Castelsardo, cosa c’è da vedere: le attrattive più belle

Tutte le informazioni per sapere cosa c'è da vedere nel borgo di Castelsardo.

La Sardegna è ricca di splendidi borghi da visitare. Castelsardo è un paesino ricco di attrattive, prima di partire basta sapere cosa c’è da vedere, per godersi un soggiorno incantevole.

Castelsardo, cosa c’è da vedere

Nella zona settentrionale della Sardegna, il borgo di Castelsardo è una meta imperdibile da visitare durante una vacanza.

L’atmosfera leggera che si respira nel paesino è perfetto per godersi il relax, ammirando splendidi paesaggi marittimi. Le abitazioni sono colorate e i loro balconi sono decorati dalla presenza di splendide composizioni floreali. L’aria salmastra rende l’ambiente perfetto per immergersi nell’ambiente del litorale sardo. La bellezza dei monumenti e degli edifici storici permette di fare piacevoli passeggiate all’aria aperta, tra le stradine della località. Ogni cosa in questo magnifico luogo richiama l’atmosfera tipica di una vacanza, in cui si pensa solo a visitare bellissimi posti e rilassarsi in spiaggia.

Advertisements

Le attrattive del borgo sono moltissime e rendono un viaggio in Sardegna assolutamente perfetto.

castelsardo-

Il Castello dei Doria

Nel punto più alto del borgo si erge un meraviglioso castello, che costituisce una delle mete più belle da visitare a Castelsardo.

Presso la fortezza si trova un magnifico camminamento medievale, da percorrere godendosi il panorama. I Bastioni di Manganella costituiscono la location perfetta per assaporare la leggerezza data dall’aria del mare. La loro posizione è particolarmente ideale per il relax, dato che si trovano nei pressi dei Giardini del Castello, immersi nella natura.

La Cattedrale di Sant’Antonio Abate

La magnifica Cattedrale di Castelsardo è stata eretta nel XVI secolo e conserva una bellezza che va al di là del tempo.

Lo stile dell’edificio presenta caratteristiche tipiche del periodo gotico catalano e quello rinascimentale, con un chiaro richiamo classicistico. La bellissima cupola della chiesa è stata costruita nel corso del XVII secolo. Ammirare le maioliche che la ricoprono è un’esperienza da fare assolutamente, prima di entrare nella cattedrale. Sono molto interessanti da vedere l’organo del XVIII secolo e il bellissimo Museo Diocesano, che si trova all’interno della cripta sotterranea.

282058155

Porto Frigianu e la spiaggia

Il porto della cittadina è una tappa imperdibile da visitare. Si tratta di un luogo che presenta uno spiccato ruolo all’interno del panorama turistico sardo. Fare una tranquilla camminata ammirando il mare e le barche ormeggiate è la soluzione perfetta per trascorrere momenti di perfetto relax. Nei pressi del porto si può ammirare l’incantevole Torre di Frigianu, che si trova in una posizione vicinissima al mare. Si tratta di un antico avamposto difensivo che risale al periodo della dominazione spagnola. Per godersi il bellissimo mare della Sardegna, è piacevole rilassarsi sulla spiaggetta che si trova nei pressi della bellissima torre.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Spiagge più belle di San Domino: la guida completa

Percorsi in bici a Novara: i più belli da intraprendere

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media