Tre Cime di Lavaredo, escursioni invernali: gli itinerari

Tutte le informazioni che servono per conoscere le Tre Cime di Lavaredo e per sapere quali sono le più belle escursioni invernali da fare.

Durante una vacanza in Trentino Alto Adige, è possibile fare bellissime escursioni invernali nel contesto territoriale delle Tre Cime di Lavaredo.

Tre Cime di Lavaredo, escursioni invernali

Le Tre Cime di Lavaredo sono alcune tra le vette più importanti delle imponenti Dolomiti.

Le cime si trovano nel contesto territoriale al confine tra del Dolomiti di Sesto e di Auronzo di Cadore. Ammirarle da vicino permette di godere di uno dei più bei paesaggi alpini del Trentino Alto Adige. In questo splendido contesto montano è possibile dedicarsi a interessanti escursioni, nel corso di un viaggio invernale nel territorio altoadesino. Prima di partire per una piacevole vacanza in Trentino Alto Adige, è molto interessante sapere quali sono le escursioni più belle da fare nel contesto delle Tre Cime di Lavaredo.

Advertisements

cime lavaredo

Dal Rifugio Piano Fiscalina a Sesto

Il percorso che parte dal Rifugio Piano Fiscalina e termina nella località di Sesto ha una lunghezza di circa 11 chilometri. Il dislivello è di circa 260 metri e l’interno tragitto si può percorrere in 45 minuti.

Si tratta di un’escursione abbastanza facile da fare, visto anche il poco dislivello che si incontra durante il percorso. L’itinerario inizia presso la località di San Candido e permette di seguire il corso del fiume lungo il tragitto. Dopo aver percorso un sottopassaggio si passa alla sinistra del Rio di Sesto. Attraversando i fitti boschi del luogo si passa nei pressi della località di Sesto e si raggiunge Sesto/Moso.

Si prosegue poi lungo il percorso che conduce al rifugio Fondo Valle e si continua fino ad arrivare a un altro caratteristico rifugio alpino.

Alla forcella di Toblin

Questa escursione si fa con l’utilizzo delle racchette da neve e richiede una certa dose di allenamento. Il panorama che si può ammirare all’arrivo è uno dei più suggestivi tra quelli delle Dolomiti e ripaga della fatica del percorso. La distanza totale da percorrere è di 13 chilometri e il dislivello totale è di 950 metri.

Il cammino durante l’escursione dura circa 6 ore. Il percorso inizia presso il parcheggio che si trova in fondo alla Val Fiscalina. Da lì si segue il sentiero 102, che va in direzione sud. In seguito è necessario girare a destra e proseguire attraverso la caratteristica Val Sassovecchio. Dopo aver superato la Cima Una si sale ulteriormente fino alla vallata che si trova ai piedi del Sasso di Sesto. In seguito, si prosegue fino alla forcella di Toblin, che offre un magnifico panorama sulle vette e sulle valli trentine. La discesa si effettua seguendo lo stesso percorso che si è fatto durante il cammino di andata.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Passo Duran: sentieri ed escursioni

Torre Alfina, cosa vedere: informazioni sulla visita

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media