I più bei rifugi in montagna d’Italia

I rifugi in montagna sono le mete perfette per un weekend fuori porta sia in estate che in inverno. L'Italia è ricca di montagne, e quindi di rifugi. Ecco alcuni dei più bei rifugi in montagna d'Italia.

Il concetto di rifugio alpino nasce nella seconda metà dell’Ottocento in seguito alla necessità degli alpinisti di poter avere dei punti d’appoggio in cui pernottare prima di compiere una salita impegnativa. All’epoca non esistevano strade che arrivavano in alta quota, né men che meno mezzi di risalita.

Col tempo sono stati quindi costruiti edifici in alta quota davvero stupendi!

Oggi i rifugi in montagna vengono infatti percepiti più come mete di arrivo, per godersi in compagnia un pasto caldo al termine di una breve scalata, per poi scendere di nuovo a valle. Le destinazioni per queste gite in montagna sono davvero tantissime, sia in estate che in inverno (e soprattutto a Capodanno!).

I rifugi di montagna più belli d’Italia: Alpi occidentali

Rifugio Zamboni-Zappa, Macugnaga – Verbania

Il rifugio Zamboni Zappa è situato a 2070 metri sml, nella suggestiva conca prativa dell’Alpe Pedriola, in Val Anzasca, ai piedi della parete est del Monte Rosa (4635m). É immerso dunque nella natura più spettacolare, con vette sullo sfondo che creano una cornice accogliente. La zona è molto amata dagli escursionisti per i numerosi e diversificati itinerari, anche di facile accesso.

Il rifugio Zamboni Zappa fornisce inoltre un servizio di accoglienza completo e curato nei minimi particolari.

Il ristorante è caratterizzato da una meravigliosa terrazza panoramica che regala una splendida vista sulle cime del Monte Rosa. La cucina casalinga è tipica di montagna e favorisce i produttori della zona. Il menù propone, tra altre cose, l’immancabile polenta accompagnata da salumi e formaggi della zona, la pasta alla macugnaghese e torte fatte in casa. Il tutto accompagnato da vini piemontesi o dall’Acqua Ossolana.

Rifugio Zamboni - Zappa

Rifugio Torino, Courmayeur – Aosta

Il Rifugio Torino fu costruito nei primi anni ’50 grazie alle sezioni del CAI di Torino e Aosta ed è situato nell’alta Valdigne, in Valle d’Aosta, sul massiccio del Monte Bianco, a 3.375 metri. Oggi, come ieri, è considerato punto di partenza e riferimento per alpinisti e guide alpine di tutto il mondo, ma anche per escursionisti amatoriali appassionati dell’alta quota.

Il Rifugio Torino può ospitare fino a 160 persone, suddivise in camere da 4, 6, 8, 10, 14 e 16. Il ristorante del Rifugio propone una vasta scelta di piatti tipici della tradizione valdostana: Valpeullenentze, Crêpes, polenta, salsiccetta, spezzatino e molto altro. É possibile pranzare con queste prelibatezze dalla terrazza panoramica riparata dal vento e ad un palmo dalla cima del Monte Bianco.

Inoltre dall’apertura dei nuovi impianti si può raggiungere il rifugio direttamente dalla stazione di Punta Helbronner, in pochi minuti, tramite lo Skyway Monte Bianco, un ascensore scavato nella roccia che permette a tutti di accedere alla struttura, senza necessariamente passare dal ghiacciaio.

Rifugio Torino, a Courmayeur

I rifugi di montagna più belli d’Italia: Alpi centrali

Rifugio Azzoni, Vetta Resegone – Lecco

Il Rifugio Azzoni si trova a 1860 metri slm, sulla vetta della montagna del Resegone, nelle Prealpi Orobie e simbolo della città di Lecco. Le origini del rifugio risalgono agli inizi del ‘900, quando sulla vetta del Resegone venne costruita una baita adibita a ricovero per caprai e cacciatori.

Dal rifugio è possibile godere di un panorama mozzafiato che spazia su tutto l’arco alpino e sugli Appennini ed è di facile accesso anche per i non esperti di montagna. Sono presenti infatti una decina di sentieri di accesso dai vari versanti, a cui si aggiungono 5 vie ferrate. Gli itinerari presentano diversi livelli di difficoltà, e hanno caratteristiche anche opposte tra di loro: dai percorsi tranquilli e boscosi a nord ai percorsi ripidi e panoramici del versante lecchese.

Il rifugio dispone di 18 posti letto in camerate comuni e la sua cucina offre una scelta di piatti tipici della tradizione lombarda.

Rifugio Azzoni

Rifugio Brioschi, Pasturo – Lecco

Il rifugio Luigi Brioschi è un rifugio situato nel comune di Pasturo, in provincia di Lecco a 2.410 m sulla vetta della Grigna Settentrionale, nelle Prealpi lombarde. Questo rifugio è probabilmente uno dei più amati della Lombardia, poiché da questo si possono ammirare paesaggi indescrivibili: tutta la pianura padana, l’arco alpino e i laghi lombardi in uno sguardo a 360°.

Il rifugio Brioschi offre 34 posti letto e una sala da pranzo che ospita fino a 40 persone; qui è possibile mangiare un pasto caldo e specialità della zona, come Pizzoccheri, Brasato o selvaggina con la polenta.

Rifugio Brioschi

I rifugi di montagna più belli d’Italia: Alpi orientali

Rifugio Antermoia, Mazzin Val di Fassa – Trento

Nello splendido Valon de Antermoa circondato dalle cime del Catinaccio e dalla Croda del Lago sorge il Rifugio Artemoia. Esso è situato ad una altezza di 2496 metri nelle vicinanze del lago d’Antermoia, uno dei più alti laghi delle Dolomiti.

Il rifugio Antermoia non rappresenta solo un punto di partenza per le innumerevoli escursioni tra le Dolomiti, ma anche un punto di ristoro per uscite che prevedono più di un giorno di viaggio. Esso presenta 37 posti letto in grandi camere, ognuna con la propria finestra con vista sul gruppo del Catinaccio, Torre del Lago e Val di Fassa. Il ristorante del rifugio dà la possibilità a tutti gli escursionisti di assaporare piatti tipici della cultura ladina affiancati da piatti di cucina tradizionale e dolci fatti in casa. Alcune prelibatezze perfette per una gita in montagna sono: Strangolapreti alla trentina, Spatzle tirolesi, Tortei di patate, Polenta e capus e molto altro

Rifugio Antermoia

Rifugio Locatelli, Sesto – Bolzano

Circondato dalle Alpi nel Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies, questo rifugio rustico con vista sulle famose Tre Cime di Lavaredo si posiziona a 2438 metri in Forcella di Toblin, ai piedi del magnifico Sasso di Sesto.

Il Rifugio Locatelli è raggiungibile dai due diversi versanti regionali del Veneto e dell’Alto Adige per mezzo di diversi sentieri con vari gradi di difficoltà. Esso offre ospitalità solo durante la stagione estiva, rimanendo aperto da metà Giugno fino a fine Settembre, e dispone di 140 posti letto e un ricovero di fortuna (invernale) per 6 persone. Durante l’inverno è possibile raggiungere in giornata il Rifugio (chiuso) grazie ad un bellissimo percorso con ciaspole.

Rifugio Locatelli

Scritto da Redazione Viaggiamo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I cammini più belli d’Italia: consigli e mete

Huntington Beach: cosa vedere e quali attività svolgere

Leggi anche
  • tignesTutti gli impianti di risalita MTB a Tignes
  • trekkingTrekking con i bambini, migliori percorsi in Italia

    Fare trekking assieme ai nostri bambini può essere interessante, ma dobbiamo scegliere percorsi e attrezzature adatti.

  • Loading...
  • svizzeraSvizzera, apre la funivia più alta al mondo

    Il Matterhorn Glacier Ride permette di raggiungere la quota fra rapidità e lusso.

  • montagnaSopravvivenza in montagna: nozioni base da sapere!

    Volete sopravvivere nella natura selvaggia in montagna? Conoscere le basi per sopravvivere in montagna è fondamentale.

  • Settimana BiancaSettimana bianca: come trovare in rete le migliori offerte

    La settimana bianca è il soggiorno ideale per godersi la montagna e la neve, approfittando anche delle molte offerte on line.

Contents.media