Caffè Florian di Venezia: 300 anni di storia

L'immensa storia del Caffè Florian di Venezia, che ha compiuto 300 anni.

Il Caffè Florian di Venezia compie 300 anni di storia e di tradizione. Lo storico caffè veneziano spegne le candeline e continua ad affascinare turisti e abitanti regalando un momento di relax in uno dei luoghi più importanti della città lagunare.

Caffè Florian di Venezia: la storia

Di caffè storici ne è piena Venezia, ma uno dei più importanti è il Caffè Florian che da ben trecento anni illumina la bellissima Piazza San Marco.

Era il 29 dicembre 1720 il giorno in cui, sotto i portici della piazza più famosa di Venezia, si svolgeva l’inaugurazione del locale.

Il bar si trova in posizione prestigiosa e accoglie ogni anno migliaia di clienti che si godono un momento di relax di fronte ad uno splendido paesaggio.

Advertisements

Il il più antico Caffè italiano rappresenta, infatti, un vero e proprio simbolo per la città più romantica del mondo.

Floriano Francesconi, trecento anni fa, da vita al bar con il nome “Alla Venezia Trionfante”. Poco dopo fu ribattezzato dagli avventori semplicemente Florian, dal nome del suo proprietario, diventando la più famosa “bottega da caffè”.

Da sempre frequentato da personaggi illustri come Casanova, Goldoni, Canaletto e Guardi, ancora oggi è una tappa imperdibile per vip e personaggi famosi.

Florian

Lo storico caffè

I suoi divanetti rossi hanno regalato momenti di spensieratezza a tantissimi personaggi importanti, sia del mondo dello spettacolo che della politica. Ma è rimasto un simbolo del passare delle epoche, assistendo a mutamenti epocali, crisi economiche e cambiamenti sociali.

Tutto questo, però, non ha mutato la sua importanza storica per la città, rimanendo il cuore della società veneziana dalla caduta della Serenissima ai moti rivoluzionari del 1848.

Il suo fascino retrò ha reso il Florian ancora oggi un luogo di pace e di serenità, che accoglie turisti e cittadini per un aperitivo o una deliziosa colazione.

Infatti, pur restando molto legato alla tradizione, il Florian ha saputo adattarsi all’attualità organizzando manifestazioni culturali di alto livello, specialmente nel settore dell’arte contemporanea.

Un’iniziativa volta a proporre momenti di incontro-confronto con l’arte e la cultura.

Le due iniziative sono Temporanea – Le Realtà Possibili del Caffè Florian e Unica. Due iniziative in concomitanza con la Biennale di Venezia, dove lo “spazio Florian” viene reinterpretato in chiave contemporanea.

Florian venezia

Le sale del Caffè

La particolarità del Caffè Florian sono le sue magnifiche sale, oltre alla qualità della ristorazione. Infatti, ogni sala ha la sua storia.

Le sale sono: sala del Senato, sala cinese, sala Orientale, sala degli Uomini Illustri, sala delle Stagioni e la sala Liberty.

All’interno non mancano opere d’arte come i dipinti, mai fuori moda.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Isola di Hormuz: il mistero della spiaggia rossa

Lago Blu di Cervinia in inverno: cosa fare, come arrivare, la leggenda

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media