Cosa vedere a Berlino in 2 giorni: la classifica delle attrazioni più belle

Avete solo due giorni per girare Berlino? Ecco la classifica delle attrazioni più belle, per decidere cosa vedere!

Berlino, capitale della Germania, è una meta molto gettonata: è ricca di storia, specialmente moderna legata alla seconda guerra mondiale, e di arte, tanto che è uno dei centri più importanti per l’arte moderna.

Inoltre si tratta di una città molto moderna, con edifici nuovi e ben tenuti, e giovanile: molti ragazzi si trasferiscono qui per trovare fortuna e in più la città è anche nota per essere molto festaiola e dinamica!

Cosa vedere a Berlino in 2 giorni

Avete solamente due giorni per girare la città? Non temete, con la classifica che abbiamo creato per voi riuscirete a visitare le attrazioni più belle della città, senza perdervi le principali!

Porta di Brandeburgo

Appena arriverete in città, quello che vi consigliamo è di girarla e viverla, così da ambientarvi, lasciando ad esempio i musei per il secondo giorno.

La prima attrazione che incontrerete girando per la città è la maestosa Porta di Brandeburgo, uno dei simboli più iconici di tutta Berlino: simboleggia il trionfo della pace sulla guerra, ed è stata eretta nel 1791.

È un’enorme porta di 26 metri d’altezza che, con il suo stile classico, ricorda le costruzioni dell’Acropoli d’Atene.

Parlamento tedesco

Prenotando per tempo, riuscirete a visitare questo magnifico edificio, a pochi passi dalla Porta di Brandeburgo. È un palazzo storico che somiglia a un tempio classico, sormontato da una grande cupola moderna, dove si può transitare.

E’ un edificio ricco di storia e molto importante per il popolo tedesco: infatti accolse le forze politiche tedesche, fino alla fine della Prima Guerra Mondiale, quando gli operai e i soldati occuparono l’edificio, instaurando la Repubblica di Weimar.

Monumento all’Olocausto

Se poi imboccate la strada Ebertstrasse, vi ritroverete al Monumento all’Olocausto, uno dei monumenti più emozionanti di Berlino, volto a ricordare gli orrori e le ingiustizie della seconda guerra mondiale.

Si tratta di un’area formata da 2.711 blocchi di cemento, ovvero le tombe, di differenti altezze, dove i visitatori possono scegliere il proprio percorso d’ingresso e d’uscita come se si trattasse di un labirinto.

Il Muro di Berlino

Una volta arrivati a Potsdamer Platz, dove potrete vedere i resti del Muro di Berlino, oltre a poter osservare la cupola del Sony Center illuminata.

La costruzione del Muro di Berlino e, soprattutto la sua caduta, formano parte dei momenti più importanti della storia del Novecento. Questo muro divise Berlino in due parti per ben 28 anni, separando fra di loro familiari e amici, per olere delle du fazioni di Stati Uniti e Russia, che controllavano la città.

Alexanderplatz

Una delle piazze più iconiche della città, che ha visto anni di storia importante, è stata bombardata, ma è stata in grado di riprendersi la sua bellezza originaria, Alexanderplatz è assolutamente da visitare.

L’avvenimento più importante, che ebbe luogo ad Alexanderplatz, furono le proteste del 4 novembre 1989, quando mezzo milione di persone manifestarono contro il governo comunista.

Nel 1969 s’innalzò la Torre della Televisione di Berlino, che oggigiorno continua ad essere uno degli edifici più alti d’Europa.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come organizzare un’escursione in montagna: consigli utili

La location della comica serie tv “Brooklyn 99”

Leggi anche
Contentsads.com