Edimburgo: cosa vedere in 3 giorni, tra monumenti e luoghi storici

Cosa vedere a Edimburgo in tre giorni, alla scoperta delle bellezze della Capitale della Scozia.

La capitale della Scozia, Edimburgo, è una delle città più affascinanti del Regno Unito, ricca di storia e di monumenti di grande interesse, ma cosa vedere in 3 giorni? La guida ai luoghi più importanti e interessanti da non perdere durante iun viaggio nella città scozzese.

Edimburgo: cosa vedere in 3 giorni

La città di Edimburgo è una delle più affascinanti e storiche del Regno Unito. Situata sulla costa orientale della Scozia e sulla riva meridionale del Firth of Forth, come Roma sorge su sette colli.

I punti più alti sono Arthur’s Seat, Castle Rock, Calton Hill, Corstorphine Hill, Braid Hills, Blackford Hill e Craiglockhard Hill.

Le parti storiche della città, Old Town e New Town, insieme al castello, nel 1995 sono state dichiarate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Advertisements

La città è, inoltre, famosa per la sede dell’Università di Edimburgo, una delle più prestigiose al mondo.

Grazie alle sue bellezze, Edimburgo è una delle città più visitate della Gran Bretagna, con circa due milioni di turisti l’anno. A questo successo contribuisce anche il Festival di Edimburgo, che si tiene ogni anno.

Ma vediamo quali sono le tappe da non perdere durante un viaggio di tre giorni nella capitale della Scozia.

Castello di Edimburgo

Il principale must see della città è il suo magnifico ed imponente castello, uno dei più importanti del Regno Unito. Si tratta, inoltre, dell’edificio più antico della città che fino ad oggi versa ancora in buono stato.

Il maniero sorge su un’antica roccia di origine vulcanica chiamata in origine Din Eidyn, che assunse il nome di Edimburgo dopo l’invasione degli angli nel 638 d.C..

Le sue origini vengono indicate intorno al 1130 d.C. ed è attualmente visitata da oltre un milione di turisti all’anno, rendendola la meta più frequentata del Regno Unito.

Castello di Edimburgo

Calton Hill

Un punto panoramico davvero imperdibile è Calton Hill, anche soprannominata l’Atene del nord per via dei numerosi monumenti che si trovano nel suo perimetro. La collina di Calton Hill ospita il Monumento Nazionale di Scozia, che richiama il Partenone, l’osservatorio astronomico, il monumento a Nelson, il Dugald Stewart Monument ed un cannone portoghese.

Calton Hill

Royal Mile

Tra le vie principali della città troviamo Royal Mile, la strada più famosa della capitale scozzese. Infatti, la via parte dal Castello di Edimburgo per giungere direttamente al Parlamento Scozzese. La strada è situata nella città vecchia, o Old Town, ed è costeggiata da alti edifici in pietra, oltre ad essere piena dei celeberrimi vicoletti, o closes.

Si tratta, infatti, di una delle zone più trafficate di turisti della città, specialmente durante il periodo.

Una delle attrazioni da vedere assolutamente lungo il Mile è la Cattedrale di St. Giles, il Duomo di Edimburgo, superba chiesa gotica con una imponente guglia a corona.

Royal Mile

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Barcellona: il genio di Gaudi e i suoi monumenti

Dare un nome all’aurora boreale: come funziona

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media