina dell’Europa con i punti di ristoro e l’indicazione dei medici e degli ospedali.
La foresta nera è una grande area che ha più di 160 chilometri di lunghezza e noi ci stiamo dirigendo al sud, nella regione del Baden Württemberg, in una città chiamata Oberriedvicino a Friburgo.

L’agriturismo dispone di alcuni appartamenti che dalle foto che avevamo visto sono un nuovi, moderni, spaziosi ed adatti per soggiornare con tutta la famiglia. Vi sono inoltre, varie zone con animali e zone di svago per i più piccoli. Esse sono chiamate Kinderhort e questo è il suo sito. Ho prenotato direttamente con loro perché in alta stagione accettano prenotazioni solo per settimane intere. Qui la nostra recensione di questi appartamenti fantastici nella foresta nera.
Dal nostro campo base, che abbiamo scelto per la sua posizione e per le innumerevoli via di comunicazione, ci sposteremo nella regione cercando di vedere quanto più possibile, ma senza il fastidio di viaggiare con bambini piccoli con le immancabili deviazioni ed interruzioni del programma di viaggio.
Cercheremo di visitare alcune città importanti della zona come Friburgo o Baden Baden e fare piccole escursioni verso alcune meraviglie naturali come il Lago Tittisee o le cascate di Triberg, le più alte della Germania, oltre a qualche piccolo parco di attrazioni per i bambini che abbiamo visto vicino a Friburgo, come il Steinwasen Park, ideale per i più piccoli con animali alpini e diverse attrazioni.

Fondamentalmente nel nostro alloggio si può ammirare la natura e vedere come funziona una fattoria, ma anche così vedremo cosa altro possiamo fare perché sono loro i protagonisti del viaggio.

Ma tutto con calma, non possiamo fare altrimenti.Abbiamo scelto la parte meridionale della Germania per andare con i nostri bambini per molte ragioni, ma quelle più importanti si possono riassumere in questi punti principali:
-natura: circondati da un’atmosfera di pace e tranquillità, la zona è ideale per l’aria fresca e per rilassarsi tra laghi, montagne e prati. Offre anche molte attività che sono, per gli escursionisti percorsi in bicicletta, arrampicata… , ma per chi va con i bambini piccoli il divertimento principale sono le passeggiate nella zona circostante, ammirare la natura ed osservare gli animali.
-Cultura.
Un luogo pieno di tradizioni radicate, con castelli e palazzi, musei di tutti i tipi, chiese, piccoli borghi medievali, shopping, artigianato. non c’è sicuramente da annoiarsi. Inoltre sarà necessario conclusa la settimana spostarsi e trascorrere qualche giorno in una grande città piena di storia come Monaco di Baviera.
-Mangiare e bere.
E’ una delle voci per le quali decido di affrontare un viaggio.

La cucina della regione promette un sacco. Con i loro tipici stufati di carne di manzo, cipolla o torta della foresta nera, il dessert più famoso. E la birra? Dal profumo che c’e nell’aria siamo venuti nel posto giusto. Ne assaggeremo un po’ per gustarle e poi proprie. Dal profumo che c’è nell’area può dire che sarà facile provarle e poterne parlare poi con proprietà.
-Salute e benessere.
Questa zona della Germania è conosciuta per i suoi stabilimenti termali, ideali per prendersi cura del corpo con o senza piscine. Infatti, la città di Baden Baden e’ una delle più conosciute del sud Europa per le terme., che erano gia molto apprezzate in Europa già in epoca romana.
-Paradiso dei bambini.
La zona della Foresta Nera è piena di attività per i bambini: parchi di attrazioni, parchi acquatici, aziende agricole, animali e persino i loro ristoranti e alloggi tendono a pensare a loro ed alle loro necessità.

Ci sono alcuni appartamenti molto spaziosi, con cucina, dove si può cucinare in modo indipendente. Cosa ideale quando si viaggia con i bambini. La struttura di questi alloggi è molto simile: azienda agricola e costruzioni per gli ospiti con famiglia e bambini gestite da persone del luogo. Si organizzano giornalmente varie attività per quanto riguarda i bambini perché possano sfruttare del soggiorno: gli animali della fattoria, zona di giochi, ecc.
il clima
E’ abbastanza buono nei mesi estivi e la temperatura di giorno e’ più che aggradabile, mentre durante la notte, anche per la vicinanza delle Alpi ci vuole il golf, la giacca ed una coperta di lana pesante.
Füssen e il Castello di Neuswanstein.
Di strada a Füssen, la nostra seconda tappa. Ci piacerebbe fare un salto al lago di Costanza per raggiungere poi la zona a sud della Baviera, dove ci sono maestosi castelli il più importante dei quali e’ quello di Neuschwanstein. In pochi giorni, cercheremo di vedere la città di Füssen ed i castelli di Re Luis II. Quello che mi dispiace e’ che non riusciremo ad andare al parco di attrazioni di Lego, che si trova a Ulm, a un’ora e mezza di Füssen. La mancanza di tempo ci impedisce di arrivare fino a la.

Munich
Quando arriveremo a Monaco di Baviera restituiremo l’auto a noleggio per trascorrere gli ultimi tre giorni del nostro viaggio sapendo che questa bavarese città piena di storia e tradizione. Passeggeremow attraverso la città, scopriremo piazze, vedremo qualche museo e potremo berci le loro famose birrerie all’aperto.Tutto a passo lento, i bambini verranno con noi.
Link utili per preparare un viaggio nella Foresta Nera -turismo in Germania.
-Ufficio del turismo della Foresta Nera
-Turismo in Baden Württemberg.
-Alloggio nella foresta nera: Alberghi, Agriturismi, fattorie, appartamenti… – boutique hotel nella foresta nera.
-Tutti gli hotel della Foresta Nera

In breve, questo sarà il nostro prossimo viaggio. Conoscere la Foresta Nera ospitati in una fattoria tradizionale per finire a Monaco di Baviera, passando per i romantici castelli di Luis II. Quando leggerete questo blog saremo già in volo verso la nostra destinazione quindi qualsiasi consiglio è benvenuto. Da parte mia vi racconterò come avremo vissuto i primi giorni attraverso i social network ogni volta che la connessione wifi e i miei figli me lo concederanno.
Auf Wiedersehen!

© Riproduzione riservata
Leggi anche