Come organizzare vacanza low cost a Porto

Porto è una città che si trova nella regione settentrionale del Portogallo, ed è capoluogo dell’omonimo distretto.

Porto è la seconda città più popolosa del Portogallo e gode di una posizione privilegiata- si affaccia sulla riva settentrionale del fiume Duoro, poco distante dall’Oceano Atlantico- che la rende la meta ideale per una vacanza. Scopriamo insieme come organizzare una vacanza low cost a Porto.

Per i viaggiatori oculati, desiderosi di trascorrere una vacanza piacevole e ricca di esperienze, ma che prestano un occhio di riguardo al portafogli, abbiamo studiato una serie di consigli veloci e pratici.

Per quanto riguarda il volo, vi consigliamo di prenotare con largo anticipo, vagliando le offerte dei siti più famosi (volagratis.com, expedia.it, lastminute.com, solo per citarne alcuni). Esistono diversi pacchetti volo+hotel davvero convenienti: ad esempio, per la fine di gennaio, si possono già prenotare soluzione interessanti, che prevedono volo di andata e ritorno e soggiorno di 3 notti in hotel 4 stelle a partire da 213 euro a testa.

Advertisements

Una volta giunti a Porto, vi suggeriamo di spostarvi con i mezzi pubblici (i collegamenti di metro e bus con l’aeroporto sono economici e molto frequenti), usufruendo della Port Card, che è in vendita nei vari uffici turistici della città: la carta vi consente di viaggiare sui mezzi pubblici e vi garantisce sconti e entrate gratuite in diversi musei e convenzioni di altro genere.

In città esistono moltissime attività low cost e, grazie alla Porto Card, potrete spostarvi con tutta libertà; per cominciare il vostro tour, vi segnaliamo piazza Avenida dos Aliados, la piazza centrale dove si trova il palazzo del comune con la famosa e altissima torre.

In zona, tra le mete degne di nota annoveriamo anche la chiesa dos Congregados e la stazione ferroviaria di Sao Bento, celebre per le sue meravigliose mattonelle di ceramica portoghese (le “azulejos“), che riportano scene di battaglia e di vita quotidiana e risalgono agli anni Trenta.

Un’altra attività economica, ma di grande impatto è la visita alla Torre dos Clérigos, che per secoli è stato l’edificio più alto della città.

La Torre vanta una salita di 225 gradini: si tratta di un’impresa un po’ faticosa, ma il panorama che vedrete una volta in cima vi ripagherà dello sforzo! Il biglietto per la Torre costa solamente 2 euro.

Se volete dedicarvi a un po’ di shopping, oppure passeggiare dopo cena, vi consigliamo Rua Santa Catarina, una lunga via ricca di negozi di vario genere, che ospita anche l’omonima chiesa.

Porto non è una città particolarmente cara: è possibile mangiare bene, assaggiando le specialità del luogo, spendendo poco. Esistono diversi locali con cucine di vario genere, la cucina internazionale e turistica è molto diffusa (in media, un menù turistico si aggira intorno ai 10-15 euro), ma quasi dappertutto potrete gustare ottime pietanze a base di baccalà, il piatto tipico.

Scritto da Valentina Nobile
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come fare tour merlate Castello Sforzesco Milano

Liguria: quante cose si possono fare per viverla tutto l’anno

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media