Attrazioni turistiche della Romania: le migliori 5

Dai borghi fiabeschi, alla natura incontaminata, fino a castelli ricchi di fascino e leggende, sono così tante le attrazioni turistiche in Romania!

Se pensate che la Romania sia solo un paese di vampiri in agguato in castelli bui, che aspettano solo di balzare su turisti ignari, ripensateci. I vampiri transilvani incombono, naturalmente, ma la Romania è molto di più del Conte Dracula di Bram Stoker e del suo Palazzo Brukenthal, a dimostrarlo tutte le sue attrazioni turistiche.

Romania: attrazioni turistiche

La Romania ha la sua parte di castelli medievali, ma ha anche un bel paesaggio alpino che offre lo sci in inverno e l’escursionismo in estate. Ha villaggi pittoreschi e chiese dipinte che sono impressionanti. Altrettanto impressionanti sono i milioni di uccelli che si possono trovare nel Delta del Danubio, dove il fiume sfocia nel Mar Nero. Una panoramica delle migliori attrazioni turistiche della Romania.

Castello di Bran

Il castello di Bran è spesso associato a Dracula come sua casa, anche se non c’è alcuna indicazione che l’autore Bram Stoker conoscesse questo castello medievale. Il castello, un punto di riferimento rumeno, ha una qualità fiabesca, sbucando da una collina boscosa vicino a Brasov in Transilvania. Con radici che risalgono al 13° secolo, questo castello medievale è oggi un museo che espone arte e mobili raccolti dalla regina Maria.

È anche sede di un museo all’aperto che presenta le costruzioni contadine rumene di tutto il paese.

Centro storico di Sighisoara

Se hai delle nozioni preconcette su come fosse la vita medievale, il Centro Storico di Sighisoara le soddisferà sicuramente. La Città Vecchia di Sighisoara è decisamente medievale al suo meglio. Fondata dai sassoni transilvani del XII secolo, Sighisoara è un grande esempio di città medievale fortificata. Ha le tradizionali strade strette fiancheggiate da edifici in pietra colorata. È il luogo di nascita di Vlad l’Impalatore, l’ispirazione per Dracula di Bram Stoker. Sighisoara celebra la sua medievalità ogni luglio con un festival che include gruppi rock.

Palazzo del Parlamento

In un paese dove abbondano gli edifici medievali, non c’è nulla di medievale nel Palazzo del Parlamento nella capitale Bucarest. È un complesso completamente moderno che è considerato il più grande edificio amministrativo del mondo. Ci sono voluti 20.000 operai, che hanno lavorato 24 ore su 24, 13 anni per costruirlo. È una meraviglia architettonica che ha coinvolto 700 architetti e specialisti del design. Il palazzo è un’attrazione turistica popolare tra gli stranieri, ma non tanto tra la gente del posto, dato che è stato costruito dall’odiato leader della Romania, Nicolae Ceaușescu.

Castello di Peles

Il castello di Peles non ha una storia di assedi e guerre, ma ha qualcosa che altri castelli europei non hanno: una bellezza spettacolare, seduto come è su una collina dei Carpazi. Questo castello neorinascimentale fu costruito dal re Carol I che vi soggiornò negli anni 1860. Di aspetto fiabesco, è considerato uno dei castelli più belli d’Europa. Una collezione di armi di 4.000 pezzi riflette gli interessi militari del re, mentre una sala cinematografica decorata con affreschi riflette gli interessi artistici della regina. Il primo film proiettato in Romania è stato trasmesso qui.

Cimitero allegro

Il cimitero Merry nella città di Sapanta non è un cimitero ordinario. È più simile a una galleria d’arte popolare, con lapidi colorate, croci e statue che celebrano le vite dei defunti. Questa tradizione colorata iniziò con un ragazzo di 14 anni che iniziò a intagliare croci nel 1908. Aggiungeva poesie e dipingeva un ritratto del defunto sulla croce; a volte dipingeva anche come erano morti. E così nacque una tradizione. Lo sfondo su tutto è blu profondo, con altri colori che simboleggiano la vita, la morte e la fertilità.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Romania: cosa vedere, i nostri consigli

Paesi dell’est Europa da visitare: tappe imperdibili

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media