Castello della Dragonara, Camogli: storia della tenuta sul mare

Tutte le informazioni che servono per conoscere il Castello della Dragonara di Camogli.

Il Castello della Dragonara è l’attrattiva principale del bellissimo borgo di Camogli. Si tratta di un posto perfetto da visitare, durante una vacanza il Liguria.

Castello della Dragonara, Camogli

La Liguria è ricca di splendidi luoghi da visitare, durante un bellissimo viaggio.

Le sue città sono ricche di arte, storia e cultura e i borghi sono caratterizzati da panoramiche stradine e antiche tradizioni. Uno dei paesini più conosciuti nell’ambito del panorama turistico nazionale è quello di Camogli. Si tratta di un borgo che fa capo al territorio della provincia di Genova. Oltre a essere una rinomata località balneare, la fama di Camogli è data dalla presenza di un magnifico castello, da visitare assolutamente durante una vacanza in Liguria.

Advertisements

Si tratta di una maestosa fortezza difensiva, che risale alla seconda metà del XIII secolo. La sua atmosfera suggestiva è data dalle imponenti mura in pietra e dalla particolare posizione strategica. Il castello sorge infatti in uno dei luoghi più panoramici del borgo, caratterizzato da uno spettacolare panorama sul mare.

camogli

Storia del castello

Il bellissimo Castello della Dragonara fu fondato nel tardo XIII secolo e da allora assunse un importante ruolo difensivo all’interno del contesto territoriale del borgo. Un’altra funzione del maniero era quella di ospitare le elezioni dei rappresentanti politici di Camogli. Il posto fungeva anche da ottimo riparo, durante i ripetuti attacchi e le incursioni da parte dei pirati. Nella prima metà del XV secolo la struttura subì diverse modifiche.

Una delle migliorie apportate fu la costruzione di un’imponente torre di avvistamento. La posizione del maniero era infatti perfetta per servirsene a scopo puramente difensivo. Per questo motivo, il castello ha sempre ricoperto un ruolo di spicco all’interno della storia di Camogli e anche oggi continua a essere un elemento importante per il paesino. Si tratta infatti non solo del suo simbolo ma anche della principale attrattiva che attira turisti da tutto il mondo.

Il maniero oggi

Il castello restò abbandonato per vari secoli, fino a quando negli anni del ’70 del ‘900 divenne la sede dell’acquario tirrenico. Furono allora costruite vasche che contenevano acqua marina, per ospitare splendidi esemplari di moltissime specie acquatiche. Alla chiusura dell’acquario i pesci che stavano all’interno dell’edificio furono trasferiti nel famosissimo acquario di Genova. Attualmente il maniero ospita spesso delle splendide mostre temporanee. Per effettuare una visita è necessario rivolgersi direttamente al Comune di Camogli, per concordare una data e un orario. Si tratta di un’esperienza da non perdere assolutamente, durante un viaggio nello splendido borgo ligure.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Grotta dello Smeraldo di Amalfi: come raggiungerla

Mercato Orientale, Genova: storia e informazioni

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media