Ciociaria cosa visitare: i luoghi più belli nel Lazio

La guida a cosa visitare nella Ciociaria tra i luoghi più interessanti di questa splendida zona nel Lazio.

La guida a cosa visitare nella zona della Ciociaria, un’area caratteristica del Lazio nella provincia di Frosinone. In questa parte del Lazio, a sud est di Roma, ospita alcuni dei luoghi più tipici del panorama regionale.

Ciociaria cosa visitare

La Ciociaria è un territorio del Lazio situato a sud-est di Roma, senza limiti geografici ben definiti. Spesso quest’area viene utilizzato come sinonimo di provincia di Frosinone e dell’insieme delle tradizioni popolari del suo territorio. L’identificazione della Ciociaria con il territorio della provincia è fatta propria dalla stessa azienda di promozione turistica della provincia di Frosinone.

La provincia di Frosinone si estende in un territorio vasto, in cui rientrano 91 comuni.

In tutto il territorio si individuano tre catene: i rilievi appenninici dati dai Monti Simbruini, i Monti Lepini fino al gruppo della Meta Mainarde; i rilievi preappenninici con parte dei Monti Lepini, Monti Ausoni ed i Monti Aurunci; la Valle Latina, ampia depressione valliva che separa i complessi appenninici e preappenninici.

Vediamo, quindi, quali sono i luoghi più interessanti e storici da visitare nella provincia di Frosinone.

Ciociaria

Montecassino

Il rilievo di Montecassino è un punto della provincia di Frosinone che attira l’attenzione dei turisti per i numerosi luoghi storici e culturali presenti. Il luogo più visitato è, di certo, l’abbazia di Montecassino. Questa rappresenta uno dei più importanti luoghi di culto della regione. La montagna fu scelta da San Benedetto per edificare un monastero che avrebbe ospitato i monaci che lo seguivano da Subiaco.

La visita all’abbazia è un’esperienza suggestiva ed emozionante, che ripercorre l’intensa storia del luogo.

Partendo dal Chiostro posto a uno dei due ingressi all’abbazia, si passa attraverso il corridoio degli Ospiti e successivamente prosegue fino alla porta del Chiostro del Bramante. All’ultimo piano della Torre Romana vi è l’appartamento Papale. Bellissima è la grande statua bronzea del 1952 di Attilio Selva rappresentante la morte di San Benedetto e donata all’abbazia dal Cancelliere Tedesco Adenauer.

Grotte di Pastena

Le Grotte di Pastena sono un complesso di cavità, situate nel comune laziale di Pastena. Scoperte nel 1926 dal barone Carlo Franchetti e divenute turistiche già l’anno successivo, oggi sono gestite dal Consorzio Grotte Pastena e Collepardo. Uno spettacolo naturale che immerge il visitatore nella storia delle formazioni naturali che l’acqua ha sapientemente scavato nella roccia.

Pastena

Monti Simbruini

I Monti Simbruini, sono una catena montuosa situata al confine del Lazio con l’Abruzzo, appartenente al Subappennino laziale. Confinano a nord con i Monti Carseolani, ad est con la Valle Roveto, a sud con i Monti Càntari, ad ovest con i Monti Affilani e la Valle Latina.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giornate FAI all’aperto 2020: la guida

Migliori masserie in Puglia dove mangiare: consigli

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.