Notizie.it logo

Isole Vergini Americane, cosa vedere in questo paradiso?

isole vergini americane

Fare un viaggio alle Isole Vergini Americane è un'esperienza incredibile. Iniziamo a viaggiare con la mente!

Le Isole Vergini americane sono un vero e proprio paradiso che, per certi versi, viene paragonato ai meravigliosi Caraibi. Questo arcipelago è costituito da tre isole principali: St. Croix, St. John e St. Thomas, che si caratterizzano per le acque assolutamente cristalline, sabbie candide e arricchite da una lussureggiante vegetazione.

Isole Vergini americane cosa sapere

La maggior parte delle spiagge sono pubbliche, altre solo deserte e libere e permettono di godere in pieno relax di assoluta privacy.
Se questa è la meta del vostro prossimo viaggio non avrete che da restare affascinanti dai colori naturali, dal mix di culture e dei panorami incontaminati che vi garantiranno l’occasione di rilassarvi in una delle tantissime meravigliose spiagge, rosolandovi al sole, dedicandovi allo sport oppure ritagliandovi del tempo per delle indimenticabili escursioni.

Isole Vergini americane, quali sono

Due delle spiagge di St.

John e St. Thomas sono rientrate a pieno diritto tra le dieci spiagge più belle degli Stati Uniti, del resto non poteva che essere così in quanto queste spiagge si caratterizzano per sabbia bianca e acqua praticamente trasparente.

Isola di St. John

L’isola di St. John, la prediletta tra quelle che costituiscono l’arcipelago delle Isole Vergini, è contraddistinta dal suo National Park che preserva e protegge la fauna e la flora locale. Le spiagge di quest’isola sono caratterizzate da acque calme e contesti particolarmente tranquilli che permettono di godere appieno di una giornata in assoluto relax sotto il sole.

Se siete tipi sportivi e volete dedicare del tempo alle immersioni e allo snorkeling qui troverete l’ambiente perfetto per poter ammirare la fauna marina e le splendide architetture coralline.

In quest’isola avrete modo di scegliere tra tantissime spiagge diverse: Cinnamon Bay, Francis Bay, Saltopond Bay e Trunk Bay.

Quest’ultima, nota come una delle spiagge più belle di tutto il mondo, è sita all’interno del Parco Nazionale ed è attrezzata con bar, punto noleggio pinne, maschere e boccagli per poter compiere il percorso sottomarino guidato di circa 250metri e ammirare diverse specie di coralli.

Isola di St. Thomas

L’isola di St. Thomas, la più grande delle tre, è nota per la sua natura tropicale, caratterizzata da sabbia candide e acque turchesi. La spiaggia è lunga circa un chilometro e mezzo e per accedervi è sufficiente percorrere una strada ombreggiata da tantissimi alberi che rendono la passeggiata particolarmente piacevole.

Anche in quest’isola gli amanti dello snorkeling avranno la possibilità di ammirare scenari magnifici, soprattutto nella spiaggia di Buck Island.
Infine, nelle spiagge di St Croix si possono ammirare diverse specie di tartarughe, tre delle quali dichiarate in via di estinzione.

Isole Vergini: quando andare e perché

Soprattutto durante il mese di agosto questa destinazione è davvero poco gettonata dagli americani e, per questo motivo il turismo di massa è praticamente assente.

Il clima si contraddistingue soprattutto per qualche brevissimo acquazzone, un caldo umido e tanto, ma davvero tanto, sole!

Le spiagge sono sicuramente favolose, per questo se siete amanti della tintarella e del crogiolarsi al sole, questo è il luogo ideale dove trascorrere le vostre vacanze.

I motivi per scegliere questa destinazione sono davvero tanti, del resto non sono solo le spiagge ad incantare, ma anche la fitta vegetazione, i fondali meravigliosi a pochi metri dalla riva, l’acqua cristallina e sempre sufficientemente calda (attorno ai 28°). Tutte valide motivazioni sia per chi vuole godersi il caldo e il sole, sia per chi vuole dedicarsi alle attività di sub e di apneisti.

Una volta giunti qui potrete spostarvi tra le varie isole, tutte di origine vulcanica, usufruendo dei collegamenti marittimi.

La rete stradale copre in maniera soddisfacente le varie isole, tuttavia si tratta di strade strette e normalmente collinose, inoltre la presenza di raffiche di vento non facilita lo spostamento in bicicletta.

A tal proposito si possono noleggiare auto e motorini per dedicarsi a qualche spostamento all’interno delle varie isole. In alternativa potete optare per taxi e mezzi pubblici.
Nelle isole non mancano i ristoranti che, talvolta, possono richiedere un abbigliamento elegante per questo, oltre ai classici indumenti da spiaggia e per le escursioni, vale la pena portare con sé qualche abito adatto alle occasioni serali.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche