Come visitare Forte Diamante in Liguria

Come visitare il Forte Diamante in Liguria e tutte le informazioni per i turisti.

Situato sulle alture tra la Val Polcevera e la Val Bisagno, il Forte Diamante è uno dei luoghi più interessanti della Liguria, ma scopriamo come visitare questa fortezza storica. Tutte le informazioni per i turisti, da come arrivare a cosa vedere.

Visitare Forte Diamante in Liguria: informazioni

La città di Genova è famosa per i suoi forti, un’insieme di fortificazioni militari che risalgono a epoche diverse. Queste furono edificate dalla Repubblica di Genova con lo scopo di difendere il territorio urbano nei secoli.

La costruzione delle fortificazioni militari è continuata lungo i secoli, e vennero poi ripresi e utilizzati in epoca napoleonica, risorgimentale e durante la prima e la seconda guerra mondiale.

Le antiche strutture scandiscono gli eventi e la storia della città ligure. Fra queste, le mura seicentesche che circondano ancora oggi a corona le alture costituiscono il primo contrafforte dell’Appennino Ligure e rappresentano la più lunga cinta muraria in Europa e la seconda al mondo, dopo la grande muraglia cinese.

Tra queste fortezze spicca Forte Diamante, eretta per proteggere la città dagli assalti. Vicino a Diamante c’è una catena montuosa con diverse fortezze: Fratello Minore, Puin, Sperone, Begato, Castellaccio.

Diamante è la più alta, e la montagna omonima è l’unica che spicca isolata. Visto che è una montagna molto popolare per i genovesi, è meta di escursioni in primavera e in estate.

La visita

Per visitare il forte l’ingresso è libero. La struttura è raggiungibile esclusivamente a piedi lungo un sentiero che inizia dal Forte Sperone e tocca il Forte Puin, passando a breve distanza dai Due Fratelli.

In alternativa, i visitatori possono scegliere il caratteristico Trenino di Casella partendo dalla stazione nei pressi di Piazza Manin e scendendo alla fermata di Trensasco. È quindi possibile raggiungere Forte Diamante anche con la ferrovia a scartamento ridotto che raggiunge la stazione di Campi.

In macchina, per raggiungere il sentiero bisogna:

  • Uscire dall’autostrada al casello di Genova Est e seguire i segnali stradali fino a Molassana e Piacenza lungo Val Bisagno. Da qui si segue la strada lungo la sponda occidentale del torrente. Proseguire ancora e dopo cinque edifici operai gialli al semaforo girare a sinistra e percorrere la strada che sale verso Trensasco.
  • In alternativa, uscire dall’autostrada al casello di Bolzaneto e seguire il cartello stradale per Sant’Olcese. All’incrocio bisogna prestare attenzione ai segnali stradali per Val Bisagno e arriverete a Trensasco.

Entrambe le strade portano al colle di Trensasco, il punto di partenza della salita.

Foto di giorgioguerrieri77 via Instagram.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

10 cose economiche da fare a New York

Offerta Epifania ad Atene

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media