Programma il tuo viaggio

Sharm el Sheikh on the road: cosa fare in una settimana

Sharm el Sheikh offre luoghi unici come Il Cairo, ma anche monasteri e tanta cultura da ammirare.

Sarebbe sbagliato considerare Sharm el Sheikh soltanto luogo paradisiaco di spiagge e sabbia, perché questa terra d’Egitto offre moltissimo altro. In una settimana è possibile visitare e ammirare un aspetto meno noto di questa terra con i suoi monumenti e la sua cultura che sicuramente stupirà il viaggiatore.

Sharm el Sheikh

Affacciata sul Mar Rosso, Sharm el Sheikh è una delle località turistiche balneari maggiormente apprezzate e amate dell’Egitto. Una meta balneare che offre tantissime cose da fare e da vedere proprio perché, al di là delle spiagge, offre moltissima storia e cultura, insieme anche a divertimento e relax grazie ai suoi famosi hotel di lusso.

Le escursioni, la vita notturna, le spiagge, il mare cristallino insieme a una barriera corallina di pesci dai colori unici che è possibile ammirare praticando snorkeling la rendono l’ideale per le proprie vacanze. Chiamata anche Baia dello Sceicco per i suoi resort di lusso, si trova nella parte sud della penisola del Sinai.

Sono davvero tante le ragioni che rendono Sharm el Sheikh una meta molto ambita e apprezzata, non solo per le sue spiagge, la sabbia e i fondali, ma anche per le attrazioni che sono ricche di storia. Da metà marzo a maggio, ma anche i mesi di ottobre e novembre sono l’ideale per visitare questa terra, anche se l’estate è particolarmente calda.

Per chi volesse saperne di più sulle migliori offerte per Sharm El Sheikh può cliccare qui o sulla seguente immagine 1200x630 3

Sharm el Sheikh: cosa fare


Considerare Sharm el Sheikh soltanto come luogo di villeggiatura, quindi di spiagge, sabbia, mare cristallino e snorkeling sarebbe sbagliato. Oggi proponiamo un viaggio on the road, per esplorare non solo le sue bellezze naturali, ma anche il suo patrimonio storico e culturale. Ai piedi del Monte Sinai che dista tre ore da Sharm, è possibile visitare il Monastero di Santa Caterina.

Si tratta di un monastero, parte del Patrimonio UNESCO con annessa una biblioteca che ospita fino a 3 mila manoscritti di grande valore e pregio. L’isola del Faraone è un altro simbolo sul Mar Rosso, celebre soprattutto per la sua fortezza in stile medievale, voluta e costruita dai Crociati. Salendo in cima si possono vedere l’Egitto, la Giordania, Israele e l’Arabia Saudita.

La città vecchia di Sharm el Sheikh è considerata una delle zone più autentiche grazie ai suoi vicoli nascosti, le botteghe dove lavorano gli artigiani arrivando poi alla zona dell’Old Market dove si svolge il mercato tradizionale con in vendita oggetti di artigianato, spezie e molto altro per immergersi totalmente nella cultura di questa terra.

In una settimana a Sharm, è possibile concedersi una gita di un giorno per visitare Il Cairo, capitale egiziana. In un’ora di viaggio si è totalmente immersi in questo luogo di storia e di cultura, ammirare i capolavori architettonici, ma anche le bellezze naturali oltre alle statue dei Faraoni. A pochi passi da Sharm si può godere di un paesaggio unico.

Per risparmiare sui costi del viaggio e del pernottamento, un sito molto apprezzato per vacanze e soluzioni low cost è lastminute.com che mette a disposizione dei viaggiatori tariffe molto convenienti per ogni budget.

Scritto da redazione viaggiamo

Lascia un commento

Amsterdam: il periodo migiore per visitarla

Barcellona in estate: le migliori attività da fare in 5 giorni

Leggi anche
Contentsads.com