Sito archeologico di Minturnae: cosa vedere

Tutte le informazioni che servono per conoscere il sito archeologico Minturnae.

Durante un viaggio nel Lazio, è possibile visitare zone in cui si trovano incredibili rovine di antiche strutture architettoniche. Una delle mete da non perdere assolutamente è il suggestivo sito archeologico Minturnae. Si tratta di uno dei più importanti siti archeologici della regione, che è caratterizzato da un immenso valore storico, artistico e culturale.

Sito archeologico di Minturnae

Il Comprensorio archeologico di Minturnae è una delle mete più interessanti da raggiungere, durante un viaggio nel Lazio. Il sito archeologico si trova all’interno della località di Minturno, uno splendido borgo situato nell’area della provincia di Latina. Precisamente, questa spettacolare testimonianza dell’antichità si può ammirare presso il chilometro 156 della Via Appia, nei pressi della foce del fiume Garigliano. Si tratta di un luogo decisamente suggestivo, in cui si possono ammirare le rovine di costruzioni che risalgono al periodo di massimo splendore della civiltà degli antichi Romani.

Per godersi a pieno la visita di questo spettacolare sito archeologico, è molto interessante conoscere tutte le informazioni che lo riguardano.

minturnae

Cosa vedere nel sito archeologico

Presso il Comprensorio archeologico del borgo di Minturno si possono ammirare strutture antichissime.

Si tratta di un’esperienza che permette di approfondire la gloriosa storia del Lazio e di vivere dei momenti all’insegna della cultura. Nel sito archeologico si possono vedere i resti del Foro Repubblicano del II secolo a.C. e del Capitolium dedicato al culto degli dei Giove, Minerva e Giunone. Inoltre, i resti del Foro Imperiale e delle Terme occupano una porzione importante del comprensorio, insieme a ciò che resta dell’antico mercato romano.

Una delle testimonianze più antiche da vedere è una parte originale della nota Via Appia, che è costituita da enormi blocchi di lava basaltica. Nei pressi del sito archeologico si possono ammirare delle imponenti arcate, che anticamente appartenevano al sistema dell’Acquedotto Romano. Il Teatro Romano è una delle opere architettoniche meglio conservate all’interno del sito archeologico. La struttura risale al I secolo d.C. e attualmente ospita importanti mostre e rappresentazioni teatrali.

Informazioni sulla visita

Per visitare il Comprensorio archeologico di Minturnae è necessario munirsi di un biglietto. Il costo per l’ingresso è di 2 euro a persona, per una visita che ha una durata di circa 90 minuti. Le visite si effettuano su prenotazione e durante il tempo della permanenza è vietato utilizzare flash e cavalletti, per preservare le antiche strutture del sito. La visita del sito è un’occasione perfetta per approfondire la storia dell’Italia e per godersi a pieno la bellezza delle antiche strutture presenti all’interno del magnifico territorio laziale.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

New York, t-rex all’asta: vendita di Stan

Appia day 2020: date dell’evento e novità

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.