Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Notizie.it logo

Cosa vedere, cosa fare e dove mangiare a Formentera

formentera

Formentera, insieme alla vicina Ibiza, è una delle mete più gettonate da turisti di tutta Europa, che ogni anno affollano le spiagge e le strade della costa. In questa guida vi aiuteremo a capire un po' meglio come poter progettare un viaggio perfetto a Formentera, consigliandovi cosa vedere assolutamente, quali spiagge visitare ed i tre fari dell'isola in cui sostare, per ammirarne il paesaggio unico. Inoltre, vi daremo informazioni sulle numerose attività che potrete fare a Formentera, come immersioni e gite in barca a vela, cene romantiche con freschissimo pesce locale, ed un immancabile aperitivo in spiaggia al tramonto.

Formentera, insieme alla vicina Ibiza, è una delle mete più gettonate da turisti di tutta Europa, che ogni anno affollano le spiagge e le strade della costa. In questa guida vi aiuteremo a capire un po’ meglio come poter progettare un viaggio perfetto a Formentera, consigliandovi cosa vedere assolutamente, quali spiagge visitare ed i tre fari dell’isola in cui sostare, per ammirarne il paesaggio unico. Inoltre, vi daremo informazioni sulle numerose attività che potrete fare a Formentera, come immersioni e gite in barca a vela, cene romantiche con freschissimo pesce locale, ed un immancabile aperitivo in spiaggia al tramonto.

Cosa vedere a Formentera

Formentera è un’isola dell’arcipelago delle Baleari, facenti parte del territorio della Spagna; con la vicina Ibiza, l’isola è la meta più gettonata da turisti di tutto il mondo. Il nome Formentera è dovuto al fatto che gli antichi romani la utilizzavano come deposito di grano, in quanto territorio molto fertile, grazie alle importanti falde acquifere di cui disponeva, ora prosciugate.

L’isola è completamente pianeggiante, infatti ha un solo rilievo, l’altopiano dalla Mola, di soli 192 metri di altezza. All’incirca la popolazione è di diecimila abitanti, residenti nei sei centri dell’isola, come il capoluogo comunale Sant Francesc Xavier, Es Pujols, la principale meta turistica dell’isola, e Sant Ferran de ses Roques, gettonata meta degli hippy di tutto il mondo già dagli anni settanta. Chiaramente la popolazione, durante il periodo estivo, cresce a dismisura, grazie al turismo da tutta Europa che si riversa nelle bellissime spiagge, per vivere una vacanza immersi nella natura incontaminata tipica della macchia mediterranea. A Formentera le lingue ufficiali sono lo spagnolo ed il catalano. Come detto prima, uno dei motivi per cui Formentera è meta di migliaia di turisti tutto l’anno è sicuramente la bellezza delle sue spiagge. Le spiagge più popolari dell’isola sono quelle di Ses Illetes, situate nell’estremo nord dell’isola, grazie alla sabbia bianchissima e fine ed al mare caraibico. Questa zona, oltre alla bellezza naturale, offre tantissimi servizi per il divertimento del tempo libero, come gli sport acquatici, i ristoranti ed i chioschi, ma anche comode amache ed ombrelloni per il relax dei bagnanti.

Un’altra spiaggia da non perdere a Formentera è Cala Saona, piccola perla della costa dell’isola, poiché da qui si può anche ammirare la vicina Ibiza. Ed ancora, le spiagge di Cala Sahona e di Migjorn vi regaleranno privacy e tranquillità. Cala Soana si caratterizza per l’azzurro del mare in contrasto con il rosso degli scogli, regalando una visione davvero unica; Migjorn è tra le spiagge più grandi dell’isola ma, a causa della sua posizione nell’estremo sud dell’isola, è anche la meno gettonata. Infine, non perdete l’isolotto di Espalmador, in cui godrete di mare, natura e tante specie di animali diverse e rare. Da non perdere assolutamente è una visita alle affascinanti saline di Formentera, che per lungo tempo sono state il più grande reddito dell’isola, mentre adesso sono cadute in disuso.
Oltre le bellissime spiagge, ci sono tanti altri luoghi importanti ed interessanti dell’isola di Formentera. Vediamo ora insieme quali luoghi certamente non sono da perdere.

– La Savina

La Savina è un luogo divenuto famosissimo, poiché è l’unico porto per i traghetti che giungono e partono da Formentera.

Essendo dunque, per la maggior parte dei turisti, La Savina a mano a mano si è sviluppata, divenendo un piccolo paese con tutti i servizi necessari per i turisti, come il noleggio auto, centri di informazioni turistiche, ristoranti e locali e supermercati. Per chi ha voglia di rifarsi gli occhi osservando con invidia i lussuosi yacht ormeggiati, è consigliabile una visita al porto.

– Es Pujols

Affacciata sulla costa nord dell’isola di Formentera, Es Pujols è un centro di piccole dimensioni, ma ben fornito di strutture e di servizi per accogliere un gran numero di turisti. Questa zona è certamente la più movimentata dell’isola, scelta da chi ama passare le proprie vacanze in un contesto vivo e vivace. Insomma, per chi ama il relax e la tranquillità è consigliabile andare altrove! La famosa spiaggia della località è formata da due semicerchi divisi da una fila di scogli, l’acqua è di un irresistibile color turchese, la sabbia bianchissima ed è perfettamente attrezzata per accogliere la grande quantità di turisti che in ogni stagione, ma soprattutto in agosto, si riversa a Es Pujols.

Chiringuitos sulla spiaggia, ristoranti, bancarelle per acquistare chincaglie e souvenir, numerosi locali notturni in cui bere cocktail e ballare fino all’alba e delle belle terrazze su tutto il lungo mare rendono questo luogo il cuore pulsante della movimentata vita diurna e sfrenata vita notturna di Formentera. Nonostante quest’anima giovane della località, Es Pujols non ha perduto il caratteristico sapore della tradizione del luogo, per questo per le strade del paese potrete ammirare le tradizionali case “varadero” e le tipiche imbarcazioni dei pescatori del luogo.

– El Pilar de la Mola

Anche per la sua posizione nella parte più alta ed estrema dell’isola di Formentera, questo paese, essendo l’ultimo dell’isola, dà la sensazione di vivere separato dal resto di Formentera, tant’è che gli abitanti vengono chiamati molers, mentre gli abitanti del resto dell’isola si chiamano formenterens. Nonostante oggi sia stata realizzata una strada che collega tutta l’isola, a El Pilar de la Mola permane una sensazione di distacco ed isolamento; infatti, la Mola si presenta come un paese prettamente rurale, con vigneti e belle fattorie, e sulla strada principale, su cui si diramano tutte le principali attrazioni, troviamo ristoranti, la chiesa e la bella piazza del mercato.

Proseguendo lungo questa strada principale, giungerete al faro di la Mola, che vale certamente una visita, per ammirare la vista mozzafiato dalla scogliera. Da maggio ad ottobre, ogni mercoledì ed ogni domenica pomeriggio, immancabile è una visita al mercato hippie che si svolge nella piazza, perché non è un semplice ritrovo di bancarelle, ma, oltre le classiche chincaglierie e bancarelle di souvenir, potrete trovare musica dal vivo e cibo locale da gustare passeggiando. Insomma, un tocco di colore e divertimento a la Mola!

– Cap de Barberia

Situata all’estremo sud-ovest di Formentera, Cap de Barbaria prende il nome dall’antica presenza delle navi dei pirati che giungevano sull’isola sfruttando questo promontorio impervio per l’attracco. Infatti, Cap de Barberia si trova in un punto molto elevato, e per questo molto suggestivo, in cui è possibile godere della bellezza della sua natura incontaminata e dei suoi paesaggi. Sul promontorio, maestoso svetta il faro di circa 18 metri d’altezza, a strapiombo sulle rocce rossastre, aprendo la vista ad un panorama a dir poco mozzafiato. Oltre al faro di la Mola e di La Savina, di cui abbiamo parlato sopra, questo è il terzo dell’isola, ma ha un fascino unico che merita una sosta, anche se la strada per raggiungerlo non sia delle migliori, per ammirare i colori dei tramonti che si aprono maestosi direttamente dal faro, in quanto è aperto ai visitatori. Accanto al faro c’è un’insenatura nella roccia, che ha formato una vera e propria grotta naturale, da cui, attraversandola, si spunta su una terrazza naturale a picco sul mare e qui potrete ancora una volta restare senza fiato di fronte alla bellezza del panorama. Oltre al faro, a poca distanza da esso, sorge anche la Torre Des Garroveret, una torre di vigilanza alta all’incirca 10 metri e realizzata intorno alla metà del 1700. Essendo una torre di vigilanza ed avendo dunque scopi difensivi, era dotata di cannone, mentre oggi viene utilizzata solo come altro punto di osservazione del luogo.

Cosa fare a Formentera

Come Ibiza, Maiorca e Minorca, anche Formentera è conosciuta non solo per le stupende spiagge e per la sfrenata vita notturna, ma anche per i numerosi mercatini che si svolgono su tutta l’isola praticamente ogni giorno della settimana. Inoltre, Formentera ha anche una grande tradizione hippie, poiché nei gloriosi anni ’60 un gruppo decise di fondare proprio sull’isola una comunità hippie. Da quel momento, Formentera è diventata un amata gettonatissimi per gli hippie di tutta Europa e di tutto il mondo, ed ancora oggi l’isola mantiene viva questa tradizione con uno dei più belli e caratteristici mercatini hippie in circolazione. Questa ‘ una tappa obbligata per tutti i turisti che si recano a Formentera e si svolge nella caratteristica piazza del mercato di La Mola, dove ogni mercoledì ed ogni domenica, dal mese di giugno ad ottobre a partire dalle quattro di pomeriggio, viene allestito un mercato puramente in stile hippie. Numerose bancarelle di gioielli fatti a mano dagli artisti locali, prodotti con pietre pregiate e naturali, maglioni di lana prodotti a mano e tanti altri bellissimi oggetti. Anche il mercatino di Es Pujols, la località turistica più famosa di Formentera, è veramente caratteristico: prodotti creati a mano dagli artigiani locali e prodotti della tradizione hippie; questo mercatino si svolge dal mese di maggio al mese di settembre tutti i giorni, a partire dalle 20 fino a mezzanotte. Vale una visita anche il mercatino sul lungomare vicino al porto della Savina, da luglio ad agosto, tutti i giorni, dalle 11 alle 14 e dalle 17 a mezzanotte. Altra tappa consigliatissima è il mercato di Sant Francesc Xavier, il centro urbano più importante di tutta l’isola. Questo famoso mercato e sempre affollatissimo e si svolge tutte le mattine, proponendo articoli di artigianato, gioielli fatti a mano, abbigliamento e tanto altro. Infine, vale una visita il mercatino d’arte di Sant Ferran de ses Roques, che si svolge da maggio ad ottobre tutti i giorni, tranne il mercoledì e la domenica, dalle sette di sera a mezzanotte.

-Immersioni

Per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling, il mare di Formentera è considerato un gioiello del Mediterraneo, poiché regala spettacoli magnifici grazie ai fondali, in cui sono presenti vere e proprie praterie di di Posidonia Oceanica, una pianta acquatica importantissima per l’ecologia, poiché è alimento per diverse specie di pesci, fornisce ossigeno all’acqua e protegge la costa delle erosioni. Pe questo motivo, nel 1999 è stata creata la “Riserva marina di Es Freus di Ibiza e Formentera”, affinché si salvaguardasse l’ambiente naturale; ed è proprio qui che si trovano i punti di immersione più affascinanti.
Dal momento che Formentera è una meta privilegiata per gli amanti della subacquea, potrete frequentare corsi sia per principianti, che per esperti; inoltre, c’è la possibilità anche per i bimbi dagli 8 anni in su di frequentare il corso PADI Bubblemaker, ovviamente sotto la supervisione di un istruttore PADI.

-Gita in barca a vela

Per chi ha qualche soldo in più da spendere, anche perché già di per sé Formentera non è economica, il consiglio è quello di noleggiare una barca a vela per trascorrere una giornata a contatto con la natura, riuscendo così a raggiungere anche le baie più silenziose ed inaccessibili. Certamente, la gita in barca a vela permette di cogliere l’essenza pura di Formentera, dimenticando però un attimo i locali affollati ed i mercati pullulanti, ma vivendo appieno il vero spirito selvaggio dell’isola. Troverete numerose compagnie che organizzano gite giornaliere in barca a vela o catamarano, con o senza equipaggio, offrendo spesso come servizi anche pranzo a bordo, musica ed immersioni guidate.

– Hippie Shop

Hippie Shop è un brand di costumi da bagno nato proprio a Formentera, caratteristico dell’isola perché riprende i temi e lo stile tipico degli hippie che già dagli anni ’60 hanno scelto l’isola come meta di raduno. Questo brand ha numerosi negozi in tutta Formentera, ed inoltre è possibile acquistare i suoi bellissimi costumi da bagno anche direttamente su internet dal loro sito. Se andate a Formentera, non potrete tornare indietro senza aver acquistato almeno un capo di questo famosissimo brand!

Dove mangiare

Partiamo con un’affermazione su cui tutti coloro che sono stati sull’isola sono d’accordo: a Formentera si mangia benissimo! La cucina è quella tipica dei luoghi di mare, fatta da tradizione di pescatori, dunque il pesce è il re indiscusso della tavola. Tipico dell’isola è il Guisat, ovvero pesce bollito con patate, accompagnato da riso, oppure fantastico è il freschissimo pesce alla brace oppure, un po’ più strong ma ne vale la pena, fritto. Visto il clima, un altro alimento importante locale sono i fichi, sia freschi che secchi, ed il tipico formaggio di capra prodotto sull’isola, ottimo con il tradizionale pane. Il vino di Formentera, invece, non mette d’accordo tutti, poiché è selvaggio come lo spirito della terra che lo produce.
Tra i ristoranti di Formentera, sicuramente da menzionare è Es Mulì: già dal nome capirete che s trova all’interno di un mulino, sulla spiaggia di Illetes. Dall’ambiente rustico, questo ristorante propone piatti di mare genuini e schietti, ma ciò non significa che non sia frequentato da gente che conta, ad esempio uno degli aficionados del locale è nientepopodimenoche re Juan Carlos.

– Rigatoni Formentera

Questo locale, già dal nome italianissimo, si trova in Calle Des Fonoll Marí 1, a Pujols. Qui troverete prodotti artigianali importati dell’Italia uniti al freschissimo pesce di Formentera, in ambiente in ed alla moda. Inoltre, c’è la presenza del beach bar che affianca il ristorante durante il giorno con piatti gustosi per il pranzo e cocktail interessanti. Chiaramente Italia nel mondo vuol dire pasta e pizza, per questo al Rigatoni troverete un tradizionale forno a legna, che sforna pizze napoletane da urlo. Non solo Italia, ma anche Giappone: grazie al Shokunin Claudio, di origini brasiliane ma formatosi in Giappone, al Rigatoni è possibile gustare sushi di tutti i tipi, se lo desiderate gustandolo comodamente seduti in riva al mare.

– Aperitivo in spiaggia al tramonto

Se pensi a Formentera, pensi all’aperitivo; anzi, se pensi a Formentera ed all’aperitivo, automaticamente gli altri due elementi da unire sono la spiaggia ed il tramonto! Questo momento di relax e convivialità a Formentera è divenuto famoso in tutto il mondo, per questo sull’isola ci sono tantissimi locali in cui fermarsi per sorseggiare un buon cocktail. Tra le pietre miliari della movida di Formentera abbiamo il Blu Bar, il Bananas&Co, il NerOpaco ed il Pirata. Dopo l’aperitivo sulla spiaggia, potrete proseguire la serata nell’unica discoteca dell’isola, lo Xueno, situata nel pieno centro di Es Pujols. Ma non temete, anche se c’è una sola discoteca, non vuol dire che questo sia l’unico modo per fare danze sfrenate! Formentera pullula di chiringuitos e bar sulla spiaggia, che propongono musica da ballare a piedi nudi sulla spiaggia tutta la notte, ed attendere l’alba in una cornice di divertimento unico.

© Riproduzione riservata
Leggi anche