Notizie.it logo

Cosa vedere sul lago d’Orta e dintorni: natura e arte

cosa vedere sul lago d'orta e dintorni

Lago d'Orta, un paradiso unico nel cuore del Piemonte, metà ideale per tutta la famiglia.

In piemonte, tra la provincia di Novara e la provincia del VCO, non distante dal Lago Maggiore, sorge un magnifico lago molto romantico e dall’acqua limpidissima. Scopriamo cosa vedere sul lago d’Orta e dintorni.

Il lago si sviluppa per più di 18 chilometri quadrati e si trova ad un altezza di 290 metri sul livello del mare, con una profondità massima di ben 143 metri. Il suo immissario è il fiume Nigoglia, che si trova nei pressi di Omegna.

Lago d’Orta e dintorni

I borghi più importanti affacciati sul lago sono Orta San Giulio e Omegna. Di incantevole bellezza sono le passeggiate che circondano questo magnifico lago, dove di tanto in tanto si possono trovare favolosi moli dove rilassarsi all’ombra di un albero e pucciare i piedi, ammirando qua e là cigni e papere nuotare tra le calme acque.

Vi sono anche alcuni stabilimenti balneari, dove nel periodo estivo è possibile effettuare la balneazione.

Consigliata anche la visita dei pittoreschi borghi che soprattutto al tramonto rendono la location un luogo molto romantico e dai colori più incredibili.

Omegna

Omegna, ubicata nella parte nord del lago è una città storica, con numerosi monumenti da visitare. Tra i monumenti sacri, da non perdere, la Chiesa di Sant’Ambrogio e la chiesa Evangelica Metodista.

Altri monumenti di grande interesse sono il ponte antico di epoca medioevale e la porta Romana o della Valle. Nella città è presente anche un piccolo museo.

Da non perdere il favoloso e pittoresco centro storico. Appena usciti dalla città, vi sono numerose escursioni da poter effettuare che portano in vetta ai monti limitrofi, ad esempio la salita al Monte Mottarone, che con un dislivello di 1150 metri,si giunge da Omegna fino in vetta alla montagna. In questa zona vi sono anche numerosi sentieri tra i boschi, da effettuarsi in mountain bike o a cavallo.

Da non perdere è anche l’escursione sul lago in barca o in kayak, potendo raggiungere le suggestive cascate di Qualba e vedere da un’altra prospettiva scorci unici nel loro genere.

Sul lungo lago vi sono numerosi chioschi, bar e ristoranti, dove è possibile ristorarsi. Sono presenti anche numerose aree pic-nic.

Orta San Giulio

Orta San Giulio è classificato uno dei borghi più belli d’Italia, oltre che bandiera arancione del Touring Club Italiano. Un paese romantico, meta di villeggiatura per molti turisti. Il paese si sviluppa in una parte inferiore sul lago ed una parte superiore.

Conta circa 1200 abitanti, ma soprattutto nel periodo estivo e nei week end, è meta di numerosi turisti che affilano le vie. Da non perdere, la famosa Villa Crespi, appena fuori dal paese, dove sorge un hotel ed il ristorante del celeberrimo chef Antonino Canavacciuolo.

Il centro della città è piazza Motta, affacciata sul lago, dove si trova li broletto, una costruzione rinascimentale, adibita a mercato e a riunioni di rango nei secoli scorsi.

Tra i monumenti religiosi, da visitare, la chiesa di Santa Maria Assunta. Ma la vera perla del lago d’Orta è l’Isola di San Giulio.

Difatti proprio nello specchio acqueo antistante la città di Orta San Giulio, si trova l’omonima isola con l’elegante basilica Romanica intitolata al Santo che da il nome all’isola.

Piccoli vicoli sì diramano per il borgo. Di rilevante importanza la via centrale, chiamata via del silenzio e della meditazione. Da non perdere anche il palazzo vescovile e l’abbazia benedettina dove le monache di clausura preparano il tipico pane di San Giulio.

© Riproduzione riservata
Leggi anche